Bel derby per la Sir Safety Perugia, manca però la ciliegina

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 27, 2011 22:24

Bel derby per la Sir Safety Perugia, manca però la ciliegina

Bucaioni-Corsini-Vujevic (muro)

muro a tre della Sir Safety Perugia con Luca Bucaioni, Francesco Corsini e Goran Vujevic

Una vera battaglia sportiva. Bellissima, appassionante, di un’intensità unica. Il derby tra i padroni di casa Gherardi Svi Città di Castello, che sorridono al termine di oltre due ore di gran gioco, e la Sir Safety Perugia che fa una gran figura, giocando un match grintoso e tecnicamente valido nella bolgia di un Pala-Ioan completamente esaurito. I block-devils meritano tutti gli elogi possibili per come hanno saputo tenere il campo con carattere e gli applausi dei supporters bianconeri, giunti a Castello, ne sono lampante dimostrazione. Uno straripante Tamburo, 32 punti per l’opposto bianconero di gran lunga best scorer della sfida, ha sostenuto per lunghi tratti l’attacco di Perugia, trovando nell’onda serba Vujevic-Petric un validissimo supporto su palla alta. Kovac ha alternato in cabina di regia Daldello e Bucaioni con entrambi buoni nella distribuzione del gioco. Le due formazioni si sono equivalse in quasi tutti i fondamentali, dimostrandosi due sestetti di alta categoria con i padroni di casa che hanno saputo sfruttare al meglio i colpi di Rosalba ed un Giombini decisivo nel quinto set. Resta ovviamente un po’ di amaro in bocca per non aver saputo sfruttare due volte il vantaggio di un set e per aver perso solo all’ultimo respiro il tie break, ma è giusto dare anche i meriti al Città di Castello, squadra molto concreta, forte a muro e con giocatori di gran qualità. Un bellissimo spot per la pallavolo umbra e comunque un punto utile alla classifica bianconera. Perugia si porta infatti a quota 21 in compagnia proprio di Castello e di Sora, comunque nelle zone alte della classifica. Domenica prossima al palasport Evangelisti l’occasione del pronto riscatto per i grifoni. A Perugia arriva la grande sorpresa del campionato Molfetta. Sarà un’altra battaglia. Ma i ragazzi hanno dimostrato di poter essere protagonisti sempre e contro tutti. In una cornice di pubblico elettrizzante, la Sir al via con il consueto sestetto, nel 6+1 di Castello il tecnico Radici lancia dal primo pallone Noda Blanco e Lehtonen, appena rientrati dalle qualificazioni olimpiche con la proprie selezioni nazionali. Avvio di match molto equilibrato. Al primo timeout tecnico arrivano per primi i block-devils grazie ad una pipe di Petric (7-8). Non si spezza il punto a punto tra due sestetti che esprimono una bellissima pallavolo. Curiosamente ancora Petric, ed ancora in pipe, ferma il gioco per la seconda sospensione tecnica (15-16). Un errore in attacco di Giombini provoca il primo break del set (16-18). Una magia di Vujevic mantiene il doppio vantaggio per la Sir (20-22), ma Lehtonen a muro pareggia i conti (22-22). Tomassetti mura Giombini e regala ai bianconeri due set point (22-24). Sul primo un attacco di Petric viene giudicato non toccato dal muro avversario e nell’azione successiva è una magia di Rosalba ad allungare il set (24-24). La Sir non demorde, con Tomassetti di procura un altro set point. L’attacco di Noda Blanco viene giudicato sul nastro e si va al cambio di campo con Perugia avanti (24-26). La seconda frazione vede i bianconeri partire alla grande. Tamburo e Petric martellano da par loro con Radici che ferma il gioco (1-5). Un errore di Tamburo ed un muro di Visentin accorciano e Giombini firma la parità (6-6). Un servizio errato di Lehtonen porta al primo timeout obbligatorio (7-8). Un errore di Tomassetti dà il vantaggio ai padroni di casa (10-9). Castello forza dai nove metri ed un ace di Lehtonen dà il +3 ai suoi (16-13). I tifernati lavorano con profitto a muro e allungano la forbice (20-15). È lo strappo decisivo. La Sir non riesce nella rimonta ed un attacco del neo entrato Dordei firma la provvisoria parità (25-20). Nel terzo parziale sprinta subito Castello con due muri di Visentin (5-2). Vantaggio immutato al timeout tecnico (8-5). Kovac opta per il cambio in regia inserendo Bucaioni. Dentro anche il posto tre Zamagni. I ragazzi di Kovac si riorganizzano, con capitan Vujevic si portano  a-1 (11-10, con Tomassetti a muro agguantano la parità (11-11) ed ancora a muro con Vujevic firmano il sorpasso (11-12). Due errori di Giombini da posto quattro mandano in fuga la Sir ed ancora Vujevic due volte a muro per l’11-16 Perugia. Ancora a muro Tamburo su Rosalba (12-18). Radici prova a mischiare le carte inserendo Dordei, Vigilante e Marini, ma il vantaggio è incolmabile. Un errore al servizio del neo entrato Sartoretti chiude il parziale (16-25). Nella quarta frazione Kovac lascia sul taraflex Bucaioni e Zamagni. Equilibrio in avvio (5-5). Giombini manda i sestetti in panchina (8-7). Zamagni sbarra la strada a Noda Blanco ed è vantaggio Sir (11-12), replicato subito dopo da Vujevic su Giombini (11-13). Muro di Lehtonen ed è di nuovo parità (13-13). Castello prova a scappare con Giombini al servizio (15-13). Un’azione lunghissima viene chiusa da Noda Blando ed è 18-15 Castello. Ace di Petric per il -1 Sir (20-19). Tamburo da seconda linea impatta (21-21). Ancora allungo Castello con l’ace di Giombini (23-21). È l’opposto di casa a portare la sfida al tie break (25-22). Giombini inizia a mille (3-0). Doppietta di Tamburo (3-2). Ancora l’opposto bianconero per la parità (4-4). Giombini ferma a muro Petric (6-4). Riscatto del serbo in pipe (7-7) e bomba di Tamburo nell’azione successiva che manda le squadre al cambio di campo (7-8). Tomassetti a segno sotto rete (8-10). Muro di Visentin (10-10). Dordei va a segno in attacco e timeout Kovac (12-11). Errore di Tamburo al servizio e match point Castello (14-13). Tamburo impatta (14-14). Giombini di potenza (15-14). Muro su Tamburo e vittoria di casa (16-14).
GHERARDI SVI CITTA’ DI CASTELLO – SIR SAFETY PERUGIA = 3-2
(24-26, 25-20, 16-25, 25-22, 17-15)
CITTA’ DI CASTELLO: Giombini 20, Noda Blanco 18, Lehtonen 15, Rosalba 14, Visentin 6, Di Benedetto, Romiti (L1), Piano 7, Dordei 2, Vigilante 1, Marini, Sartoretti. N.E. – Nardi (L2). All. Radici e Bartolini.
PERUGIA: Tamburo 32, Petric 17, Vujevic 14, Tomassetti 9, Corsini 4, Daldello 1, Cesarini (L1), Bucaioni 1, Belcecchi, Zamagni 2. N.E.: Bartoli, Lattanzi, Fusaro (L2). All. Kovac e Fontana.
Arbitri: Maurizio Cardaci (TO) ed Antonino Genna (TO).
GHERARDI SVI (17 b.s., 5 ace, 68% ric. pos., 42% ric. prf., 47% att., 15 muri).
SIR SAFETY (17 b.s., 2 ace, 75% ric. pos., 53% ric. prf., 48% att., 14 muri).
(fonte Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 27, 2011 22:24
  • tifoso

    eh si bella partita davvero peccato per la gente di castello che è praticamente rimasta al tempo dei barbari!!!!a perugia non vinceranno mai