Matteo Piano: «Se sta bene Città di Castello va alla grande»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 6 Febbraio, 2012 17:26

Matteo Piano: «Se sta bene Città di Castello va alla grande»

Piano Matteo

Matteo Piano

La Gherardi Svi Città di Castello è tornata nella notte da Segrate con tre punti in più nel proprio carniere, tre punti che riportano al quarto posto in classifica la compagine del presidente Arveno Ioan. Dopo un primo set letteralmente dominato dai biancorossi, il sestetto umbro è stato bravissimo nel secondo set a non farsi intimorire dei padroni di casa, avanti 5-0, e a tornare nel set grazie soprattutto alle giocate di Rosalba e Giombini, decisivi in quel frangente. L’allenatore Andrea Radici afferma soddisfatto: «La squadra ha tirato fuori subito un’ottima performance a muro che ci ha permesso di limitare, tecnicamente ma anche mentalmente, i loro attaccanti principali, Van Den Dries e Botto. Poi, in quel momento di difficoltà dell’avvio del secondo set, abbiamo ripreso il gioco in mano e, tranne in un paio di rotazioni al servizio, soprattutto quelle del terzo set di Pinelli, siamo riusciti a gestire il match. Come era nelle premesse qualche problema c’era anche nella nostra metà campo ma più la partita è andata avanti, più la squadra ha acquisito sicurezza e vantaggio; questo vantaggio è servito nel finale punto a punto nel terzo set. La convinzione e la bravura della squadra è stata quella di reagire alle difficoltà di ogni periodo, in questo caso dovute agli infortuni: ci siamo rimessi velocemente in corsa e questo è più facile quando ci sono atleti di grande esperienza come Giombini e Rosalba». Sono stati infatti i due giocatori più esperti del sestetto tifernate a condurre la squadra alla vittoria con percentuali importanti in attacco (entrambi sul 60%) ed anche in ricezione per il capitano che ha fatto segnare un eloquente 70% di positività. Un altro dato di grande rilievo è quello dei muri punto: sono stati ben 12 anche ieri, con una media di 4 a set, che fanno salire a 258 il totale dei  blocks a segno con una media di 3,07 a set. Il migliore per numero di muri è Matteo Piano con 50 azioni vincenti in questo fondamentale, ed è proprio il giovane centrale astigiano ad evidenziare: «Ieri siamo partiti molto bene nel primo set ed abbiamo tenuto duro nei momenti in cui Segrate tentava di rientrare in partita nel secondo e nel terzo set. Abbiamo giocato veramente di squadra, riuscendo a mettere a terra tutte le palle importanti. A muro siamo una buona squadra, come si vede dalle percentuali: Visentin è il palleggiatore con più muri di tutti (42 e due partite e mezzo in meno giocate), Giombini lo schiacciatore (43), Lehtonen ne ha 46 e tre gare in meno. La gara di Segrate ha dimostrato che, quando stiamo bene, si va alla grande; sia noi che Segrate venivamo da un periodo non proprio fortunato e noi dopo ieri stiamo tornando in forma. Questo passo è molto importante, soprattutto perché stato fatto contro una squadra di alta classifica come Segrate». Chiuso il capitolo Segrate, per i ragazzi di Andrea Radici oggi è giornata di riposo: si riprenderà domani con le solite due sedute che aprono la settimana di allenamenti in vista del match interno contro il Corigliano.
(fonte Città di Castello Pallavolo)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 6 Febbraio, 2012 17:26