Zambelli Tecnocaravan Orvieto perde la ‘testa’ a Terni

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 30, 2011 11:31

Zambelli Tecnocaravan Orvieto perde la ‘testa’ a Terni

Valentini-Ricciardi (muro)

Chiara Valentini e Rosemary Ricciardi a muro

La Zambelli Tecnocaravan Orvieto, paga dazio nel derby contro la Crediumbria Ternana con una netta sconfitta. Il team orvietano ha un brutto approccio alla gara merito anche alle rossoverdi di casa che sono state superiori nel match. Tra le file orvietane debutto per Valeria Viali e del libero Arianna Gentili, quest’ultimo con una prova maiuscola. Nel primo set parte subito forte la Ternana con gli attacchi di Eleonora Scarpa, punto di riferimento delle rossoverdi. La Zambelli Tecnocaravan non riesce a trovare gioco e si vede subito sotto (6-2). Veritieri e Cerbella cercano di tenere in vita il set ma il gioco delle biancoverdi è confusionario e non incisivo e le locali chiudo il parziale sul 25-20. Il secondo set per Orvieto è ancor più negativo, le padrone di casa non trovano ostacoli: le Scarpa mettono palle a terra con facilità, Cerbella, Veritieri e Ricciardi cercano di rispondere, ma contro una rivale in queste condizioni di salute diventa difficile se non si gioca nella giusta mentalità (25-19). Nel terzo frangente le ospiti ritornano in vita, si rivede il bel gioco del Volley Team che mette in difficoltà le ternane. Si combatte punto a punto ma il tutto dura fino al 14 pari. La Ternana vuole il risultato e ci crede più di Orvieto, che ricade tra i colpi delle sorelle Scarpa (25-19). Dopo il match la squadra di Moriconi e Acciacca si è fatta subito il ‘mea culpa’, sconfitta già messa alle spalle, si è persa una battaglia e non la guerra, il campionato è lungo e anche dagli altri campi non sono mancate le sorprese nei risultati, nulla è scontato in questo difficile campionato.
CREDIUMBRIA TERNANA – ZAMBELLI TECNOCARAVAN ORVIETO = 3-0
(25-20, 25-19, 25-19)
TERNI: Scarpa I. 18, Scarpa E. 16, Camilli 15, Muzi 7, Ercolani 2, Petrelli 1, Lanari (L1), Venturi, Uti. N.E. – Brizi, Fucile, Acani, Dionisi (L2). All. Braghiroli e Piergiovanni.
ORVIETO: Veritieri 10, Ricciardi 8, Cerbella 6, Valentini I. 4, Grasselli 2, Tocca 2, Gentili (L1), Valentini C. 1, Taddei, Ottobrini, Viali, Trequattrini, Cecci (L2). All. Moriconi e Acciacca.
(fonte Volley Team Orvieto)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 30, 2011 11:31
  • Gianni

    Ma quanto rompete!

  • el

    tutta sta scenata del derby orvieto terni e poi si e’ rivelata una partita flop di bassissimo livello pallavolistico…. ma quest’anno le squadre di C che hanno fatto?? il livello mi sembra molto basso.
    comunque complimenti al terni …MA PARTITA NOIOSISSIMA E LENTA.manco in 3° divisione

  • andreaach

    …. evidentemente i neuroni non si sono incontrati……

  • Cuoregrifo

    Aihaihai, addirittura mi si anticipa nei commenti,forse ho toccato un tasto dolente?
    Beh se le cose stanno cosi’ fateve una bella serie d e non vi auto lodate come fate sempre,meno stupidaggini sugli articoli e piu’ umilta’. Non e’ solo quanto spendete, ma come li spendete! Giocatrici che non hanno senso le fate passare per fenomeni e le riempite di soldi,e poi i risultati sono sempre gli stessi. Spendete i soldi per un tecnico che li meriti piuttosto, che fa crescere le giovani, no che riesuma i morti! Questa era la prima di tante dentate..aspettate ad andare dal dentista, andateci una volta sola a maggio! Tante societa’ fanno la c spendendo quasi zero e con ragazze del posto..imparate da quelle!
    P.s forse il mea culpa non dovrebbero farlo i tecnici, ma chi ha fatto la squadra!

  • andreaach

    In effetti, godere è una della priorità della vita…. 😀 E questo vale sia per me, che per Francesco, che per Tifosa VTO, immagino….

  • francesco merenda

    cara Tifosa VTO, tranquilla continuerò ad essere ironico, con l’impercettibile differenza di essere sensato a differenza dei vostri interventi. Il mio commento non era minimamente riferito alla vicenda orvietana, che francamente non mi interessa minimamente, anzi la ignoro. Quanto alla prestazione di Arianna sono contento per lei e per voi e se tu ne godi mi fa estremamente piacere, vuole dire che basta poco per farti felice e credo che te possa continuare a godere spesso e volentieri perchè Arianna è davvero un bravo libero. Quanto occorso quest’estate probabilmente mi ha fatto conoscere meglio alcune persone che si ritenevano “amiche”, ma ad ogni modo è acqua passata e non è mio interesse tornare sulla questione, ma quando vuoi godere un po’ non ti creare scrupoli e tira fuori la questione. A scanso di equivoci, proprio per non suscitare dissapori e far godere Tifoso VTO (sai mai che poi diventi giocondo) pongo in evidenza che apporrò commenti esclusivamente al mio AMICO Andrea Acciacca, che sebbene alleni nell’orvietano, resta un mio AMICO e continuerò a relazionarmi con lui con ironia come abbiamo sempre fatto. Tranquillo, io sorrido, la vita è bella!!!

  • Tifosa VTO

    Secondo me ha ragione Merenda. Bisogna prendere lo sport con ironia e senso dell’umorismo. Ed essere contenti e godere. Infatti quando ho letto nell’articolo che Arianna Gentili ha fatto “una prova maiuscola”..sono contenta per questa ragazza e godo. Sorridi Merenda la vita e’ bella. Lo sport e’ ironia e umorismo.

  • francesco merenda

    ringrazio la gentilissima Flavia, che credo che conosca a fondo il significato del termine ironia e soprattutto sappia qual’è il mio rapporto con il “pelatone” andreaach, termine con cui mia figlia chiama Andrea….

  • flavia

    caro Merenda……… invece te non sei profondo affatto anzi ” IL NULLA”

  • francesco merenda

    pelatone mio, quanto sei profondo

  • Grifo

    X Andrea
    Il ragionamento ci sta tutto .. Mi pare onesto. Dopodiché un avversario forte e una serata non troppo positiva capita.
    Speriamo solo che l unico altra serata no capiti a pg. Ciao

  • andreaach

    Già, una bella dentata che ci costringerà a mangiare semolino per qualche giorno…. Un dentata presa da una bella squadra (la Ternana) che ha giocato una bellissima partita (chi c’era potrà confermare) e che ci ha tenuto sempre fuori dal gioco. Complimenti a Massimo e Giovanni e a tutte le ragazze.

    Ora, prima che partano le solite giaculatorie “ah… ah.. eh.. eh.. tanti soldi spesi, nessun risultato” vorrei far fare una riflessione al nostro amico “cuoregrifo” e a chi la pensa come lui, invitandoli alla connessione dei pochi neuroni in circolo, evitando così di paragonare situazioni molto, molto dissimili tra loro come quelle del perugino e quella di Orvieto.

    Sei a Perugia e vuoi mettere in piedi una squadra di serie c? Hai a disposizione una platea di giocatrici cresciute nelle 10 – 15 società presenti nel circondario, in un raggio di 30 km, senza contare le giocatrici non originarie del capoluogo ma trasferitesi per motivi di studio.

    A Orvieto, escludendo società nate da 1 o 2 anni, non esistono altre squadre nel giro di 30 km, e chiunque abbia un minimo di esperienza di sport giovanile sa benissimo che, a meno di attingere a bacini ben più ampio di quello orvietano, non è facile tirare fuori dal giovanile ogni anno giocatrici in grado di competere a livelli regionali. Per cui, allestire una squadra ha un costo ben diverso a Orvieto che non a Perugia.

    Quindi, spazio ad ogni critica possibile, sulla validità delle scelte tecniche, sulle atlete, sul tenore degli articoli della società, sul colore delle magliette e su ciò che preferite. Ma non ribattiamo sempre lo stesso tasto, che poi sa tanto di invidia mal celata.

    Noi continueremo a lavorare, con tutti i nostri limiti mentali, tecnici o tattici, per farci ricrescere i denti prima possibile e dire la nostra, con la stessa dignità di tutte le squadre umbre, perugine o ternane che siano.

    Andrea Acciacca

  • Vanessa

    Che dentata!