Arveno Ioan: «Città di Castello brava a saper reagire»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 13, 2012 16:25

Arveno Ioan: «Città di Castello brava a saper reagire»

Ioan Arveno (mascotte)

il presidente Arveno Ioan con la mascotte

Come all’andata a parti invertite: Gherardi Svi Città di Castello e Corigliano hanno disputato un altro match lunghissimo e combattuto. All’andata, il 6 novembre in Calabria, erano stati i biancorossi di Radici a perdere il primo set, andare sopra due ad uno e finire sconfitti al quinto set, ieri è successo il contrario perché Corigliano ha rimontato dopo una prima frazione dominata da Rosalba e compagni, si è portata sul 2-1 ed è stata sorpassata sul finale dai tifernati trascinati dal loro capitano. La vittoria contro i ragazzi di Nacci è servita al sestetto tifernate per consolidare il quarto posto in classifica e per allontanare di due punti Segrate, battuto a Loreto.  Il presidente tifernate Arveno Ioan riconosce i meriti dell’avversario e la reazione dei suoi ragazzi: «Va dato atto agli ospiti di aver dato battaglia fino alla fine ma una squadra come la nostra può avere un gioco migliore rispetto a quello del terzo e del quarto set. Va detto però che i ragazzi sono stati bravi ad uscire dalla situazione difficile e a tirarsi fuori dalla buca. La situazione negativa è stata ribaltata nel quarto e nel quinto set con una prestazione importante, in primis di Rosalba. Dico sempre che siamo una grande squadra ma che noi siamo i primi avversari di noi stessi. E’ stata una settimana tribolata per il gelo, per il freddo, per i problemi di riscaldamento del palasport: capiamo l’esigenza di contenere i costi ma mi preme dire che, oltre agli spettatori, dobbiamo anche ospitare le squadre avversarie, per cui ci vorrebbe maggiore attenzione da parte di tutti. La vittoria ci deve dare fiducia per il prossimo impegno di sabato sera a Roma contro il Club Italia, partita da non sottovalutare». Coach Andrea Radici analizza la partita dal punto di vista tecnico: «Sicuramente la gara di ieri ha fatto vivere tutto quello che si può vivere su una partita, momenti positivi e meno positivi. Abbiamo ripetuto la partenza sprint di Segrate, con grande qualità a muro sui loro posto quattro  e siamo andati in scioltezza fino al 5-0 del secondo set. Poi Corigliano ha battuto con maggiore convinzione e c’è stato un momento di difficoltà dal quale non siamo riusciti ad uscire: il rammarico che ho è proprio per il secondo set. Il resto è conseguenza di questo, un terzo set in cui abbiamo subito, e poi la risposta eccellente sul piano tecnico e morale nel quarto. Il tie break premia chi ha avuto maggiori risorse nei momenti decisivi. Rosalba è in ottime condizioni come hanno visto tutti ed è stato uno dei valori aggiunti ma tutto il gruppo ha giocato con intensità, qualche errore è stato determinato anche da un avversario di livello». A livello di statistiche vanno considerati i quindici muri messi a segno dagli umbri, una media di tre a set, che porta il totale a 257 azioni vincenti, per una media di 3,07 a set. La Gherardi Svi riprenderà la preparazione domani con le solite due sedute: quella fisica presso la palestra Elitè del preparatore atletico Fausto Franchi, e quella tecnica alle ore 18 al Pala-Ioan.
(fonte Città di Castello Pallavolo)
httpv://www.youtube.com/watch?v=Dl8836-D_ds

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 13, 2012 16:25