La Crediumbria Ternana perde l’imbattibilità e la Muzi

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Dicembre 18, 2011 12:30

La Crediumbria Ternana perde l’imbattibilità e la Muzi

Muzi Jessica (attacco)

un attacco della centrale Jessica Muzi

Giornata sicuramente negativa quella di sabato 17 per la Crediumbria Ternana che, oltre ad essere fermata al quinto set dalla Libertas Perugia in un gelido Capitini, perde, forse definitivamente, la centrale Jessica Muzi, una pedina fondamentale nello scacchiere rossoverde. Faceva bene coach Braghiroli a temere questa trasferta sul campo perugino, rivelatasi negativa con la prima sconfitta in questo campionato anche se al tie-break. Partita che, sicuramente, ha cambiato il suo corso dopo l’infortunio al ginocchio per la centrale rossoverde Jessica Muzi, trasportata in ospedale dove, dopo accurate visite ed esami, alla Muzi gli è stata diagnosticata una forte lussazione della rotula con spostamento del piatto tibiale; interessamento (per la certezza bisognerà attendere qualche giorno) del legamento crociato anteriore e del collaterale. La gara: le rossoverdi con Petrelli in palleggio e Camilli in diagonale. Muzi ed Ercolani al centro. Lanari libero. Eleonora Scarpa ed Ilenia Scarpa laterali. Primo set abbastanza agevole per la Crediumbria  nella prima parte: 2-9 con Camilli in serie positiva in battuta. La Crediumbria tenta una fuga con Eleonora Scarpa ed Ilenia Scarpa in cattedra (9-16). La Libertas non molla e mostra i muscoli con una reazione importante al punto di raggiungere la parità (18-18). Si avanza punto a punto ma la Crediumbria manifesta la sua solidità e con Muzi chiude il set con il punteggio di 23 a 25. Braghiroli, nel cambio campo richiama la propria squadra a mantenere alta la concentrazione ed il gruppo rossoverde lo ascolta: la Crediumbria parte a mille (2-8). Il muro rossoverde della Muzi (quattro nel set) è invalicabile e le rossoverdi prendono il largo (8-15). Anche errori nelle fila rossoverdi, soprattutto in regia. Ancora Muzi con due fast consecutive a regalare l’allungo definitivo alla Crediumbria: 13 a 25. I due allenatori, nel cambio campo, cercano di spronare il proprio gruppo ad una prestazione migliore ma il terzo set segue lo stesso andamento dei precedenti: Crediumbria subito aggressiva: prima 2-8 con ancora il muro della Camilli e della Muzi e poi 6-14 con Eleonora Scarpa sopra le righe. Nelle file della Crediumbria abbonda il sorriso ed inizia a scemare la concentrazione: 14-15 con la Libertas padrona del campo. Sul pari 17 quello che mai dovrebbe accadere: dopo un muro, Muzi cade a terra immobile. Il gioco si ferma. Le urla della Muzi straziano il gelido Capitini. Viene sollevata di peso e spostata a bordo campo. Le rossoverdi sono frastornate. Il set riprende, la Crediumbria prova a giocare ma a nessuno interessa più la gara. La Libertas conquista il set con il punteggio di 25 a 23. Inizia il quarto set con Massimo Braghiroli che cerca di richiamare le attenzioni delle proprie atlete alla gara… tutto sembra inutile: continua un via vai di dirigenti per capire l’entità del danno alla Muzi ancora immobile a terra e fortemente dolorante. Si sollecita una ambulanza che tarda ad arrivare. Sul punteggio di 14-12 per la Crediumbria la gara viene interrotta di nuovo per permettere ai medici del 118 di soccorrere Muzi. Dieci minuti di stop interminabili, poi il gelido Capitini, tra sconcerto e dolore, regala un forte applauso alla Muzi che in lacrime esce in barella con un vistoso tutore alla propria gamba sinistra. Il set riprende ma non per tutti: alcune rossoverdi sono bloccate, altre con lo sguardo nel vuoto, tutte in lacrime e  provate per quanto accaduto all’amica Jessica. La Libertas sale in cattedra e tiene testa punto a punto alla Ternana. Il set finisce in favore delle padrone di casa: 25 a 23. Al quinto set la Crediumbria torna a fare gioco ed al cambio campo conduce per 3-8. Poi ancora Ilenia Scarpa a mettere palla a terra 9-12 ma la Crediumbria inizia ad accusare la paura di non farcela. Previsione che si avvera in quanto, la Libertas chiude il quinto e decisivo set in proprio favore domando una Crediumbria bella ma nervosa. Primo stop per le rossoverdi che comunque guadagnano un punto sull’Orvieto sconfitto per tre ad uno in casa della Multicopia Perugia. Le orvietane sono state raggiunte in seconda posizione da Ars Perugia e dalla stessa Multicopia. Ora prima della sosta natalizia c’è il turno infrasettimanale. Per la Crediumbria l’ultima gara del 2011 sarà al Pala-Itis, mercoledì 21 dicembre ore 20,30 contro il San Sisto.
LIBERTAS PERUGIA – CREDIUMBRIA TERNANA = 3-2
(22-25, 16-25, 25-23, 25-23, 15-13)
PERUGIA: Gradassi 19, Di Giandomenico 14, Aglietti 14, Gaudenzi 10, Chiotti 6, Radi 3, Lorenzi (L), Alunno Aleandri 2, Falcinelli, Martini, Sorci. All. Simone Picchio.
TERNI: Scarpa E. 25, Scarpa I. 20, Muzi 11, Camilli 11, Ascani 4, Petrelli 2, Lanari (L1), Ercolani 2, Uti 1, Brizi, Venturi, Fucile, Dionisi (L2). All. Massimo Braghiroli.
(fonte Ternana Pallavolo)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Dicembre 18, 2011 12:30