Mirko Guerri: «Selci cerca un’altra boccata d’ossigeno»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 29 Febbraio, 2012 15:57

Mirko Guerri: «Selci cerca un’altra boccata d’ossigeno»

Guerri Mirko

Mirko Guerri

Si giocano stasera alle ore 20,30 incontemporanea su quattro campi della serie B2 maschile altrettanti recuperi di campionato che erano saltati per il maltempo ad inizio mese. Gli uomini de Il Nastro Selci scenderanno in campo tra le mura amiche del Pala-Kemon per affrontare l’abbordabile Virtus Paglieta. Gli altotiberini sono terzultimi della classifica ad una sola lunghezza dalla zona salvezza mentre gli abruzzesi sono quattro punti più in alto (ma hanno una gara in meno). Per la matricola umbra è l’occasione giusta per riscattare la sconfitta al tie-break dell’andata e per agganciare le zone più tranquille. Un compito non semplice per i ragazzi del tecnico Massimo Regini che si trovano a competere con un organico di tutto rispetto dove gli elementi di spicco sono il martello Nico Tatasciore ed il centrale Decio D’Angelo. Ma i gialloneri padroni di casa sono ormai abituati in questo girone a misurarsi con squadre ben attrezzate. A questo proposito il centrale Mirko Guerri dice: «Io sono nuovo della categoria e onestamente non mi aspettavo di trovare così tanti giocatori di alto livello in serie B2, quando giochi contro gente come Bovolenta, Batte, Ficosecco, Kunda, puoi solo sperare che siano in serata no, perché ad essere obiettivi non puoi pensare di essere superiore a giocatori di questo calibro. A parte questo dopo aver visto tutte le squadre nel girone di andata credo che a parte le due squadre di Forlì e Macerata che, secondo me, se la lotteranno per la promozione, le altre stanno tutte faticando ad ottenere una costanza di rendimento, e con tutte puoi giocartela per riportare qualche punto o addirittura bottino pieno». Usa l’analisi logica l’atleta selciarino che è cosciente del percorso fatto nella prima parte di stagione e delle difficoltà che ci sono ancora davanti. «Noi stiamo indubbiamente riprendendoci dopo l’avvio shock di otto sconfitte, che per una squadra sono moralmente devastanti, ora abbiamo trovato il giusto assetto ed abbiamo vinto quattro partite che ci hanno dato quella boccata d’ossigeno che da tanto aspettavamo. Ora è il momento buono per sfruttare al massimo la scia positiva, le varie soste per neve non ci hanno aiutato in questo, ma nonostante ciò lo spirito nello spogliatoio è molto cambiato rispetto a due mesi fa. Come al solito la nostra arma in più sta nel gruppo così forte sia a non sciogliersi nel momento di massima crisi che ad esaltarsi dopo la prima vittoria, mi auguro che questo possa durare più possibile per farci fare quei punti che ci permettano di raggiungere la salvezza».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 29 Febbraio, 2012 15:57