L’Avis Magione mantiene l’imbattibilità col Perugia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 13, 2011 17:50

L’Avis Magione mantiene l’imbattibilità col Perugia

Nucciarelli Elisa

Elisa Nucciarelli

La sfida tra Avis Magione e Vittoria Assicurazioni Perugia è uno dei primi scontri diretti di questo campionato, tra due squadre che nelle prime quattro giornate avevano conosciuto sempre e solo la gioia del successo. Era normale che stavolta una delle due sarebbe stata costretta a cedere il passo e, date le premesse, poteva apparire molto probabile un epilogo della contesa al tie-break. Così è stato, al termine di una partita durata oltre due ore e che alla fine ha premiato in volata la formazione di casa, ora a quota 14 in classifica e stabile nelle posizioni di vertice. Nonostante la vittoria, sono state parecchie le cose che non hanno funzionato nel Magione, capace di regalare nei cinque set ben 43 errori-punto alle avversarie, con 15 battute sbagliate ed una prestazione nel complesso sottotono. Sicuramente in questo ha influito anche la condizione non perfetta di alcune ragazze, al termine dell’ennesima settimana difficile con infortuni e problemi fisici che ormai da tempo costringono coach Chiabolotti ad effettuare spesso allenamenti a ranghi ridotti. Si è fatta certamente sentire anche l’assenza di Laura Travaglini, in gran forma nell’ultimo periodo e tra le principali protagoniste nell’amichevole infrasettimanale contro la Libertas Perugia (terminata 2-2); la sfortuna negli ultimi giorni ha colpito anche lei ed un fastidioso virus influenzale l’ha costretta a dare forfait. Venendo alle note positive, vanno sottolineate sicuramente l’impegno e la grande determinazione che le ragazze hanno messo in campo fino all’ultimo secondo per portare a casa questa vittoria, nonostante le tante difficoltà di una giornata-no. Tutte quelle presenti a referto sono scese in campo ed ognuna ha dato il suo contributo nel modo migliore; una particolare nota di merito va alle giovanissime e soprattutto a Cecilia Baldoni, che con la sfrontatezza dei suoi 13 anni è scesa in campo con la tranquillità di una veterana, mettendo a terra palloni fondamentali in momenti decisivi della partita ed esaltando il pubblico presente sugli spalti. In avvio, l’allenatore bianconero schiera Federica Bertinelli in regia, con Irene Cardinali e Gioia Fusaro al centro, Elena Cammarano ed il capitano Elisa Nucciarelli in banda, Elisa Orsini opposta ed Alice Renga libero. Il match inizia all’insegna dell’equilibrio, con tanti errori e cambi palla che mantengono la sfida in sostanziale parità. Il primo tentativo di allungo è delle ospiti, che con il punto del 13-15 inducono coach Chiabolotti a chiedere la prima sospensione. Il time-out però non ha gli effetti sperati ed anzi alla ripresa delle ostilità lo svantaggio cresce ulteriormente, a causa di motivi che vanno ricercati sia nei propri demeriti (tanti errori in attacco e in battuta) che ovviamente nei meriti degli avversari (particolarmente efficaci nelle coperture a muro). Gli attacchi al centro di Silvia Truffarelli firmano l’allungo decisivo e l’ace del capitano Alessandra Schippa per il punto del 14-22 preannuncia il finale del set, che va in archivio sul 18-25. L’andamento della seconda frazione è speculare al precedente; ancora tanto equilibrio iniziale fino al primo allungo, stavolta però a favore del Magione, con il 12-10 di Cardinali. L’ace di Nucciarelli per il 17-14 costringe coach Stefania Dalla al primo time-out, al termine del quale è ancora la formazione di casa ad allungare con Bertinelli e Fusaro. Gli ingressi in campo di Baldoni e Castellini contribuiscono a portare a casa il set senza troppi patemi d’animo ed è proprio quest’ultima la protagonista nel finale, con l’attacco e l’ace che chiudono i conti e ordinano il cambio campo. Il terzo set è quello più combattuto con oltre mezz’ora di gioco ed è anche quello su cui possono concentrarsi le maggiori recriminazioni delle ragazze magionesi, che lo hanno letteralmente buttato al vento con una serie incredibile di errori, soprattutto nel finale. Rispetto ai precedenti set, nella formazione iniziale ci sono Castellini in banda ed Eleonora Favilli libero; l’andamento della contesa vede ancora tanto equilibrio iniziale, fino all’allungo di Orsini per il punto del 15-13. Nucciarelli spinge le compagne fino al 18-15 e Castellini le tiene aggrappate al vantaggio con il punto del 19-17. Poi però, come detto, tanti errori e incomprensioni rimettono in gioco Perugia, che ringrazia e arriva a giocarsi il finale di set punto a punto. Coach Chiabolotti vede le sue in difficoltà e mette in campo Francesca Valeri e Sara Pannacci al posto di Bertinelli e Cardinali; Nucciarelli regala una palla set sul 24-23 ma l’errore in battuta di Pannacci ne annulla gli effetti e così le ospiti possono piazzare l’affondo decisivo e conquistare il cambio campo, riportandosi nuovamente in vantaggio. La quarta frazione è un monologo magionese fin dalle prime battute, con Fusaro e Nucciarelli che allungano fino al 10-5, su cui coach Dalla chiama il primo time-out. Alla ripresa, l’attacco di Baldoni vale il 15-7 e capitan Nucciarelli continua a mettere a terra palloni pesanti fino al 19-10. Coach Chiabolotti a questo punto, in vista della quinta frazione, richiama in panchina Nucciarelli, Bertinelli e Castellini, a cui subentrano Cammarano, Valeri e Rebecca Pettirossi, altra giovanissima classe ’97, che fa così il suo esordio in campionato. Perugia approfitta della girandola di cambi per riguadagnare terreno, ma l’attacco di Cardinali spegne ogni velleità di rimonta. Il tie-break si mette male per la formazione di casa, subito sotto per 0-3; due colpi di Bertinelli però sorprendono la difesa perugina e riaprono i giochi. Si procede così ancora punto a punto, con un equilibrio che sembra davvero non volersi spezzare. Si cambia campo sul 7-8, ma due attacchi di Nucciarelli ribaltano ancora il risultato. Sul 10-9 Baldoni subentra a Orsini e piazza subito un ace che manda in visibilio il pubblico. Fusaro allunga con il punto del 13-10, prima che gli errori della formazione ospite regalino gli ultimi due decisivi punti e permettano così a tutto lo staff bianconero di scacciare le paure e festeggiare con i tifosi un altro successo. In definitiva, si possono dare tante interpretazioni a questa partita da parte del Magione; si potrebbe parlare di un punto perso, ma anche di uno o forse addirittura due guadagnati per quello che si era visto inizialmente. Di sicuro questo è un risultato importante, ottenuto contro una squadra che farà benissimo nel prosieguo della stagione; due punti che fanno classifica e morale in vista del prossimo impegno contro Ellera, un’altra formazione che finora ha conosciuto solo vittorie sul suo cammino. Appuntamento al palazzetto di Magione sabato 19 novembre con fischio d’inizio alle ore 21,15.
AVIS MAGIONE – VITTORIA ASSICURAZIONI PERUGIA = 3-2
(18-25, 25-17, 24-26, 25-17, 15-13)
MAGIONE: Nucciarelli 22, Cardinali 12, Orsini 10, Fusaro 8, Cammarano 6, Bertinelli 3, Favilli 1(L1), Castellini 12, Baldoni 3, Valeri, Pannacci, Pettirossi, Renga (L2). All. Gianluca Chiabolotti e Silvia Tamburi.
PERUGIA: Truffarelli 15, Cherubini 14, Schippa 12, Monti 8, Segoloni 6, Marconi 2, Alunni (L1), Antolini 3, Cerquetelli 2, Verna 1. N.E. – Russo, Ciaravella (L2). All. Stefania Dalla ed Enrico Marconi.
Arbitro: Dario Privitera.
(fonte Polisportiva Magione)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 13, 2011 17:50