Il saluto alla squadra di Marta Milli

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 10, 2012 17:52

Il saluto alla squadra di Marta Milli

Milli Marta

Marta Milli

La Volley Ball Tiferno di serie D femminile procede nel suo cammino che punta ad ottenere la permanenza nel campionato, ma per farlo dovrà rinunciare a partire dal prossimo sabato al suo libero che per motivi di studio si trasferirà per un lungo periodo a Madrid. Il commiato di Marta Milli è carico di sentimenti: «Un pallone, un campo, e dodici atlete. La storia d’amore più bella che una ragazza possa vivere per 16 anni della sua vita. Ma come tutte le storie d’amore più belle, più intense, più emozionanti, esiste un inizio ed una fine. Sono quelle storie dove dai tutta te stessa dove versi lacrime, sudore, sorrisi, abbracci e alla fine non ne uscirai mai vuota; è una di quelle storie che iniziano da quando tu sei piccola e non sai ancora cosa sia in realtà quel pallone e cosa saranno per te tutte le altre bambine che ruotano intorno a te con le code e trecce più fantasiose. Poi cresci con questa storia d’amore e capisci che quel pallone è la soddisfazione che puoi trarre ogni sabato nel non farlo cadere, nel mio caso, ma che verrà buttato a terrà da una di quelle bambine che sono cresciute insieme a te. Questa storia d’amore è la pallavolo. Ed ora, a pochi giorni dalla mia partenza per Madrid, capisco che è stata l’avventura più bella della mia vita, e non so se al ritorno riprenderà. Ma una cosa è certa, mi mancherà! Mi mancheranno le cene di squadra dove si consuma solo cibo sano e salutare (sì, ciao!), mi mancheranno gli allenamenti invernali alla Pascoli che più che allenamenti di pallavolo possono essere annoverati negli allenamenti sulle piste di ghiaccio visto e considerato il freddo che regna qualche volta. Mi mancheranno le cavolate sparate negli spogliatoi, la gara che si ripete tra me e la Ze per accaparrarsi il posto migliore nello spogliatoio, mi mancherà la Morich che mi ripete: “ma quanto so bella?!”; mi mancherà la Post-it e i suoi dispetti; mi mancherà la Jè, i suoi capelli e i suoi: “non ho capito!”, mi mancherà la Pupa e i suoi rosari liturgici; mi mancherà la Marzia con la sua cuffia fucsia, e la Barto che per fortuna lei ha sempre due cose: due paia di ginocchiere, due pantaloncini, insomma la donna “se te manca qualcosa ce l’ho io”; mi mancherà la Raffa che non la piega neanche il Sasso della Verna e poi mi mancherà la Ronti senior che mi dice: “Mix mi stiri i capelli?” (alle 23 della sera negli spogliatoi), insieme a lei siamo le campionesse olimpiche del palleggio a coppie. Mi mancheranno tutte queste cose e persone ma se guardo indietro potrò solo ridere e ricordare i bei momenti, come la vittoria della serie D e conquista della promozione (sono onesta in questo caso, c’ha detto una gran bella botta di c…). E’ così anche l’ultima vittoria, quella della prima divisione dello scorso anno, sicuramente per pregio meno importante della serie D ma altrettanto sicuramente la più bella, dove 12 amiche più un allenatore (Francesco Zanchi) hanno raggiunto il successo più entusiasmante! Grazie amiche per questa splendida avventure, ma grazie anche ai tecnici che ci sono stati in tutto questo periodo e tutti i presidenti… è anche grazie a loro che ho vissuto la storia più bella della mia vita». Hasta la vista Marta… y que te vaya bien!

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 10, 2012 17:52