Energy Resources San Giustino perde al tie-break

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 15, 2012 23:50

Energy Resources San Giustino perde al tie-break

Finazzi Danilo (muro)

Danilo Finazzi si oppone a muro

La seconda giornata del girone di ritorno della serie A1 Sustenium, si chiude con l’amaro in bocca per la Energy Resources San Giustino che, al Pala-Kemon, divide la posta con l’Andreoli Latina che si porta via la fetta più grande. Nel primo set l’avvio è migliore per gli ospiti che, sempre avanti, chiudono il parziale con quattro lunghezze di vantaggio. Nel secondo set sono quasi sempre i padroni di casa a guidare la partita grazie all’apporto di Patak e Urnaut e gli altotiberini impattano. Dopo l’avvio migliore di San Giustino nel terzo set, è di nuovo Latina  a prendere il sopravvento. Finale di parziale concitato: il sestetto di Prandi sciupa quattro set point ma San Giustino non rifinisce l’impresa: è Cester a portare i suoi sul due a uno. Completamente scarichi i laziali, non combattono affatto nel quarto set che è tutto appannaggio degli altotiberini che vincono lasciando l’Andreoli a 15. Nel tie-break gli ospiti sono più incisivi, Creus e compagni si innervosiscono per una decisione arbitrale e non ritrovano più il bandolo della matassa. L’ultima battuta dei padroni di casa è nelle mani di Marco Lo Bianco. Pur lottando palla su palla, San Giustino cede il quinto set a Latina. Mvp Rivera. Inizia attento il muro di Latina che si porta sul 3-1. Gli ospiti mantengono il vantaggio fino al cinque quando vengono raggiunti dopo gli attacchi di Urnaut e Creus. Muro vincente di Creus per il sorpasso: 7-6. Il muro su Rauwerdink consegna il nuovo vantaggio di una lunghezza dei laziali al primo time out tecnico. L’errore in battuta di Creus ed una difficile ricezione di Giovi segnano l’8-10 per Latina. Ancora palla a terra per l’Andreoli che si porta a più tre: time out De Giorgi. Accorciano gli altotiberini che con Patak impattano a quota 11. Nuovo più due dell’Andreoli ma con Patak e l’ace di Cozzi c’è nuova parità. Al secondo time out tencico è ancora il sestetto di Prandi a tenere avanti la testa: 15-16. Cester prima e Jarosz segnano il passo. Muro dell’ex Cester su Creus: 16-19 time out De Giorgi. Ricezione errata di San Giustino su battuta di Sottile, ne approfittano gli ospiti che allungano. Sempre a segno l’opposto dell’Andreoli. Ace di Cester: 18-23. Entra Diachkov per Fragkos. Gitto al centro conquista il primo di quattro set point. Jarosz sbaglia la battuta ma non l’attacco successivo: 21-25. Il secondo set inizia come il precedente, Latina che si porta subito sul 3-1 costringendo De Giorgi al time out. E come nel primo parziale la Energy Resources pareggia ma a quota tre. Patak mena in battuta per il 5-4 per San Giustino.  Il muro di Cester su Patak porta l’Andreoli avanti di una lunghezza al primo time out tecnico. L’opposto americano questa volta sfonda il muro ospite per l’otto pari. Si lotta in campo per il nono punto, alla fine la spuntano i padroni di casa. Doppio muro di Cozzi: 11-9 Energy Resources. Sul 12-10 esce Creus entra Finazzi. Nuovo muro vincente altotiberino. Entra di nuovo Diachkov per Latina. Muro di Gitto su Urnaut: 13-11. Bene la diagonale McKibbin-Patak: 15-12. Con il pallonetto di Urnaut dalla seconda linea, San Giustino va al secondo time out tecnico avanti di tre punti. Accorcia Latina a meno uno, ma un doppio Cozzi ripristina il più tre: 19-16 e time out Prandi. Si riportano in carreggiata i laziali: 19-18 e time out De Giorgi. Torna in campo Creus per gli altotiberini. Fallo fischiato a Rivera, sul 21-18 per la Energy Resources è Prandi a richiamare i suoi. Passa Diachkov, ma Creus è attento a non sprecare l’occasione al centro, è sempre più tre San Giustino. Il muro ferma Patak, ma poi c’è sempre Creus: 23-20. Errore in battuta di Urnaut: entra Troy in battuta per Latina ma sbaglia: tre set point per i padroni di casa. Cester annulla il primo, chiude Cozzi 25-22. Per la prima volta nella partita, il terzo set inizia con il vantaggio dei padroni di casa: 4-2, ma gli ospiti impattano prontamente e sono avanti di due punti al primo time out tecnico. Torna a far male Jarosz: 8-10. Latina gestisce bene il cambio palla e allunga con Hardy-Dessources in campo dall’inizio del set al posto di Gitto: 10-13. Jarosz trascina i suoi che, al secondo time out tencico, sono avanti di quattro punti. Urnaut cerca di accorciare, Jarosz commette un errore in attacco: 19-20 per il time out di Prandi. Passa Rivera in posto quattro e Creus al centro. Muro su Cozzi: 20-23 e time out De Giorgi. Patak fermato dal muro di Cester e De Giorgi chiama di nuovo i suoi: quattro set point per Latina. San Giustino ne annulla tre e costringe Prandi a richiamare i suoi. Sbaglia l’attacco Rivera: 24 pari. Ma subito una nuova possibilità per gli ospiti, annulla Patak. Chiude l’ace di Cester: 25-27. Quarto set 3-1 San Giustino dopo l’ace di Rauwerdink. Latina è sempre in agguato, ma con Urnaut i padroni di casa tentano l’allungo: 6-3. Ace di Patak, per lui il secondo nel match e time out Prandi. Al primo time out tencico gli altotiberini conducono 8-3. Esce Diachkov, rientra Fragkos. Esce Jarosz, in un momento non della partita, entra Troy sul 10-5. Allungo degli altotiberini che approfittano anche di un vistoso calo degli avversari particolarmente nervosi.  13-7, time out Prandi. Efficace il gioco della Energy Resources che chiude tutti gli spazi ai laziali e affonda il colpo: 15-7. 8 i punti di vantaggio dei padroni di casa al secondo time out tecnico. Secondo ace del set per Patak: 18-9. L’Andreoli non trova varchi: 10 set point per gli umbri. Chiude Patak: 25-15. Nel tie break rima a segno Cester, poi Rauwerdink e Urnaut. Ma un doppio Diachkov fa passare avanti Latina: 2-3. Pareggia ancora Urnaut. Invasione fischiata a Creus, ma poi pareggia sempre Urnaut da posto quattro. Passa al centro Hardy-Dessources, risponde Creus: 5 pari. Rivera vincente per l’Andreoli, Patak spara fuori l’attacco: 5-7 ospiti, time out De Giorgi. Al cambio campo è Latina avanti di tre punti: 5-8. Passa Rauwerdink, Tholse, entrato al posto di McKibbin, mura Rivera: 7-8 time out Prandi. Errore di Creus in battuta, rientra McKibbin. Spettacolare l’ottavo punto di San Giustino: lo rifinisce Rauwerdink. Ma è sempre Latina ad avere la testa avanti. Muro su Urnaut, l’Andreoli allunga e De Giorgi richiama i suoi sul 12-9. Una discussa decisione arbitrale favorisce gli ospiti: 13-9. Vincente dei laziali, 5 match point per il sestetto di Prandi. Sul 10-14 entra Lo Bianco in battuta, ma Latina chiude il match. Il centrale Paolo Cozzi ha così commentato: «Nel quinto set ci siamo smarriti anche per una decisione arbitrale che ci ha innervositi. Abbiamo iniziato la partita molto contratti, poi quando ci sciogliamo riusciamo a mettere in campo un bel gioco di squadra e andiamo a vele spiegate. Ma le sicurezze le perdiamo anche molto velocemente».
ENERGY RESOURCES SAN GIUSTINO – ANDREOLI LATINA = 2-3
(21-25, 25-22, 25-27, 25-15, 10-15)
SAN GIUSTINO: Patak 20, Urnaut 20, Rauwerdink 15, Cozzi 12, Creus 10, Mc Kibbin 2, Giovi (L), Tholse 1, Finazzi, Petkovic, Lo Bianco, Sammelvuo. All. Ferdinando De Giorgi.
LATINA: Jarosz 17, Cester 17, Rivera 17, Gitto 5, Sottile, Fragkos 5, De Pandis (L), Diachkov 9, Hardy-Dessources 6, Troy 5, Guemart, Tailli, Galabinov,. All. Silvano Prandi.
(fonte Umbria Volley San Giustino)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 15, 2012 23:50