Sir Safety Perugia cerca di allungare la striscia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Dicembre 7, 2011 14:59

Sir Safety Perugia cerca di allungare la striscia

Lattanzi Niccolò

Niccolò Lattanzi

Festa dell’8 dicembre in campo per la Sir Safety Perugia. Il calendario della serie A2 Sustenium prevede infatti domani alle ore 18 il turno infrasettimanale, tredicesima di campionato, e per i block-devils c’è la lunga e insidiosa trasferta di Avellino che vede come avversaria la Sidigas Atripalda. La carovana bianconera è partita alla volta dell’Irpinia con le pile cariche, frutto della bella affermazione di domenica con Molfetta e della buona classifica attuale che vede Perugia al terzo posto. Kovac ha potuto verificare i progressi del suo gruppo, anche dal punto di vista della tenuta mentale, vista l’ottima reazione dopo aver perso il primo set (per la prima volta nelle gare disputate al Pala-Evangelisti). Il tecnico serbo non sa ancora se riuscirà a recuperare in tempo per domani il centrale Corsini, uscito per un problema fisico domenica sera durante il match con Molfetta. ‘Tarzan’ in questi pochi giorni ha lavorato a parte ed è sulla via del pronto recupero, ma il suo utilizzo resta in dubbio. In caso non dovesse essere della contesa, sarà il giovane Zamagni, come ha già fatto con ottimi risultati domenica, a prendere il suo posto al centro della rete. Per il resto probabile consueta formazione per la Sir, con Daldello in regia, Tamburo opposto, Tomassetti al centro, Vujevic e Petric in banda e Cesarini libero. L’incontro ha grande valore per la Sir, vista l’imminente fine del girone d’andata (mancano con quella di Avellino tre gare) con la conseguente qualificazione alle fina eight di coppa Italia. L’incontro, per altri motivi, ha grande valore anche per Niccolò Lattanzi, alla sua quarta stagione in maglia bianconera. Il martello nativo di Spoleto festeggerà ad Avellino la sua centesima partita con la Sir! A leggere solamente la classifica sembrerebbe un match non difficile per gli umbri, ma chi è stato almeno una volta all’interno di un campo di volley sa benissimo che così non sarà. Non lasci infatti ingannare l’ultimo posto attuale di Atripalda, fanalino di cosa con due soli punti all’attivo. Difficoltà di vario genere hanno finora condizionato il cammino dei campani. Da una lunga serie di infortuni, a partire da quello dell’opposto brasiliano De Paula, passando per cambi alla guida tecnica, dove da un paio di settimane manovra il timone coach Lorenzoni. La società però non si è data per vinta, modificando profondamente anche l’organico per cercare di risalire la china e raggiungere quella salvezza obiettivo dichiarato ad inizio stagione. Così domani ci sarà in campo un 6+1 molto diverso da quello che nella prima giornata superò Isernia al tie-break, prima che iniziasse una serie di undici sconfitte consecutive. Ballottaggio in cabina di regia tra Libraro e Paris. I due finora si sono spesso alternati con Paris in campo nell’ultima di campionato domenica scorsa a Milano. Anche nel ruolo di opposto qualche dubbio per Lorenzoni. De Paula infatti, pur recuperato dall’infortunio di inizio stagione, tre giorni fa ha accusato una piccola ricaduta che lo ha costretto in panchina in luogo del giovane Scialò. Più probabile comunque un utilizzo del brasiliano domani pomeriggio. Al centro insieme a D’Avanzo, non ci sarà più Loglisci, che si è consensualmente separato con la società. A far muri e primi tempi ci sarà Cuomo. In posto quattro una colonna della squadra è certamente l’ungherese Nemeth al quale la società ha affiancato, da alcune giornate, Cosimo Gallotta, in uscita da Reggio Emilia. In panchina inoltre c’è anche l’argentino Bidegain, altro acquisto novembrino. Libero infine il confermato Coppola. Cliente ostico per i grifoni perugini, non c’è dubbio. Ma Perugia vuole dare continuità alle proprie prestazioni e proseguire nella strada che porta alle finali di coppa. Atripalda: Paris-De Paula(Scialò), D’Avanzo-Cuomo, Nemeth-Gallotta, Coppola (L). All. Alessandro Lorenzoni. Perugia: Daldello-Tamburo, Zamagni(Corsini)-Tomassetti, Vujevic-Petric, Cesarini (L). All. Slobodan Kovac. Arbitri: Graziano Gelati e Alessandro Somansino.
(fonte Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Dicembre 7, 2011 14:59