Pallavolo in lutto, è morto Carlo Iacone

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 3, 2011 21:20

Pallavolo in lutto, è morto Carlo Iacone

Iacone Carlo

Carlo Iacone

La pallavolo umbra piange la perdita di un grande uomo di sport. E’ morto poche ore fa all’età di 66 anni Carlo Iacone, presidente per circa un decennio della società sportiva Pallavolo Sirio Perugia. Un lungo decorso di malattia lo aveva negli ultimi tre anni allontanato dalla sua passione, quella squadra di volley femminile che ha vinto tutto in Italia ed in Europa. Nato a Napoli il 19 marzo 1945 si era trasferito nel capoluogo regionale per motivi di lavoro ed aveva conosciuto lo sport attraverso il socio in affari Franco D’Attoma, compianto presidente del Perugia Calcio. Avvicinatosi da sponsor alla pallavolo femminile il suo interesse era cresciuto nel tempo sino a portarlo ad entrare nei quadri dirigenziali nel 1986 quando la squadra era ancora in serie B. Era poi subentrato ad Alfonso Orabona sulla massima poltrona del club biancorosso nell’estate del 1998, da quando il cub si era costituito come società per azioni. Grande conoscitore dell’ambiente sportivo era riuscito a portare sotto la Fontana Maggiore stelle internazionali del calibro di Vera Mossa, Carmen Pimentel, Mirka Francia, Regla Torres, Taismary Aguero, Olga Potachova, Irina Kirillova, Dorota Swieniewicz, ma anche campionesse italiane come Maurizia Cacciatori e Simona Gioli ed allenatori del calibro di Bernardo Rocha De Rezende e Massimo Barbolini, solo per citarne alcuni. Dotato di indiscusse capacità manageriali aveva forse messo a segno il suo colpo più grande quando sul finire degli anni novanta aveva ingaggiato l’allenatore Massimo Barbolini, attuale c.t. azzurro. Con il suo acume ed il suo spirito imprenditoriale la Perugia delle schiacciate aveva conosciuto il suo massimo splendore conquistando un’infinità di titoli tra cui tre scudetti, cinque coppe Italia e due champions league. Iacone, ricoverato nel reparto di cardiologia dell’ospedale Santa Maria della Misericordia, era malato da tempo. Nel 2008, dopo la conquista dell’ultimo trofeo finito in bacheca, Iacone aveva lasciato la presidenza della gloriosa società sportiva, una decisione dovuta anche a motivi di salute. Domani sarà allestita la camera ardente all’obitorio del nosocomio perugino e sabato l’estremo saluto dei parenti e degli amici. I funerali si svolgeranno alle ore 11 alla parrocchia di San Sisto.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 3, 2011 21:20
  • Pallavolo Reggio 1952

    Caro Carlo, ti voglio ricordare con un grande abbraccio e una pacca sulla spalla, solo tu nel momento più difficile della nostra attività pallavolistica hai voluto sostenerci perchè non sparissimo, adesso sono quì a ricordarti per la grande e sensibile persona che eri…un vero amico, tu dall’alto delle tue convinzioni e delle tue conquiste non ti sei tirato indietro dal sostenerci, sono io ora a dirti Grazie Grande Carlo…con Affetto,
    Gianni Borriero
    Pallavolo Reggio 1952

  • DOMENICO

    RITORNO ANCORA SU CARLO IACONE, PER DIRE CHE I MIEI ANNI PASSATI ALLA DIRIGENZA DELLA PALLAVOLO UMBRA CI SONO STATI MOLTI SCONTRI MA POI LUI RICONOSCEVA LE MIE ESIGENZE ED IO LE SUE E SI VENIVA AD UN ACCORDO, PERCHE TRA UOMINI DI SPORT SI VENIVA AD UN ACCORDO, ORA VOGLIO SPIEGARMI MEGLIO SE LA PALLAVOLO DEVE MOLTISSIMO IL COMUNE DI PERUGIA, PROVINCIA E REGIONE DEVONO DIRLE GRAZIE PER AVER PORTATO L’IMMAGINE DELLA SUA CITTA’ E L’UMBRIA A LIVELLI MONDIALI MA NON CON UNA CORONA MA CON INIZIATIVE COME LUI ERA CAPACE DI FARE
    GUIDUCCI DOMENICO

  • Antonio Bartoccini

    A nome della Wealth Planet Etruria Pallavolo Corciano vorrei esprimere il nostro grande cordoglio per la prematura scomparsa di Carlo Iacone. Grande stima e rispetto per un uomo che ha portato a livelli incredibili il mondo della pallavolo a Perugia. Ci mancherai Carlo. Sincere e sentite condoglianze a tutta la famiglia.

  • Tifoso triste

    Abbiamo perso una grande persona. Che fosse grande e importante ce ne siamo accorti quando, malato, ha dovuto abbandonare il suo impegno nella grande Sirio. Chissà se vedremo ancora a Perugia del volley a quei livelli ?
    Cosi’ come il grande Franco e’ restato legato al Perugia dei miracoli cosi’ Carlo restera’ legato alla Sirio dei grandi slam.
    66 anni sono pochi per morire ma la quantità non supplisce la qualità e per lasciare un segno e un esempio sono sufficienti.
    Condoglianze sincere alla famiglia.

  • Giulianello Carli

    La nostra società si stringe attorno alla sua famiglia in questo momento di dolore. Ci sia di conforto e di aiuto il suo esempio per il proseguimento della nostra attività. Il presidente, Giulianello Carli