La Grifo Volley Perugia suda le sette camicie ad Acquasparta

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 29, 2012 19:24
Burelli Moris

Moris Burelli

Mantiene l’imbattibilità ma perde il suo primo punto della stagione la capolista Grifo Volley Perugia che fatica più del prevedibile per avere ragione della Gigli Acquasparta nella quindicesima giornata della serie C maschile. Taba è ancora indisponibile, e Marta lo sostituisce ancora sulla banda. L’avvio è però contratto ed i padroni di casa ne approfittano con un Gori micidiale al centro (11-8). Il time-out chiesto da coach De Paolis scuote i perugini che sul turno di servizio di Padella mettono a segno un break di sette punti e rovesciano (11-15). Acquasparta non demorde e torna ad incidere con Cozza, ma Bondini mette a terra due palloni pesanti e poi ci pensa Romanò con un ace a chiudere il set. Il secondo parziale prende il via con Sordini e Fazzi che avvicendano la diagonale di posto-due. Sono ancora i locali a partire bene (8-5). De Paolis richiama nuovamente i suoi che rispondono alle sollecitazioni e ribaltano (11-13). Una serie di affondi operata da Padella allarga la forbice ma sul 14-18, inspiegabilmente, il gioco dei perugini diventa stentato e falloso. La Gigli difende ogni pallone e si riporta in un batter d’occhio in parità (19-19). Si procede punto a punto fino al break perugino, una decisione arbitrale contestata manda la gara ai vantaggi ma Schiavolini chiude su battuta e raddoppia. Anche il terzo periodo vede i locali partire al comando (9-5). Stavolta la Grifo non reagisce e gli acquaspartani mettono il turbo con i suoi attaccanti di palla alta (17-8). le interruzioni richieste dalla panchina biancorossa spezzano l’inerzia ma il set termina con un inquietante punteggio. E’ buio pesto per i grifoni che partono ancora ad handicap nel quarto frangente (9-2). E’ il solo Burelli, subentrato al posto di uno spento Marta, a metter giù palloni e cercare di risvegliare i suoi, ma i giocatori locali in maglia rossa sono determinatissimi e riescono a contrattaccare con efficacia (17-9). Duranti distribuisce palloni con grande mestiere e il finale, ancora terrificante nel punteggio, porta la gara al tie-break. Perugia finalmente tira fuori gli artigli ma sul punto del 2-6 propiziato da Moris Burelli è proprio l’attaccante ospite che ricade male sul ginocchio sinistro, il gioco viene sospeso per permettere i soccorsi. Si riprende con gli ospiti turbati dagli eventi ma determinati a non consentire nessuna reazione (7-11). Bondini sospinge l’offensiva e fa partire i titoli di coda. Una gara nervosa per i ragazzi del presidente Bettini con molti errori. Il solo sfortunato Moris Burelli ha cercato di contenere Acquasparta a cui va il merito di aver approcciato nel miglior modo il confronto con una tenace difesa e precisi attacchi. Nonostante ciò, positiva è stata la reazione nel tie-break che ha permesso ai biancorossi di allungare in classifica su Spoleto prossimo avversario nella prima giornata di ritorno.
GIGLI ACQUASPARTA – GRIFO VOLLEY PERUGIA = 2-3
(19-25, 24-26, 25-12, 25-13, 10-15)
ACQUASPARTA
: Cozza 16, Gori 15, Pelini 13, Saveri 12, Marcelli 8, Duranti 1, Gigli (L), Castellani 1, Lelli, Cardinali, Padalino.
PERUGIA
: Romanò 19, Bondini 17, Burelli 12, Padella 8, Marta 3, Schiavolini 1, Cipolletti (L), Merli 2, Fazzi 1, Sordini. N.E. – Taba. All. Paolo De Paolis.
GRIFO (b.s. 11, v. 7, muri 9, errori 25).
ACQUASPARTA (b.s. 12, v. 8 muri 5, errori 18).
(fonte Grifo Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 29, 2012 19:24
Write a comment

No Comments

No Comments Yet!

Let me tell You a sad story ! There are no comments yet, but You can be first one to comment this article.

Write a comment
View comments

Write a comment

<