Sir Safety System Bastia, nulla da fare con la capolista

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 13, 2011 15:59
Cricco Fabio

Fabio Cricco

Al Pala-Giontella per il quinto turno di campionato di serie C maschile si è svolta una gara caratterizzata da  profonde differenze. La Grifo Volley Perugia prima  in classifica con una età media sopra i trenta anni  e con ambizioni di promozione, la Sir Safety System Bastia ultima in classifica con una età media sotto i 16 anni e con l’unica ambizione quella di crescere  tecnicamente. Il risultato ha visto prevalere, come sempre accade in questo sport, la più forte. Nel primo set i ragazzi di Scappaticcio hanno tentato con tutte le loro forze di mettere a segno il colpaccio cercando di strappare un set ai quotati avversari. I block-devils  hanno con la battuta scombinato un po’ il gioco dei perugini e con Tavoletti, Skuodis, Cricco e Leone hanno raccolto un bel bottino anche in attacco, buone anche le difese e la ricezione di Giannetto. La Grifo è stata costretta a ricorrere a tutta la sua esperienza per aggiudicarsi il parziale in rimonta. Nel secondo e terzo set la battuta dei padroni di casa non è stata così efficace e ha consentito ai biancorossi di andare subito in fuga e controllare agevolmente  il match. Da sottolineare nelle file bianconere la buona prova dei due più giovani Giardini e Maracchia che hanno manifestato dei grandi miglioramenti. In queste due settimane sono anche iniziati i campionati  regionali di categoria e l’under18 ha già al suo attivo due vittorie la prima contro la  Clt Terni per tre ad uno e la seconda per tre a zero contro la Clitunno Volley. Nel campionato under 14 delle tre squadre impegnate due hanno fatto bottino pieno con un tre a zero sul Città di Castello e con un tre ad uno sul Castiglione del Lago, la terza composta dai più piccoli ha dovuto soccombere ma non ha sfigurato nel confronto con l’Orvieto.
SIR SAFETY SYSTEM BASTIA – GRIFO VOLLEY PERUGIA = 0-3
(22-25, 13-25, 12-25)
BASTIA: Cricco 6, Tavoletti 6, Skuodis 6, Leone 4, Maracchia 2, Giardini 2, Guerrini (L1), Marquez, Dionigi, Faloci, Giannetto (L2). All. Scappaticcio e Randone.
PERUGIA: Burelli 8, Romanò 7, Bondini 6, Marta 6, Padella 2, Sordini 2, Cipolletti (L), Panichi 5, Merli 2. N.E. – Taba, Schiavolini. All. De Paolis e Ragnini.
Arbitri: Silvano Alunni e Daniela Morini.
(fonte Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 13, 2011 15:59
  • Leonillo

    Beh caro Aldo, potresti sentire il Sig.Bettini, presidente della Grifo volley e fondatore della School Volley! Lui si che è qualificato a parlare di come si crescono i giovani! Pensa che un paio di anni fa fece una conferenza stampa di presentazione del suo ambizioso progetto in cui dichiarò (ricordo ancora il video pubblicato su questa testata) che l’insegnamento dei valori sportivi ai giovani sarebbe stato il suo principale obiettivo! Ai visto Aldo i giovani della Grifo Volley? Sai quanti “valori sportivi” al mese prende ciascuno di loro? Continuate così Aldo, portate questi ragazzi a conoscere la vera pallavolo, quella fuori dell’Umbria, quella che conta!

  • aldo

    Buongiorno Giuliano
    ti ringrazio per la tua attenzione nei confronti dei nostri ragazzi, sono d’accordo con te fare un campionato e perdere non fa bene, ma se a questo affianchi un lavoro di preparazione psicologica e la partecipazione ai campionati di categoria il discorso è completamente diverso. Per quanto riguarda la partecipazione ad altri campionati la Fipav Umbria ci permette di iscrivere una squadra Green alla serie C senza avere ne la possibilità di essere promossi ne il problema di retrocedere.Il nostro progetto è molto articolato e il fatto che gli stessi ragazzi che giocano in serie C partecipano ai campionati di categoria con notevoli miglioramenti tecnici e per il momento con buonissimi risultati ci conforta sulla bontà del percorso iniziato. L’elemento agonistico delle gare di serie C dai nostri atleti è vissuto come una parte del loro apprendere la pallavolo e non come il momento più importante. Comunque noi siamo lieti quando qualcuno si occupa dei giovani e ci piace confrontare le nostre idee con chiunque sia interessato a questo nostro meraviglioso sport. Noi abbiamo a lungo ragionato sul progetto e ovviamente il nostro obbiettvo non è il risultato in serie C ma la crescita tecnico/tattica dei nostri atleti, potremmo anche sbagliare ma questo lo scopriremo nel proseguio della stagione.
    Aldo Chiccarelli

  • Giuliano

    Ammirevole l’impegno della sir safety, ma potrei ricordare che per giocatori di 16 anni con le VS caratteristiche, esistono anche campionati inferiori….crescerebbero di più e conquisterebbero qualcosa in campo. Anche lo spirito vuole la sua parte. Nel Lazio, per arrivare a giocare in serie C, bisogna vincere, IIIdiv – IIdiv – Idiv – Serie D per poi arrivare in serie C.
    Vincere i campionati, non è cosa semplice, ve lo assicuro, e si impara molto, anche a gestire i momenti no. Fare un campionato solo con momenti NO, non aiuta a nulla. Saluti