Gino Sirci: «Sogno una squadra di perugini»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 10, 2011 17:33

Gino Sirci: «Sogno una squadra di perugini»

Umbria Volley Perugia (Comune)

la Umbria Volley Perugia ricevuta a Palazzo dei Priori per esporre il progetto sul settore giovanile

Una tavola rotonda, così è stato definito l’incontro di oggi alla Sala della Vaccara di Palazzo dei Priori. Più che una conferenza stampa, una presentazione del progetto giovanile da parte del club Umbria Volley Perugia che per il secondo anno si trova a lavorare sul reclutamento nel capoluogo regionale. Dopo il benvenuto del Sindaco di Perugia Wladimiro Boccali, che tra un impegno e l’altro ha voluto portare il suo saluto, hanno preso la parola tutti i relatori invitati alla giornata. Dei particolari sul piano di sviluppo della pallavolo maschile ne ha parlato il presidente Gino Sirci che si è mostrato ottimista per la crescita dei numeri che si è registrata negli ultimi tempi: «Abbiamo voluto questo incontro perché siamo nati e proveniamo da Bastia Umbra, ma puntiamo ad avere oggi un grande vivaio anche a Perugia. Abbiamo tanta voglia di fare e ci poniamo l’obiettivo di essere la società sportiva di riferimento nel territorio provinciale e questo sarà possibile in primis grazie ai nostri dirigenti che lavorano sul settore giovanile e che mettono poi in pratica le idee societarie. A Bastia, con un lavoro iniziato quattro anni fa, abbiamo ottenuto risultati di prestigio e contiamo di ripeterci con successo anche a Perugia. Col trasferimento a Perugia abbiamo coronato il sogno di giocare al Pala-Evangelisti, inoltre abbiamo riempito un vuoto che si era creato. Questo per noi è il secondo anno di presenza nel territorio e vogliamo radicarci ancor di più. Il campionato dei serie A2 sta andando bene e ne siamo felici ma stiamo lavorando anche con orizzonte temporale lungo, il mio grande desiderio è avere un collettivo formato da atleti perugini che giocano nella squadra della propria città». Sono numeri importanti quelli che sta esprimendo il sodalizio bianconero che ha visto il gradimento dell’assessore allo sport comunale Ilio Liberati: «Sposo in pieno una politica in cui si parte dal basso per arrivare a grandi traguardi. Un’attività nella quale vedo continuità territoriale sull’asse Bastia-Perugia ed un servizio al tempo stesso socialmente utile verso le nuove leve. Sulla promozione tra i giovani massimo impegno ed appoggio da parte delle istituzioni. Per quanto riguarda la serie A2, il campionato finora sta andando molto bene. La ultime due vittorie in trasferta sono state molto importanti per consolidare il percorso della squadra che occupa il terzo posto, come vaticinato ad inizio stagione dal presidente Sirci. La Sir è, a tutti gli effetti, la squadra della città di Perugia e perciò approfitto di questa circostanza per fare un appello di assidua e massiccia partecipazione al palazzetto a cominciare da domenica quando avremo di fronte Castellana Grotte per una partita importantissima. La realtà  sportiva si sta affermando, credo che lo sforzo debba essere ripagato». Concetti che vedono anche il favore della Fipav Umbria e del suo presidente regionale Giuseppe Lomurno: «Perugia è una società sportiva sana, lungimirante e sta ottenendo risultati. Mi fa piacere che si dia risalto a questa presentazione perché dà visibilità e promuove il lavoro sui giovani che vogliono avvicinarsi alla pallavolo. E certamente vanno lodate le società come la Sir che si impegnano in tal senso. La sensibilità del club che ha dato impulso alla promozione è notevole, non posso che ringraziare a nome del nostro movimento sportivo per quello che sta facendo». Il progetto è stato illustrato nei dettagli da Aldo Chiccarelli che è il dirigente responsabile del settore giovanile su Perugia: «Partiamo quest’anno con due squadre, una under 13 ed una under 14, composte da giovani di Perugia. Siamo partiti dal basso, con giovani cioè di 12-13 anni, per farli appassionare alla pallavolo, ben sapendo che servono passione, competenza ed anche soldi. Nel nostro settore giovanile abbiamo oltre 70 ragazzi di cui 20 a Perugia con l’obiettivo di arrivare a 30 per la fine dell’anno. Promuoveremo l’attività giovanile nelle scuole. Siamo già presenti in 5-6 plessi scolastici dove facciamo giornate per far conoscere la pallavolo. Inoltre proporremo la partecipazione gratuita dei ragazzi delle scuole elementari e medie alle partite della prima squadra, a cominciare proprio da domenica, e stiamo contattando professionalità che sono a contatto con i giovani sempre per far conoscere uno sport pulito, senza contatto fisico e dove le regole vanno rispettate. Insomma, una grande palestra di vita». Un’attività nuova che però gode dell’esperienza fatta a Bastia Umbra in cui il dirigente responsabile del settore giovanile Maurizio Sensi crede molto: «Quando iniziammo a Bastia c’erano appena 10 ragazzi. Abbiamo cercato di coinvolgerli, di parlare con i genitori per capire le loro esigenze ed ora contiamo su numeri importanti. Lavoriamo con passione e cuore e voglio ringraziare tutti gli altri dirigenti che oggi non sono presenti. Faccio l’in bocca al lupo ad Aldo per l’attività su Perugia perché credo che possiamo ottenere anche qui gli stessi risultati raggiunti a Bastia». A descrivere invece la tipologia di lavoro affrontata è stato Antonio Scappaticcio, direttore tecnico del settore giovanile: «Credo che con i giovani sia necessario mediare tra le regole da rispettare e la spensieratezza legata all’adolescenza. Alla Sir lavoriamo con questo spirito, cercando sempre di ben figurare e se poi vengono i risultati tanto meglio. Il segreto è creare un ambiente sano di pari passo con le famiglie e ringrazio il presidente e tutti i dirigenti che mi consentono di poter lavorare al meglio. Quest’anno solo su Bastia Umbra saremo impegnati in ben dieci campionati, davvero bel segnale, ma il mio spirito è quello di entrare ogni giorno in palestra pensando di poter migliorare». A calcare le sue orme sarà Luca Randone il tecnico del settore giovanile su Perugia che ha detto: «Ringrazio la Sir per l’opportunità offertami. Mi piace soffermarmi sulla nostra responsabilità di educatori per i giovani atleti perché allenare ragazzi dai 10 ai 13 anni è bellissimo, ma penso anche molto più difficile che allenare giocatori maturi». La chiusura degli interventi è toccata a Benedetto Rizzuto, direttore sportivo della Sir Safety Perugia: «Quello di oggi è un atto dovuto per la nostra società che sta entrando con la sua struttura e le sue idee nel territorio perugino. Sotto questo aspetto, credo che una prima squadra che va bene sia anche un veicolo di traino per lo sviluppo dell’attività giovanile». La lunga riunione si è conclusa con l’invito del club grifone a tutti gli sportivi per la partita di serie A2 maschile di domenica prossima, al Pala-Evangelisti la Sir Safety Perugia terza in classifica sfiderà il Castellana Grotte che attualmente è secondo.  Un bello spettacolo di alto livello con la possibilità per tutti i minori di anni 14 di entrare gratis.
httpv://www.youtube.com/watch?v=qXJRx4vj1r0

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 10, 2011 17:33