School Volley Perugia in evidenza nei tornei under 16

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 10, 2012 12:05

School Volley Perugia in evidenza nei tornei under 16

Lillacci Alessia

Alessia Lillacci

La squadra under 16 femminile della School Volley Perugia ha partecipato durante il periodo delle festività a due impegnativi tornei che hanno confermato una volta di più la qualità del lavoro che è stato svolto in poco più di un anno dalla società perugina. Il 28 e 29 dicembre il team perugino ha partecipato a Montepulciano al 5° torneo Festa della Toscana dove, nonostante alcune assenze (Frattegiani, Petruzzo, Perrone) oltre al grave infortunio di Alice Mancinelli, già operata da tempo al ginocchio, ha ottenuto un settimo posto. Risultato che sta molto stretto alla squadra di Luigi Bertini che ha ben figurato anche contro squadre molto più dotate fisicamente come lo Scorzé di Venezia. La vittoria finale è andata al VolleyRò-Casal De’ Pazzi, gruppo molto vicino agli ambienti delle nazionali giovanili, che ha superato in finale la Snoopy Pesaro, società in collegamento con la Scavolini di serie A1. Ma le più grosse soddisfazioni per il club biancorosso coordinato dalla dirigente Nicoletta Lucherini e Riccardo Larini sono venute nel 10° torneo Città del Tricolore, tradizionale kermesse giovanile, svoltasi a Reggio Emilia il 4, 5 e 6 gennaio con circa 80 squadre partecipanti nelle varie categorie maschili e femminili. Inserita nel girone A con Rebecchi Piacenza (vincitrice assoluta nella finale contro la Liu-Jo Modena) e Giovolley Reggio Emilia, campione uscente, le ragazze di Bertini hanno dovuto soccombere non senza lottare contro le due più quotate avversarie, accusando anche l’infortunio alla caviglia di Martina Servettini occorso proprio nella prima partita. Il successivo inserimento nel girone dal nono al diciassettesimo posto è stato caratterizzato da un crescendo di cinque vittorie consecutive contro squadre come Pallavolo Lodi, Vero Volley Monza, Sassuolo, Rpf Reggio Emilia, Antares Verona che hanno permesso la vittoria del girone e il nono posto finale; la prestazione  la dice lunga sulla tenuta atletica e mentale del gruppo che si è mantenuto su livelli costanti nei tre giorni di gare, mettendo in evidenza la potenza in attacco di Alice Mazzanti e di Miriam Cerquetelli e il contributo diligente ed efficace di tutte le altre, gestite con un sapiente turnover. La ciliegia sulla torta, inaspettata per quanto meritata per l’impegno e la dedizione, si è rivelata durante la cerimonia di premiazione nel corso della quale è stato attribuito il premio di miglior libero di tutto il torneo ad Alessia Lillacci, una delle bandiere della squadra perugina, vera trascinatrice in difesa e autentica sicurezza in ricezione. Considerando il livello delle squadre e il lotto delle concorrenti, tutte molto preparate, questo riconoscimento è senz’altro di buon auspicio per il futuro della squadra e per tutta la società che ha il suo quartier generale al palazzetto di San Marco. L’organico della squadra under 16 femminile: Giorgia Alunno, Irene Bianchi, Nicole Bocchini, Miriam Cerquetelli, Costanza Ferrara, Gaia Frattegiani, Costanza Grignani, Alessandra Leonelli, Alessia Lillacci, Alice Mancinelli, Alice Mazzanti, Chiara Natalizi, Aurora Perrone, Patrizia Petruzzo, Martina Servettini, Valentina Sgombra. All. Luigi Bertini.
(fonte School Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 10, 2012 12:05
Write a comment

3 Comments

  1. School volley Gennaio 11, 13:44

    Cara Jakobee, il progetto School volley non è certo basato sulle parole “vincere ed eccellenza ad ogni costo” nè sposa la filosofia di uno o di un altro allenatore. Tantomeno esclude le ragazze per qualche parametro fisico.
    Gli oltre 160 atleti che compongono il giovanile (sino all’under 16) ne sono la dimostrazione.
    Il denominatore comune è solo la passione per questo sport e l’obbiettivo finale è quello di cercare di dar la possibilità a ciascuno di svolgere l’attività sportiva al meglio delle proprie possibilità (per strutture, allenatori, dirigenti, ecc.).
    C’è ancora molto cammino da fare ma pensiamo di essere già sulla buona strada.

  2. Bock Gennaio 10, 19:32

    Invito il caro Jakobee a documentarsi prima di sparare sentenze con frasi ad effetto, ed a controllare l’attivita’svolta dal Prof Bertini dalla nascita del progetto School Volley fino ad ora.
    Lo invito anche a controllare i “parametri fisici” delle ragazze che vengono allenate da Bertini,non mi è sembrato di vedere dei granatieri,anzi tutt’altro.
    Praticare uno sport significa divertimento ma anche anche serietà,costanza impegno e spirito di gruppo, valori che molto spesso sono carenti nella vita quotidiana ed è questo quello che viene insegnato alle ragazze.

  3. Jakobee Gennaio 10, 16:32

    School Volley. Un progetto troppo basato sulle parole VINCERE ed ECCELENZA. Ed in questo ci sta tutta la filosofia di Bertini. Per fortuna esistono in giro società dove si pratica pallavolo per divertirsi e che quando si cresce non si viene esculusi per qualche parametro fisico.

View comments

Write a comment

<