Slobodan Kovac: «Perugia ok, ma i conti si fanno alla fine»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 30, 2012 19:19

Slobodan Kovac: «Perugia ok, ma i conti si fanno alla fine»

Kovac Slobodan (soddisfatto)

Slobodan Kovac

Non si arresta la marcia in vetta alla classifica della Sir Safety Perugia. La convincente vittoria di ieri a Cantù ha permesso ai block-devils di conservare il comando della graduatoria, con una lunghezza di vantaggio su Castellana Grotte, e di allungare al contempo sulle altre inseguitrici. Ottimo viatico per i bianconeri in vista di una mese di febbraio molto importante che parte con un doppio turno casalingo, prima contro Milano poi contro Santa Croce, per proseguire con un doppio appuntamento lontano da Perugia, prima proprio a Castellana Grotte poi con il Club Italia. Bastano queste poche righe per capire come il mese ormai alle porte dirà molto del futuro della Sir. Discorsi del genere non toccano però il gruppo guidato da Kovac. I ragazzi e tutto lo staff vivono con molta serenità l’ottimo momento in campionato, consapevoli di aver finora disputato una grande stagione, ma consci delle difficoltà che verranno domenica dopo domenica. Proprio per questo l’imperativo, come da inizio stagione, è quello di affrontare un match alla volta e di farlo al massimo. Proprio questo è stato il concetto mentale espresso ieri sera al Pala-Parini di Cantù. In un match che nascondeva molte insidie, soprattutto al livello di approccio, la risposta di capitan Vujevic e compagni è stata esemplare. Lo sottolinea con una punta di soddisfazione lo stesso tecnico Slobodan Kovac: «Abbiamo giocato davvero una buona partita. Ci tenevo molto a fare bene. Prima della gara non ero tranquillo, perché Cantù è secondo me una squadra di buona qualità che la settimana prima a Castellana Grotte aveva giocato molto bene. Però ci siamo espressi con qualità e su alti livelli al servizio e nella correlazione muro-difesa e questo ci ha permesso di poter condurre sempre in tutti e tre i set. Soprattutto sotto l’aspetto mentale i miei ragazzi mi sono piaciuti, entrando fin dal primo punto in campo con il giusto piglio e la giusta determinazione». Se la classifica fa sognare i tifosi, non ha lo stesso effetto sull’allenatore bianconero, anche se… «È una classifica che ci fa piacere, questo è ovvio. È bello guardarla come è bello ricevere magari questo o quel complimento. Ma so benissimo che i conti si fanno alla fine e che ci sono ancora tante gare e tanti avversari di altissima qualità da affrontare. Per questo noi andiamo avanti tranquilli per la nostra strada, sapendo che nessuno alla vigilia ci posizionava così in alto. L’unica considerazione che mi piace fare è che il lavoro paga. Noi tutti dal primo giorno di preparazione diamo il massimo in palestra, senza crearci scuse o alibi, e finora stiamo raccogliendo i frutti, dimostrando di aver acquisito la giusta mentalità e continuità di rendimento». Il focus si sposta ora sul prossimo avversario dei perugini. Domenica 5 febbraio al Pala-Pellini di Perugia, stante l’indisponibilità del palasport Evangelisti, arriva un’altra squadra in ottima condizione come Milano. Impossibile pensare che Kovac si rilassi un po’. «Milano è un avversario molto forte. Stanno trovando cammin facendo una loro identità. Ad inizio stagione erano molto accreditati e con l’arrivo a novembre del brasiliano Raphael hanno migliorato notevolmente il loro livello di gioco. Non giocheremo nel nostro solito palazzetto e dovremo stare molto attenti. Ma siamo anche consapevoli di quello che noi siamo in grado di fare e cercheremo di affrontare il match nel modo giusto. Abbiamo le prossime due partite entrambe in casa e dobbiamo provare ad approfittarne».
(fonte Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 30, 2012 19:19