Friservice Nocera Umbra, impresa compiuta contro Assisi

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 23, 2012 11:49

Friservice Nocera Umbra, impresa compiuta contro Assisi

Friservice Nocera Umbra (festeggia)

il gruppo della Friservice Nocera Umbra

Italia-Germania, la finale della Schiavone al Roland Garros, Pantani in cima all’Alpe d’Huez. La storia è fatta di avvenimenti sportivi che restano nella memoria degli appassionati, motivo d’orgoglio per i protagonisti che li tramanderanno ai loro nipoti. Restringendo l’orizzonte al livello dilettantistico, quella di sabato sera resterà una partita che nessuna delle giocatrici della Friservice Nocera Umbra e forse anche dell’Assisi Volley potrà mai dimenticare. Un numero e una veemenza di emozioni tali da far tremare le coronarie di tutti gli spettatori presenti sulle tribune. La Friservice, alla fine di una maratona durissima dal punto di vista fisico e, soprattutto, mentale, è riuscita ad avere la meglio della ex capolista della serie D femminile. Prima squadra in questa stagione a mandare al tappeto le assisane che fino adesso erano sempre riuscite a passare indenni gli scontri diretti. Stavolta però hanno trovato un’avversaria troppo motivata, che ha giocato con il cuore e con il coltello tra i denti, che sullo spirito di squadra e del sacrificio ha posto le basi per una meravigliosa vittoria al tie-break (24-26, 25-21, 24-26, 25-21, 15-13). La cronaca dell’incontro richiederebbe pagine e pagine per essere descritta. Già il primo set fa capire che la serata sarà da cardiopalma. I primi scambi lasciano subito intuire che le ragazze di Oriano Ornielli hanno finalmente ritrovato il giusto piglio e sarà tutta altra storia rispetto alle apatiche prestazioni offerte negli ultimi due mesi. Federica Urbani,  vera protagonista assoluta della partita, sale in cattedra con la sua esplosività e con una serie prodigiosa di attacchi precisi e risolutivi. Stesso discorso per l’altra laterale, la giovane Andrea Barrionuevo, che dopo i segni di risveglio mostrati a Narni, sfodera una prestazione maiuscola mettendo in mostra tutte le sue potenzialità. Precisa in battuta al salto, pulita e incisiva in fase d’attacco. La stella sudamericana riscalda gli animi dei propri tifosi. Punto su punto, la battaglia va avanti senza che nessuna delle due pretendenti prenda il largo e si arriva sul 23-23. Nocera Umbra si guadagna un prezioso set-point ma le ospiti dimostrano che non a caso sono in vetta alla classifica e con grande caparbietà e sangue freddo, ribaltano la situazione imponendosi 24 a 26. Grande mazzata dal punto di vista psicologico per le padrone di casa che avevano annusato la possibilità di strappare un set alla capolista e invece si ritrovano a dover ripartire da zero. Ma la bravura dell’allenatore Ornielli e la determinazione delle nocerine, fanno sì che il secondo set riparta sulla scia del primo e questa volta per Assisi c’è poco da fare. Le nocerine si impongono per 25 a 21. Terzo set fotocopia del primo: duello all’ultima schiacciata, colpo su colpo. L’equilibrio è sostanziale ma ancora una volta sul più bello emerge la differenza che fa sì che una delle due squadre sia in vetta alla classifica e l’altra ai piedi del podio. Set-point per la Friservice sul 24-23 che viene vanificato da errori di precisione in ricezione. Seconda beffa della serata e Assisi passa nuovamente in vantaggio aggiudicandosi il set per 24 a 26. Se il terzo set è stato la fotocopia del primo, il quarto lo è del secondo e nonostante stavolta Assisi abbia un vantaggio di quattro punti durante la frazione, le nocerine trovano la forza di addrizzare la situazione e si impongono 25 a 21. Decisivo lo stratagemma dell’ingresso di Elena Gaudenzi e Danila Mancinelli per proporre l’attacco a tre ma fondamentale lo spirito delle locali trascinate dal capitano Giulia Moriconi e dalla sapiente e generosissima Monia Cesaretti. Il raggiungimento del tiebreak potrebbe essere motivo di appagamento per la Friservice che con Ellera commise questo errore. Stavolta però il livello di concentrazione è troppo alto e Nocera parte in quinta, prendendo subito il largo. Mostruosa la fase finale di gara della centrale Erica Gaudenzi che mura ogni cosa e riporta sul pianeta terra la forte rivale di Assisi, cercata con insistenza dalla compagne di squadra e forse punita dalla troppa sicurezza nei propri mezzi. Sicuramente il duello più bello della partita. Si arriva sul 13-8 e sembra fatta. Ma è scritto che il finale debba essere un thriller. Grande rimonta delle ospiti che arrivano sul 13-13. L’inerzia ora è dalla loro parte ma un errore in battuta regala un prezioso match-point a Nocera che stavolta non se lo lascia sfuggire raggiungendo il meritato successo al termine di un ultimo scambio interminabile che ancora una volta ha mostrato tutto il valore e la caparbietà delle ragazze di Assisi meritevoli di occupare una posizione di vertice nella classifica. Per la Friservice Nocera Umbra una enorme iniezione di fiducia che servirà per affrontare al meglio il girone di ritorno. Le giocatrici di Ornielli hanno avuto da loro stesse una dimostrazione di quanto sia elevato il loro potenziale ed è ora un obbligo morale dare seguito a questa prestazione, a partire dalla trasferta di sabato sul campo della Volley Ball Tiferno. Per la società, i tifosi e tutti coloro presenti al palazzetto dello sport, una serata che va di diritto inserita nella Hall of Fame delle imprese sportive indimenticabili.
(fonte Nuova Pallavolo Trevi)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 23, 2012 11:49