Slobodan Kovac: «Una vittoria triste per Perugia»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 26, 2012 00:01
Kovac Slobodan (riflette)

Slobodan Kovac

Era stata una bellissima serata di festa per la Sir Safety Perugia. La netta affermazione casalinga nell’anticipo di sabato sera contro Atripalda aveva portato tre punti di capitale importanza per la classifica bianconera che hanno consentito, alla luce dei risultati maturati oggi pomeriggio, di mantenere invariate le distanze dalle inseguitrici. Con i cinque punti di vantaggio a due giornate dalla fine, ai block-devils manca davvero l’ultimo passo per raggiungere la promozione diretta. Per tutti questi motivi era giusto e doveroso festeggiare l’ennesimo tre a zero stagionale (il dodicesimo per la precisione). Ma la terribile notizia giunta nella tarda serata di ieri, la morte in campo di Vigor Bovolenta, ha spento l’entusiasmo ed il sorriso, lasciando spazio allo sconforto. Sentimento presente in tutti. Chi lo ha visto solamente giocare, chi lo ha affrontato come avversario, e soprattutto chi, come Goran Vujevic, Luca Bucaioni, Daniele Tomassetti, il direttore sportivo Benedetto Rizzuto ed in pratica tutto lo staff statistico e medico perugino, ha avuto il piacere di averlo fianco a fianco. E il primo pensiero di Slobodan Kovac, tecnico di Perugia, in questa domenica, va proprio al grande Bovo: «Sono estremamente triste per la prematura scomparsa di Vigor, giocatore che non ho mai avuto come compagno di squadra, ma che ho affrontato tante volte da leale e fortissimo avversario. Il mio pensiero va adesso alla famiglia, in particolare alla moglie ed ai quattro bambini. Quella di ieri doveva essere una serata di festa per noi, invece siamo tutti sconvolti perché, quando succedono tragedie del genere, tutto passa in secondo piano». È vero. Parlare oggi della vittoria con Atripalda è difficile. Ci prova lo stesso Boban. «Ieri sera siamo stati bravi a tornare ad esprimere il nostro gioco dopo la sconfitta di Molfetta. La squadra ha reagito bene al cospetto di un avversario che è venuto a Perugia per cercare di raggiungere il suo obiettivo che è la salvezza e che è stato difficile da affrontare. Devo dire però che abbiamo condotto il match per larghi tratti, soffrendo solo i turni al servizio di De Paula, offrendo una prestazione di livello sotto il profilo tecnico-tattico e cogliendo alla fine un ottimo risultato». Le vittorie odierne di Castellana Grotte e Molfetta hanno mantenuto la stessa classifica in vetta, con una gara in meno da giocare. Ma per Kovac tutto questo conta davvero poco. «Cosa cambia per noi? Assolutamente nulla! Abbiamo sempre cinque punti di vantaggio e due partite da affrontare. Due partite difficili, contro due avversari che devono raggiungere i loro obiettivi, ma due partite che siamo in grado e che cercheremo di far nostre. Anche noi scenderemo in campo per un obiettivo e questo ci carica a mille. Mancano due punti per la matematica? Adesso questo discorso non mi interessa».
(fonte Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 26, 2012 00:01