Andrea Urbanella: «Foligno deve fare bene alla ripresa»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 14, 2012 00:01

Andrea Urbanella: «Foligno deve fare bene alla ripresa»

Urbanella Andrea

Andrea Urbanella

Tra le quattro squadre di vertice della serie C maschile la meno attesa dagli addetti ai lavori era senza dubbio la Italchimici Earth Energy Foligno, ma i falchetti hanno sorpreso tutti ancora una volta, registrando il cammino migliore dopo quello della capolista Perugia. Uno dei protagonisti di questi risultati è lo schiacciatore Andrea Urbanella che si ritiene abbastanza soddisfatto: «Al giro di boa il bilancio per noi è sicuramente soddisfacente. Analizzando il girone di andata da parte nostra ci sono stati solo un paio di scivoloni, il primo a Terni dove abbiamo lasciato tre punti importantissimi e poi contro la capolista dove il rammarico non sono tanto i punti persi, quanto l’essere stati autori di una prestazione davvero ‘grigia’. Per fortuna il gruppo ha reagito bene nello scontro diretto contro Spoleto che ha risollevato sia la nostra classifica che il morale». L’atleta biancoceleste dimostra di gradire la nuova formula del massimo campionato regionale. «Quest’anno il torneo è più interessante che mai. Grosso merito va sicuramente all’aver modificato la regola di accesso ai play-off che ha dato a parecchie gare del girone di andata l’aspetto di vere e proprie sfide scudetto. Per quello che si è visto finora sicuramente tutti si sarebbero aspettati qualcosa di più da Chiusi e Spoleto mentre invece è la Grifo Perugia che ha fin qui dimostrato di avere il miglior gioco. Merito va al suo allenatore che ha saputo amalgamare bene giocatori molto esperti ed altri molto giovani». Ma il ventisettenne giocatore di palla alta non incentra la sua attenzione solo verso le squadre di vertice. «Il bello del campionato sta anche nel fatto che non ci sono mai partite veramente a senso unico. Noi stessi abbiamo sperimentato sulla nostra pelle che affrontando gare in maniera non proprio impeccabile si rischia di lasciar via punti preziosi. I giovani di Monteluce e San Giustino sono state ad esempio formazioni con cui abbiamo fatto molto fatica sebbene alla fine i tre punti siano arrivati lo stesso. E poi ci sono formazioni come Corciano che sono sempre li a poche lunghezze dalla zona play-off, in grado di mettere in difficoltà qualunque squadra». Il blocco per maltempo di due settimane imporrà alla ripresa un notevole impegno di energie fisiche e psichiche. «Adesso dopo la sosta sarà importante partire bene. A causa della neve stavolta la condizione atletica sarà più importante del solito visto che nel giro di dieci giorni si dovranno affrontare ben quattro partite. Le partite che ci aspettano non sono semplici abbiamo in ordine Clitunno, Terni (con cui abbiamo perso all’andata), Città di Castello e lo scontro diretto con Chiusi. Insomma il campionato è ancora lungo. Tutte le squadre si rifaranno sotto chi per arrivare in zona play-off chi semplicemente per togliersi qualche soddisfazione contro le squadre più titolate. Alla fine sarà premiata quella che a mio avviso è la qualità più importante anche per il singolo giocatore di pallavolo: la costanza». Ora i ragazzi del tecnico Andrea Piacentini sono attesi dalla pericolosa trasferta di giovedì 16 febbraio in casa del Clitunno, partita che però si disputerà a Cascia, notizia che è stata accettata ob torto collo dai biancocelesti.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 14, 2012 00:01