San giustino KO contro Macerata

Pianeta Volley
By Pianeta Volley dicembre 27, 2011 14:16
Finazzi Danilo (muro)

il centrale Danilo Finazzi si oppone a muro

Nell’undicesima giornata del girone di andata della serie A1 Sustenium, in un Palakemon gremito di tifosi, la Lube Banca Marche Macerata vince per tre set ad uno battendo una combattiva Energy Resources San Giustino. C’è l’esordio, nella fila degli altotiberini, dell’opposto americano Evan Patak. Ancora ai box Andrea Bartoletti a causa dell’infortunio occorsogli nel match contro Monza.
Primo set – Esordio per il nuovo opposto americano in forza alla Energy Resources, Evan Patak. Buon impatto sulla partita per i padroni di casa che giocano sul punto a punto con la seconda forza del campionato. Il primo minibreak, però,  arriva a ridosso del primo timeout tecncio: 5-7 Lube che mette a terra il successivo attacco vincente che vale le tre lunghezze di vantaggio: 5-8. Un doppio Rauwerdink porta i padroni di casa a meno uno. Nuovo uno-due degli ospiti: 7-10. Sbaglia l’attacco Urnaut: allungo della Lube, timeout De Giorgi: 7-11. Il Palakemon trabocca di tifosi: in 150 sono arrivati dalle vicine Marche. Il sestetto ospite gestisce bene il cambio palla rosicchiando ancora un punto: 11-16 al secondo time out tecnico. Dopo l’errore di San Giustino, De Giorgi non aspetta e richiama subito i suoi: 11-17. La Lube Banca Marche ha oramai preso il largo: 12-19, esce Finazzi entra Cozzi. Pipe di Savani, per il punto 20 dei marchigiani, la Energy segue a quota 12. Urnaut non passa il muro ospite: 14-22. Il nastro ferma la battuta di Patak. La Energy Resources con Urnaut e Patak prova ad avvicinarsi: 18-23 e Giuliani chiama timeout. Savani conquista il primo di sei setpoint. Lo schiacciatore della nazionale sbaglia il servizio, Creus fa ace: 20-24. Fuori l’attacco di Omrcen. Creus sbaglia di poco, la battuta: 21-25.
Secondo set – Ad aprire le danze l’ace di Stankovic. Muro su Patak: 2-0 per gli ospiti. Muro di Finazzi sull’attacco dalla seconda linea di Parodi. Muro di Creus su Podrascanin: due pari. Attacco sbagliato ancora dal centro, vantaggio San Giustino. Omrcen porta i suoi di nuovo avanti. L’opposto della Lube sbaglia due attacchi consecutivi: 6-4. Al primo timeout tecnico la Energy Resources è avanti di due punti. Attacco vincente sulle mani del muro avversario di Rauwerdink: 9-6. Il sestetto di De Giorgi cerca di mantenere ordine in campo e gestire i tre punti di vantaggio. Un doppio Savani da posto quattro è imprendibile per i padroni di casa: 11-10. Omrcen pareggia. Errore dalla seconda linea di Rauwerdink: 13-14. Parodi non  sbaglia e sul 13-15 De Giorgi chiama timeout. Al secondo timeout tencico la Lube mantiene le due lunghezze di vantaggio. Entra Pajenk in battuta per Podrascanin, ma sbaglia. Rauwerdink pareggia. Con la battuta di Creus che mette in difficoltà la ricezione avversaria, c’è ancora l’attacco vincente di San Giustino: 17-16. Dopo il pareggio c’è l’ace di Parodi che sbaglia subito dopo. L’ace questa volta è di Rauwerdink: 20-19 timeout Giuliani. Dopo il doppio muro su Savani è Omrcen a chiudere il punto per Macerata. Stankovic tira una bomba: ospiti di nuovo avanti, 20-21 e De Giorgi ferma il gioco per trenta secondi. Stankovic è ancora decisivo in battuta. Bene Urnaut da posto quattro: 21-22. Il muro altotioberino non ferma Podrascanin. Patak vincente: 22-23. Errore di Urnaut: due setpoint per gli ospiti. San Giustino annulla i due setpoint: vantaggi. Non si capiscono i padroni di casa e Macerata guadagna un altro setpoint ma Podrascanin manda la palla in rete. Giuliani chiama timeout. San Giustino lotta alla pari con lo squadrone ospite. Primo setpoint per i padroni di casa grazie a Rauwerdink: 27-26, ma Parodi pareggia. Finazzi mette giù il pallone dell’uno pari: 28-26.
Terzo set – Macerata torna a guidare il gioco ad inzio set e sul 2-4 De Giorgi ferma il gioco. I padroni di casa pareggiano, gli ospiti si innervosiscono e Omrcen prende il giallo: 7-6. Al primo timeout tencico la Energy Resources è avanti di un punto. Bene Rauwerdink e Urnaut: 10-8. Sbaglia l’attacco Patak: 11-9. Troppo veemenza nella battuta di Parodi, muro di Finazzi: 13-9. Passa Omrcen tra le braccia del muro altotiberino: 13-10. Finazzi passa al centro, attacco vincente degli ospiti: 14-11. Recuperano due punti gli ospiti: 15-13 e De Giorgi chiama timeout. Con l’attacco vincente dell’opposto americano, la Energy Resources è avanti di tre punti al secondo timeout tecnico. San Giustino cerca di tenere a distanza i pericolosissimi avversari che con Parodi si riportano a meno uno. Pareggia Omrcen a quota 19. Molto buona la prova di Patak che si è allenato una sola volta con i suoi nuovi compagni: è suo il punto numero 20 e la Lube ferma il gioco. Patak è bravo a cercare le mani del muro ospite, l’opposto di Macerata non sbaglia un colpo: è suo l’ace del vantaggio: 21-22. Savani allunga e Patak sbaglia l’attacco del 21-24 per i marchigiani. Chiude Savani: 21-25.
Quarto set – San Giustino recupera subito i due punti di svantaggio. E’ dura contro il sestetto ospite, ma gli altotiberini combattono con tutte le armi a disposizione: la partita è bella e molto combattuta. Si procede sul punto a punto fino al primo timeout tecnico: grazie all’attacco di Savani sono gli ospiti avanti di un  punto. Allungo con Parodi per il sestetto di Giuliani: 10-13. Errore in palleggio di Podrascanin, ace di Rauwerdink: 14-15. L’attacco sul muro è vincente per Macerata che al secondo timeout tecnico è avanti di due punti. Dopo l’errore dei padroni di casa, De Giorgi chiama timeout: 14-17. E’ dura ora per gli altotiberini recuperare il gap. L’esperienza di Savani e compagni fa la differenza nei momenti che contano: ace del numero tre ospite: 15-19, nuovo timeout per i padroni di casa. Doppio Patak: 17-19. Parodi schiaccia da posto quattro: 17-20. Invasione fischiata agli ospiti, vincente dell’opposto americano: 19-20 timeout Giuliani. Omrcen mette giù il punto 21, muro di Stankovic: 19-22. Bravo Urnaut dalla seconda linea: 20-22. Creu sbaglia la battuta per il 20-23: Macerata ad un passo dalla vittoria. Stankovic mura Finazzi: quattro matchpoint. Chiude3 l’errore di Urnaut: 20-25.
Fefè De Giorgi, allenatore Energy Resources San Giustino:” Da una parte sono contento, perché ho visto la squadra che ha creato gioco e vorrei che prendesse spunto da questo incontro perché, limando qualche ingenuità, possiamo fare molto di più. Mi è piaciuto l’impatto di Patak sulla partita. Adesso sappiamo chi siamo, il nostro campionato inizia da qui”
Cristian Savani, schiacciatore Lube Bana Marche Macerata:” Tutte le partita sono difficili, questa è stata difficile. Dopo aver perso il set ci siamo gasati. Con Patak c’è stato un maggior apporto tencico, è un valore aggiunto”.

ENERGY RESOURCES SAN GIUSTINO – LUBE BANCA MARCHE MACERATA = 1-3
(21-25, 28-26, 21-25, 20-25)
ENERGY RESOURCES SAN GIUSTINO – Petkovic 12, Patak 14, Creus 16, Finazzi 15, Urnaut 18, Rauwerdink 15, Giovi (L), McKibbin, Tholse,  Sammelvuo, Cozzi, Lo Bianco,  All. De Giorgi.
LUBE BANCA MARCHE MACERATA – Travica 2, Omrcen 20, Podrascanin 8, Stankovic 13, Parodi 21, Savani 19, Exiga (L), Lampariello, Pajenk, Kovar, Monopoli, Van Walle All. Giuliani
(fonte Umbria Volley San Giustino)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley dicembre 27, 2011 14:16