Sir Safety Perugia imbattibile anche al Pellini

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 5, 2012 22:00

Sir Safety Perugia imbattibile anche al Pellini

Petric Nemanja (attacca)

Sir Safety Perugia in attacco con lo schiacciatore Nemanja Petric contro il muro a tre di Milano

Sesta vittoria consecutiva per la Sir Safety Perugia che, in un Pala-Pellini traboccante di entusiasmo (nonostante il clima ostile di questa domenica perugina) e di tifosi, supera nettamente in tre set la Che Banca! Milano e rimane da sola in vetta alla classifica. Prestazione maiuscola dei block-devils, guidati alla perfezione in panchina da Kovac, che hanno sempre condotto le danze nei tre parziali disputati, trovando continuità nel primo attacco e lavorando come al solito in modo impeccabile nella fase break. La splendida cornice di pubblico presente nello storico palazzetto dello sport di via Pellini ha potuto lustrarsi gli occhi di fronte ad un sestetto che gioca a memoria, sbaglia pochissimo e sa imporre il suo ritmo di gioco. Tamburo e Petric hanno furoreggiato in attacco su palla alta, ben coadiuvati dai due centrali Tomassetti e Corsini, bravissimi in primo tempo ed a leggere il gioco velocissimo di Milano. Con capitan Vujevic concreto in ogni angolo del campo, vanno però menzionati Daldello e Cesarini. Il primo è stato eccellente direttore d’orchestra, smarcando a più riprese i suoi frombolieri con alzate sempre precise, il secondo è stato a dir poco formidabile in seconda linea, sia in ricezione, sia nelle innumerevoli difese. Milano al contrario è incappata in una giornata storta, soprattutto nella gestione dell’errore. 29 i punti ‘regalati’ agli avversari, troppi per provare a portar via punti, nonostante i cambi operati da Moretti e senza nulla togliere alle qualità di una squadra che presenta un ottimo regista come Mattera e due martelli di qualità come Vedovotto e Raphael, sicuramente i più positivi della Che Banca. Con questi tre punti la Sir conserva, come detto, il primato in classifica. Domenica prossima, dopo la parentesi del ‘Pellini’, si torna al Pala Evangelisti. Arriva Santa Croce per un altro incontro difficile, da affrontare al massimo. Certo è che questa Sir fa davvero sognare… Sestetto annunciato al via per Perugia. Milano presenta invece Robbiati al centro e Cauteruccio libero in luogo rispettivamente di Insalata e Durante. Il primo break è della Sir con Petric e Tamburo incisivi in attacco (6-3). Un paio di fischi dubbi del primo arbitro Bertoletti consentono a Milano di rientrare (7-6), ma ci pensa ancora Petric in pipe a mandare le squadre al primo timeout tecnico (8-6). I block-devils tengono il vantaggio sempre con gli attacchi vincenti del duo Tamburo-Petric ed un muro di Corsini dà il +4 ai padroni di casa (14-10). Un attacco giudicato out di Enzo Di Manno costringe coach Moretti a fermare il gioco sul 17-12 Perugia. Un nuovo errore dell’opposto porta al cambio con l’ingresso del magiaro Baroti. Finezza di Vujevic per il 19-12, mentre nella metà campo ospite fa il suo ingresso anche l’ex Mercorio. Proprio Baroti viene fermato da un imperioso Tomassetti a muro ed è 21-14 Sir. L’ace di Daldello vale il 23-15. È l’errore di Baroti a chiudere il parziale (25-16). Equilibrio alla ripresa del gioco. È il turno al servizio di Tamburo (con un ace) a dare il primo break ai suoi (6-3). Vujevic tira una diagonale stretta delle sue ed alla prima pausa obbligatoria i Block Devils sono ancora avanti (8-5). Milano commette qualche errore di troppo in attacco e Moretti deve ancora chiedere timeout con la Sir avanti 13-7. Al rientro in campo due muri consecutivi degli ospiti, uno di Raphael ed uno di Mattera, li riavvicinano nel punteggio (13-10). Sono però ancora gli errori gratuiti della Che Banca! ad allargare nuovamente la forbice (16-11). I bianconeri dal canto loro tengono bene in primo attacco e trovano il muro spettacolare di Petric si Di Manno che vale il 21-16. Un gran servizio di ‘Spacca’ Tamburo porta la Sir sul 24-18. Chiude un curioso punto di Petric direttamente dalla ricezione (25-19). Il terzo set vede subito i block-devils mettere il naso avanti, sfruttando un paio di errori diretti avversari (3-1). Petric va a bersaglio in contrattacco (6-3), imitato qualche scambio dopo da Daldello che, di seconda intenzione, forma l’8-4. Il gioco dei padroni di casa si mantiene fluido con i centrali Tomassetti e Corsini sugli scudi. Proprio ‘Tarzan’ Corsini ferma a muro la pipe di Vedovotto per il 15-10 Sir. Milano prova la rimonta con un positivo Raphael (20-17), ma è una doppietta di Petric a ristabilire le distanze (22-17). Corsini in primo tempo porta al match-point (24-19). Chiude un servizio imprendibile di ‘Drago’ Petric (25-19).
SIR SAFETY PERUGIA – CHE BANCA MILANO = 3–0
(25-16, 25-19, 25-19)
PERUGIA
: Tamburo 14, Petric 12, Tomassetti 7, Corsini 6, Daldello 4, Vujevic 3, Cesarini (L1), Belcecchi, Bucaioni. N.E. – Zamagni, Lattanzi, Bartoli, Fusaro (L2). All. Slobodan Kovac.
MILANO
: Thiago de Oliveira 9, Vedovotto 9, Di Manno 5, Beretta 5, Robbiati 3, Mattera 2, Cauteruccio (L2), Mercorio 3, Baroti 2, Angelov, Blasi. N.E. – Insalata, Durante (L1). All. Luca Moretti.
Arbitri: Gianluca Bertoletti (RM) e Marco Zavater (RM).
SIR SAFETY (b.s. 7, v. 5, muri 4, errori 9).
CHE BANCA (b.s. 10, v. 1, muri 4, errori 19).
(fonte Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 5, 2012 22:00