David Lensi: «A Città di Castello ci si forma»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 19, 2012 18:30

David Lensi: «A Città di Castello ci si forma»

Lensi David

David Lensi

Continua a perseguire obiettivi di crescita la Gherardi Svi Città di Castello di serie C maschile, ossia la formazione che rappresenta il vivaio del club tifernate. Gli elementi migliori del settore giovanile lavorano sotto la guida del tecnico Francesco Brighigna che prepara il futuro dei biancorossi nella speranza di garantire un ricambio alla prima squadra. Tra i biancorossi che hanno evidenziato già delle qualità c’è il libero David Lensi che conferma: «Sapevamo che questa stagione sarebbe stata difficile anche se a dire la verità le aspettative iniziali erano migliori, il nostro obiettivo era ed è quello di acquisire esperienza e di puntare ad una posizione intorno alla metà classifica. Adesso, vista la nostra situazione, per raggiungere la salvezza è stato importante uscire vincenti con risultato pieno dallo scontro diretto contro Acquasparta di ieri. La squadra a inizio stagione è partita col piede sbagliato, dall’ inizio del girone di ritorno invece sono arrivati alcuni risultati più propositivi». Il libero può vantare in questa stagione già diverse presenze in serie A2 esperienze che sta accumulando con stimoli enormi. «E’ una occasione fantastica, mi ha aiutato moltissimo a crescere sia a livello di pallavolo che mentalmente. Di questo devo ringraziare tutti i compagni di squadra che mi danno sempre dei consigli e correggono i miei errori rendendomi più sicuro, devo ringraziare la società e il coach Andrea Radici che mi hanno dato questa opportunità per questo anno e, incrociando le dita, per i play-off. Spero di poter continuare ad allenarmi nella prima squadra anche il prossimo anno». Tra i giocatori professionisti che si allenano al Pala-Ioan quelli da prendere a riferimento sono tanti ma con qualcuno ha legato maggiormente. «Diciamo che ho un rapporto speciale con Sergio Noda Blanco che spesso in campo mi carica e mi da dei consigli, non da meno però sono Giombini e Rosalba. Io però cerco di apprendere i consigli che arrivano da chiunque, perché tutti hanno più esperienza di me e possono insegnarmi cose nuove. Forse Di Benedetto è quello con cui ho legato di più con cui mi sono allenato qualche volta anche l’anno scorso».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 19, 2012 18:30
  • xxx

    Alla meravigliosa società sportiva di castello, perla della pallavolo umbra, luce e faro per tutte le società pallavolistiche di questa regione, consiglio di far crescere i suoi giovani, oltre che tecnicamente, anche spiritualmente. Ci sono valori imprescindibili in questo sport, in primis,quello del rispetto dell’avversario. Non basta indossare una casacca per essere campioni. E se chi è alla guida, è il primo che non si accorge della deriva egocentrica dei suoi giovani e virgulti atleti, ecco che il danno è fatto. Prima o poi, qualcuno che insegna come si sta in campo, lo troveranno. Good luck champions.