Marsciano, cronaca di una gara non terminata

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 16, 2012 17:03

Marsciano, cronaca di una gara non terminata

Ecomet Marsciano (time-out)

le atlete della Ecomet Marsciano parlano durante time-out)

Dopo il rinvio per neve la Ecomet Marsciano si trasferisce di mercoledì nella tana della Ast Latina, e sul più bello è costretta a rimettersi alla Commissione Federale per l’esito della gara. La causa è una sospensione dovuta ad una scossa di terremoto, avvenuta nella località pontina alle ore 21,47 quando le marscianesi avanti due set ad uno, stavano per ricevere la battuta sul parziale di 18-23. Alle ore 22,00 il tandem arbitrale decide di riprendere la gara, il secondo arbitro controlla la formazione marscianese, ma nel successivo controllo della squadra ospitante, il tecnico Colapietro, adducendo ipotetici futuri rischi, non permetteva la ripresa della gara, esortando alcune sue atlete a lasciare il campo, oltre a condizionare psicologicamente il primo direttore di gara, che rientrato nello spogliatoio, decideva la definitiva sospensione. Primo set, con le umbre sugli scudi, impeccabili in tutti i fondamentali, il buon lavoro del libero Masu, permette alla regista Crisanti di smistare sulle bande, Corallo Gennari e Carboni, non si fanno problemi, il 3-8 e l’11-16 parlano chiaro. Dall’altra Verdacchi e Orsi ce la mettono tutta, ma quando le ragazze di Sanna, aggiustano il muro, la conclusione arriva, servita da un errore delle locali. Secondo set con andamento esattamente inverso, con le padrone di casa sempre al comando, a Verdacchi, si aggiungono Boldrini e Camarda, e mentre le marscianesi si perdono in una miriade di errori, le laziali scivolano verso il finale, vani risultano i cambi nelle linee ospiti, tanto che quando Chiccarella pareggia il conto set, Marsciano è fermo a 15. Più combattuto il terzo set, Carboni sigla il 4-8, ma al rientro dalla sosta tecnica, Marazza con la sua battuta, riallinea sul 10-10. Gennari e Venturi, rimettono a meno tre, le locali, che si trovano a fare i conti col muro di Corallo. Il set point è servito da Carboni, ed è sempre quest’ultima ad interrompere la rimonta di Verdacchi, portando in vantaggio l’Ecomet. Continua la lotta nel quarto set fino al 10-10, poi il muro di Tiberi e gli attacchi di Corallo, rilegano di nuovo le padrone di casa, ad inseguire, 11-16 prima e 16-21 poi. Distanza costante fino al malaugurato evento, che interrompe il sogno della Ecomet sul 18-23.
AST LATINA – ECOMET MARSCIANO = (1-3) sospesa
(16-25, 25-15, 21-25, 18-23)
LATINA: Verdacchi 15, Orsi 10, Camarda 8, Boldrini 6, Chiccarella 5, Marazza 2, Santoro (L1), Petrella 3, Inglese. N.E. – Parpinel. All. Antonio Colapietro.
MARSCIANO: Corallo 14, Carboni 14, Tiberi 9, Gennari 8, Venturi 7, Crisanti 1, Masu (L), Volpi, Segoloni, Scorcini. N.E. – De Chiara Angeleri, Pucciarini. All. Dario Sanna.
Arbitri: Barbara Bonafiglia e Giacomo Tartaglione.
AST (b.s. 14, v. 6, muri  4, errori 20).
ECOMET (b.s. 10, v. 3, muri 14, errori 20).
(fonte Media Umbria Marsciano)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 16, 2012 17:03