Città di Castello, vittoria con dedica a Bovolenta

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 26, 2012 18:30

Città di Castello, vittoria con dedica a Bovolenta

Dordei Alessandro

Alessandro Dordei

Si sapeva che a Loreto non sarebbe stato facile per la Gherardi Svi Città di Castello perché il cammino interno degli uomini di Fracascia (al Pala-Serenelli sono cadute sia Perugia che Castellana Grotte) è di tutto rispetto ma tutto pareva ancora più difficile dopo i primi due set nei quali i locali avevano espresso una buona pallavolo. Ma dal terzo set in poi s’è vista un’altra squadra, una squadra guidata dagli immensi Rosalba e Giombini, affranti e sconvolti, come tutto il mondo pallavolistico italiano, per la tragica scomparsa di Bovolenta ma capaci di onorare la sua memoria con una prestazione di livello stratosferico. Il pubblico di Città di Castello, accorso in massa a Loreto, ha potuto così festeggiare il successo della propria squadra al termine di una gara tirata in un palasport dove si respirano serietà, gentilezza e signorilità, quelle vera e non quelle di facciata. Il coach Andrea Radici sottolinea le difficoltà incontrate, a partire dall’assenza di Noda Blanco, e la capacità di reazione dei suoi ragazzi: «Non era facile gestire la gara perché la commozione è stata grande, nel pre-gara avevamo dovuto fare i conti con una situazione emozionalmente delicata che ha coinvolto in prima persona i nostri due grandi atleti Rosalba e Giombini, che hanno vissuto un’esperienza di quelle che toccano nel profondo. Poi c’è stata questa partita nella quale abbiamo subito perso le certezze grazie all’incisività a muro ed in battuta di Loreto. Ci siamo cominciati a tirare fuori già dalla seconda parte del secondo set, la frazione è stata persa ma il gioco ritrovato ci ha dato maggiore convinzione per il terzo, dove ci siamo rimessi in carreggiata del tutto, grazie anche all’ingresso di Dordei che ha disputato la sua prima vera gara in serie A2 con quelle caratteristiche migliori, sbarazzino in attacco e al servizio, attento e aiutato dai compagni in seconda linea. Il gap tecnico che si era creato a favore di Loreto si è ribaltato, il cambio palla è stato più facile, Visentin ha giocato una seconda parte di gara con acume tattico e qualità, poi Rosalba ha messo in pratica più volte, come è stato visto da tutti, il manuale del volley: tutto questo, assieme alla prestazione di Giombini al servizio, ci ha portato al tie-break. Dalla prima palla del quinto set non abbiamo mollato nulla e la frazione finale ha certificato i punti per la squadra che ha più cercato la vittoria». Un ingresso importante per il ventiduenne Alessandro Dordei che afferma:«C’era molta tristezza in campo per la perdita di Bovolenta, campione e amico fraterno dei miei due compagni di squadra Rosalba e Giombini. Abbiamo sofferto all’inizio, nei primi due set quando la squadra non riusciva ad esprimersi al meglio. Quando coach Radici mi ha chiamato ho pensato solo a dare tutto quello che avevo per aiutare i miei compagni. Ros mi ha dato tanti consigli preziosi per farmi concentrare sulla partita, soprattutto per i fondamentali di seconda linea. Già nel quarto set ho capito che ce la potevamo fare e quando è caduta l’ultima palla c’è stata un’incredibile euforia da parte mia. Guardando in faccia i miei due compagni, Rosalba e Giombini, mi è sembrato giusto dedicare la vittoria a Vigor Bovolenta. Ho visto veramente in tutti la voglia di vincere, avevamo gli occhi giusti e la grinta che ci contraddistingue, abbiamo dimostrato di essere una squadra che non molla mai. Se n’è accorto ieri anche il nostro pubblico che ci ha incitato nei momenti difficili». La preparazione dei biancorossi per il prossimo match interno contro Isernia, ultima di regular season al Pala-Ioan, riprenderà nella giornata di martedì. La telecronaca differita su Trg2 (in Alta Valle del Tevere canale 211 del digitale terrestre) della gara Loreto-Gherardi svi andrà in onda martedì 27 marzo alle ore 22,30 circa.
(fonte Città di Castello Pallavolo)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 26, 2012 18:30