Jeroen Rauwerdink: «San Giustino si è sbloccata»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 20, 2012 14:40

Jeroen Rauwerdink: «San Giustino si è sbloccata»

Rauwerdink Jeroen (allungamento)

esercizi di allungamento per Jeroen Rauwerdink

Non a tutti risulta facile pronunciare il suo nome dello schiacciatore olandese della Energy Resources San Giustino: Jerèn, Jeròn. Per buona pace, soprattutto degli speaker, il suo nome si pronuncia Jerùn. Jeroen Rauwerdink ha vissuto la parte iniziale della sua prima stagione in Umbria un po’ in ombra. Dopo l’infortunio al dito e l’intervento nei primi giorni di novembre del 2011, qualcosa è cambiato: «Ho avuto una settimana di totale libertà. In qualche modo l’infortunio mi ha dato un po’ di respiro e, dopo due settimane di tranquillità (il campionato era fermo per la Coppa del Mondo in Giappone, ndr) si sono susseguite altre due settimane di preparazione e tutto questo mi ha fatto bene». Rauwerdink già conosceva il nuovo allenatore degli altotiberini, Henk Jan Held, secondo della nazionale arancione fino a novembre 2011. «Devo dire che mi ha stupito il suo modo di allenarci, mi ha sorpreso come gestisce il gruppo ora, non era così in nazionale. Ci trasmette l’atteggiamento giusto da mettere in campo, ci dà fiducia con le parole ma anche con la preparazione. E’ importante che il gruppo impari ad uscire dalle situazioni difficili altrimenti si perde la fiducia. Ci siamo riusciti a Roma. Abbiamo dimostrato che anche in svantaggio sappiamo recuperare e, soprattutto, vincere. Con Fefé (De Giorgi, ndr) abbiamo lavorato tanto e bene ma non abbiamo quasi mai vinto. Il gruppo ora si è sbloccato e lavoriamo bene in gruppo avendo fiducia in ciò che facciamo». Non più penultimi, ma terzultimi in graduatoria dopo l’ultimo turno di campionato. «Quando guardiamo la classifica pensiamo che è quello che meritiamo, anche se il nostro campionato è sempre in salita. Nella prossima gara incontriamo Cuneo che ha alti e bassi: noi dobbiamo giocare al cento per cento e fare il meglio». Dall’inizio del campionato è la prima volta che la squadra biancoceleste si allena con tutta la rosa. «E’ tornato nel gruppo anche Andrea Bartoletti e finalmente possiamo lavorare tutti insieme. Non ci era mai successo di allenarci con tutti quanti. Da quando è arrivato Evan (Patak, ndr) abbiamo acquisito tanta sicurezza, fa la differenza in attacco, sa giocare palloni difficili. Con lui siamo riusciti a trovare il ritmo giusto dai primi di febbraio. E’ un piacere averlo in campo: poche parole, tanti fatti». Giusto… Jerùn!
(fonte Umbria Volley San Giustino)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 20, 2012 14:40