Carmine Fontana: «Ok la vittoria ma possiamo fare meglio»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 13 Febbraio, 2012 17:44

Carmine Fontana: «Ok la vittoria ma possiamo fare meglio»

Fontana Carmine (tempo)

Carmine Fontana

Si continua a sognare dalle parti di Pian di Massiano. Il successo, estremamente sofferto e per questo forse ancora più piacevole, ottenuto ieri dalla Sir Safety Perugia dopo cinque set contro Santa Croce dopo una battaglia sportiva senza esclusione di colpi, ha certificato il primato in classifica dei block-devils cari al presidente Sirci. Una domenica di grandi emozioni quella vissuta al Pala-Evangelisti con i bianconeri forse meno brillanti del solito, ma al tempo stesso caparbi e grintosi, sempre attaccati alla partita e capaci dello sprint decisivo nel palpitante finale del tie break. Ed è giusto, nell’analisi della gara, sottolineare i grandi meriti di Santa Croce, squadra che ha dimostrato con i fatti di valere più del decimo posto attuale in classifica e proiettata ad essere sestetto in grado di dar fastidio a molti nei futuri playoff. Un grande applauso lo meritano però soprattutto i ragazzi di Kovac, autori di un cammino finora stupefacente. Diciottesimo risultato utile consecutivo (quindici vittorie e tre sconfitte al tie break), settima vittoria di fila (in un 2012 che finora ha visto la Sir vincere e basta…), primo posto in classifica. A proposito di classifica, i due punti messi in cassaforte ieri sera, uniti alla sconfitta di Castellana Grotte nel derby di Molfetta, hanno portato a tre le lunghezze di vantaggio degli umbri. E la settimana che si apre oggi (o meglio domani per quanto concerne il lavoro in palestra…) per capitan Vujevic e compagni culminerà proprio con la trasferta al Pala-Grotte di Castellana per un big match, in diretta televisiva a partire dalle ore 16 su Sportitalia 2, che promette scintille e nel quale la squadra sarà seguita e supportata da un pullman di tifosi bianconeri. Di tutto questo ne parliamo con il vice allenatore della Sir Carmine Fontana, oggi, senza il pathos e l’adrenalina della gara, a proposito dei cinque set con Santa Croce, ‘Watson’ dice: «Anche dal risultato, si capisce come sia stata una gara dai due volti. Conoscevamo la loro qualità offensiva e nella prima parte abbiamo contrapposto bene il nostro servizio, tenendo inoltre un discreto cambio palla nonostante Santa Croce avesse molti battitori pericolosi. Nella seconda parte poi c’è stato qualche nostro errore di troppo, sommato alla loro efficace reazione. Però alla fine devo dire che i ragazzi sono stati bravi nel quinto set a ricompattarsi, mettendo nuovamente pressione con il muro. Sintetizzando, posso dire che non ci siamo espressi al meglio, come il pubblico era fortunatamente abituato a vederci, ma è anche normale incappare, durante la stagione, in partite dove non funziona tutto al massimo. Di positivo c’è la nostra reazione finale, il saper gestire la pressione, che adesso giocoforza abbiamo, ed i due punti presi, sommati chiaramente anche alla sconfitta di Castellana Grotte. Questo match ci servirà per tornare domani in palestra per migliorare in quegli assetti che ieri non sono andati a dovere. Bisogna solo lavorare duro perché ci aspetta un finale di campionato che, per merito nostro e di quello che ci siamo costruiti fin qui, sarà molto difficile, sia per le avversarie che incontreremo sia perché ci troviamo a lottare per il primato». Fontana, da buon pugliese, apre l’orizzonte sulla settimana che porterà allo scontro diretto contro Castellana Grotte. «Giochiamo contro una squadra con qualità individuali straordinarie che, come è successo spesso ed anche contro di noi nella gara d’andata, può cambiare diversi uomini in campo senza risentirne. In più si gioca in casa loro davanti ad un pubblico caloroso che ben conosco. Ma è una partita di pallavolo, nella quale proporremo il nostro gioco e le nostre qualità. A livello tecnico ovviamente la battuta dovrà continuare a essere per noi un punto di riferimento, come in generale la nostra fase break. Poi sarà interessante la sfida tra i loro battitori, molti dei quali di alto livello, contro la nostra ottima ricezione. Infine, in scontri diretti del genere, avrà una componente importante l’aspetto emotivo e mentale. Dovremo tenere dall’inizio un atteggiamento solido. Queste sono le partite che abbiamo il piacere di giocare e che ci siamo meritati di giocare. E questo piacere sono certo che sapremo metterlo in campo».
(fonte Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 13 Febbraio, 2012 17:44