Sir Safety Perugia, che serata di coppa!

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 19, 2012 16:25

Sir Safety Perugia, che serata di coppa!

Kovac Slobodan (time-out)

l'allenatore Slobodan Kovac durante time-out parla agli uomini della Sir Safety Perugia

Che serata quella di ieri al Pala-Evangelisti! Il day after del derby di coppa Italia contro Città di Castello ha un sapore dolce per la Sir Safety Perugia. Il successo al quinto set ha spalancato ai block-devils le porte della final-four, traguardo di grande prestigio per la società e per la squadra. Traguardo raggiunto al termine di una partita interminabile, combattuta, avvincente ed alla fine vinta con pieno merito dai bianconeri del presidente Sirci. Immensa soddisfazione anche per i tifosi sugli spalti dopo oltre due ore di gioco. L’ultimo attacco messo a terra da Tamburo ha di fatto messo fine ad un tabù che durava da tempo contro i tifernati. Inoltre quello di ieri sera è il primo tie break stagionale portato a casa da Vujevic (Man fo the Match della partita con 24 palloni messi a terra) e compagni dopo gli altri quattro in campionato (due con Loreto, uno con Castellana Grotte e uno proprio con Città di Castello) tutti lasciati agli avversari. Tutto bellissimo e da ricordare. Ma da oggi messo in un cassetto. Perché domenica riprende il campionato e per Perugia, al momento capolista del campionato con una lunghezza di vantaggio su Castellana Grotte, c’è un incontro ad alto tasso di difficoltà, ancora una volta al Pala-Evangelisti, contro Sora. Di ieri, ovviamente, e di domenica parla il tecnico del team Slobodan Kovac, l’incipit è giocoforza incentrato sulla magica serata contro Castello: «Abbiamo raggiunto un grandissimo traguardo. Era una partita difficilissima perché si trattava di una gara secca e finora mai ci eravamo trovati in questa situazione. Credo che l’abbiamo affrontata in modo veramente buono, anche se penso che potevamo chiuderla prima. Nel finale del quarto set (che la Sir conduceva 22-17, ndr) siamo stati un po’ indecisi, loro al contrario molto determinati e sull’onda del recupero hanno cominciato anche il quinto parziale. A quel punto però la testa e la mentalità dei ragazzi ci ha permesso di risalire nel gioco e di vincere. Nel tie-break, avendo perso gli altri finora giocati in campionato, forse un po’ tutti avevano timore di una nuova battuta d’arresto, ma stavolta siamo sati davvero bravi e poi, in gare del genere, l’unica cosa importante è vincere». Pensierino finale dedicato alla coppa Italia. «Siamo arrivati tra le prime quattro e ce lo meritiamo al 100%. In campionato finora abbiamo dimostrato sempre il nostro valore e queste final-four sono il frutto del lavoro quotidiano in palestra». Archiviata fino ai primi di marzo la parentesi coppa Italia, per i perugini è già tempo di tuffarsi nuovamente nel campionato. La leadership conquistata meno di una settimana fa va difesa ed onorata al meglio. A partire subito da domenica quando, ancora una volta tra le mura amiche del Pala-Evangelisti, i bianconeri sfideranno una compagine di rango come Sora, attualmente sesta in classifica. «Quella laziale è un’ottima squadra, la terza di fila che incontriamo in questa settimana che ci ha sconfitto nel girone d’andata. Con l’arrivo di Bratoev hanno allestito un’ottima coppia di martelli, hanno due centrali di qualità per la categoria, una palleggiatore molto abile ed esperto e come opposto l’olandese Van Dijk che sta facendo la differenza in serie A2. Stanchezza dopo tanti impegni ravvicinati? Beh, ieri sera abbiamo giocato cinque set, ma Carlo (Sati, preparatore atletico della squadra, ndr) sta facendo come sempre il suo lavoro alla grande per far recuperare ai ragazzi le energie. In coppa abbiamo comunque avuto la fortuna di non dover viaggiare e poi anche Sora ieri sera ha giocato i quarti a Castellana Grotte. Domenica certamente troveremo un avversario molto determinato che verrà a Perugia per metterci in difficoltà e cercare di vincere. In questi giorni lavoreremo come sempre per farci trovare pronti. Abbiamo già cancellato gli ultimi incontri dalla testa perché il nostro obiettivo è quello di concentrarci sempre su una partita alla volta. Certamente, Se vogliamo rimanere in alto dove ci troviamo adesso, dobbiamo essere in grado di saper giocare bene la partita di domenica».
(fonte Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 19, 2012 16:25