Energy Resources San Giustino regolata da Trento

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 5 Febbraio, 2012 20:24

Energy Resources San Giustino regolata da Trento

Petkovic Vlado (muro)

muro vincente di Vlado Petkovic

L’esordio sulla panchina della Energy Resources San Giustino di Henk Jan Held coincide con la sconfitta degli altotiberini contro la capolista Itas Diatec Trentino. Nella quinta giornata del girone di ritorno della serie A1 Sustenium, il sestetto umbro perde per tre a zero contro Juantorena e compagni che non lasciano scampo a San Giustino che perde la sua seconda partita consecutiva tra le mura amiche. Il primo set è il più combattuto: gli ospiti devono recuperare lo svantaggio inziale, ma una volta messa la testa avanti non si fanno mai riprendere e vincono 25-21. Juantorena, Mvp dell’incontro, è un vero trascinatore. Dal secondo parziale, la corazzata guidata da Stoytchev, prende in mano il pallino del gioco. La Energy Resources non trova la giusta dose di agonismo per arginare i colpi cinici degli avversari che infieriscono e lasciano i padroni di casa a 13. Poco cambia nel terzo set. Non servono i cambi di Held, soprattutto in regia dove richiama in campo anche McKibbin che rientra dopo l’infortunio di Ravenna. L’Itas chiude il match e porta a casa altri tre punti che consolidano ulteriormente il primato in classifica. Nulla cambia, invece, per la difficile situazione in graduatoria di San Giustino che resta penultima a quota 16. Primo set – Due a zero San Giustino con una doppia ottima battuta di Rauwerdink che però,  sbaglia la terza. Allunga Urnaut da posto 4: 5-2. Stokr non sbaglia, Patak manda fuori: 5-4. Errore in battuta di Burgsthaler, poi Stokr senza muro schiaccia facile. Il muro di trento su Patak segna il pareggio a quota 6. E’ ancora l’opposto ospite a fare male e gli ospiti si portano in vantaggio. Pareggiano gli altotiberini che al primo time out tecnico, dopo il vincente dell’americano, sono avanti di una lunghezza. L’attacco in diagonale di Juantorena fa di nuovo passare avanti l’Itas, ma la Energy non molla la presa. Gli umbri lottano su ogni pallone ma un doppio punto ospite porta Trento a più due: 12-14 time out Henk, primo della stagione per il neotecnico della Energy Resources San Giustino. Al secondo time out tecnico gli ospiti sono a tre punti dal sestetto di casa. Sul 16-19 entra McKibbin per Petkovic, per lui il rientro dopo l’infortunio di Ravenna. Sbaglia Juantorena: 17-19. Ace del palleggiatore americano, San Giustino a meno uno. C’è poi l’errore in battuta del regista in forza alla Energy, contraccambia Brinkman, time out Stoytchev sul 19-20. Errore  a rete fischiato ad Urnaut, che sbaglia anche l’attacco successivo: 19-22 ed ora Held richiama i suoi per trenta secondi.  Bene Patak sulle mani del muro, Urnaut mura Juantorena: 21-22. Juantorena si fa perdonare con un attacco vincente ed un ace: 21-24. Chiude Burgsthaler al centro: 21-25. Secondo set – In campo di nuovo Petkovic per la regia altotiberina. Muro su Patak: si apre così il secondo set. Urnaut sbaglia l’attacco: 2-0 Trento. Ace di Kaziyski. Stokr picchia forte: 4-0 per l’Itas e Held chiama time out. Bruciante inizio del sestetto ospite che sembra spingere sull’acceleratore: primo punto per San Giustino ad opera dell’opposto americano. Kaziyski dalla seconda linea senza muro non fallisce, 1-5. La Energy trova una reazione non facile: 5-7.  Al primo time out tecnico l’Itas Diatec è avanti di tre punti. Altro break point per gli ospiti sul turno di battuta di Stokr: 6-12, time out Energy Resources. Trento macina punti: sul 7-15 Held chiama in regia Mc Kibbin. 8-16 per Trento al secondo time out tecnico. Gli ospiti non hanno problemi a chiudere il parziale in scioltezza. Non serve il cambio Rauwerdink-Sammelvuo a cambiare le sorti di un parziale nelle mani dei Campioni del mondo. Stoychev manda in campo Zygaldo per Raphael, Sokolov per Stokr. E’ Juantorena a guidare i suoi sul due a zero: chiude Sokolov 13-25. Terzo set – In campo per la Energy, Finazzi entrato alla fine del secondo set al posto di Cozzi, in regia McKibbin. 2-1 Trento in apertura di set. Muroa a tre su Kaziyski, due pari. Break degli ospiti: 2-4. Le pipe degli ospiti sono sempre una sorpresa per gli umbri. Dopo l’attacco in diagonale di Stokr l’Itas è sul 6-3. Al primo time out tecnico, dopo l’attacco vincente dell’opposo ospite, Trento è ancora avanti di tre punti. Stokr ferma Urnaut: 6-10 time out Held. Le diagonali strette di Stokr sono una spina nel fianco per il muro altotiberino. Allungo ospite, 8-13. Torna Petkovic in regia per gli umbri. Dopo l’attacco imprendibile di Kaziyski, sul 9-15, Held richiama i suoi per trenta secondi. Sette i punti di vantaggio del sestetto guidato da Stoytchev al secondo time out tecnico. San Giustino disorientata, Trento solida e senza sbavature. In campo cambio di diagonale per gli ospiti che  non lasciano scampo ai padroni di casa che, in finale di parziale recuperano qualche punto ma perdono anche il terzo set per 17-25, chiude il neo entrato Lanza. A fine match il neo allenatore Henk Jan Held ha detto: «Trento è una squadra decisamente molto forte. Nel primo set abbiamo combattuto fino al 20 poi loro hanno preso il sopravvento, non ci hanno dato la possibilità di rientrare in  partita. Anche avessimo giocato benissimo, avremmo avuto non poche difficoltà. Certamente avremmo potuto fare di più».
ENERGY RESOURCES SAN GIUSTINO – ITAS DIATEC TRENTINO = 0-3
(21-25, 13-25, 17-25)
SAN GIUSTINO: Urnaut 12, Patak 11, Creus Larry 5, Rauwerdink 4, Cozzi 1, Petkovic, Giovi (L), Mc Kibbin 2, Sammelvuo, Finazzi. N.E. – Tholse, Lo Bianco. All. Henk Jan Held.
TRENTO: Juantorena 15, Kaziyski 14, Stokr 12, Brinkman 9, Burgsthaler 6, Raphael 1, Bari (L); Sokolov 3, Della Lunga, Zygadlo, Lanza Colaci (L2). N.E. – Birarelli. All. Radostin Stoytchev.
Arbitri: Braico di Orbassano (Torino) e Balboni di Torino.
Durata dei set: 24’, 22’, 23’; tot 1h e 9’.
Note: 1.800 spettatori per un incasso di 5.730 euro.
Energy Resources (2 muri, 4 ace, 10 errori in battuta, 5 errori azione, 39% in attacco, 48% (32%) in ricezione).
Itas Diatec (8 muri, 4 ace, 10 errori in battuta, 5 errori azione, 63% in attacco, 63% (44%) in ricezione).
(fonte Umbria Volley San Giustino)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 5 Febbraio, 2012 20:24