Geriatria Volley vince… il premio fair play

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 28, 2012 16:30

Geriatria Volley vince… il premio fair play

Valocchia-Tei (muro)

Riccardo Valocchia e Francesco Tei a muro

Va in archivio con piena soddisfazione di tutti il campionato regionale Master maschile che ha visto disputare la sua sesta ed ultima giornata. Un bilancio positivo per il Cus Perugia Geriatria Volley che ha archiviato questa esperienza con un’unica vittoria ma, quel che più conta, anche con un solo infortunio, quello di Fabrizio Pochini che si è aggiudicato l’ambito del Menisco d’Oro avendo disputato una sola gara, ma molto articolata. Menzione speciale anche per Brunetti e Mazzucato che hanno ricevuto l’attestazione Salto un Turno. Di notevole apprezzamento il premio fair-play che è stato attribuito alla squadra di Perugia, unica compagine a non aver subito sanzioni disciplinari non avendo ricevuto cartellini. Ma il riconoscimento è stato assegnato anche per la generosità manifestata regalando in conclusione di competizione il sorriso alla Old Lions West Coast Trasimeno Castiglione del Lago, evitando così quelle patetiche discussioni animate che tanto avevano impressionato all’andata. Hanno dunque fatto incetta di ricompense i perugini che in questo torneo sono risultati i più corretti e professionali tra i partecipanti. Per quanto concerne la partita va detto che al fischio d’inizio un numero record di spettatori, ben sei nonostante la giornata feriale, assiste alla fuga dei padroni di casa che scappano (4-1). La notizia fa subito il giro del lago ed al Pala-Rosselli le presenze raddoppiano in un amen. Il contesto galvanizza capitan Tei che comincia a trascinare gli ospiti alla rimonta e, in un momento di massima esaltazione, lo porta ad effettuare sotto la tribuna una rovesciata di piede in perfetto stile olimpico (9-9). Tra i locali Rossi sfodera il più ampio ventaglio di pallonetti di fine secolo, ma Cerboni, pur tenendo fermi i piedi, si piega incredibilmente sulle ginocchia ed intercetta tutte le traiettorie in difesa. Tocca poi a Spagnolli trasformare i palloni in attacchi vincenti (18-18). Il match è molto acceso agonisticamente ma c’è spazio anche per un gesto di estrema apertura a terra tra Vanni, che invade il campo avversario in maniera del tutto naturale, e Tei che lo abbraccia (sbagliando però il verso). Dopo il simpatico siparietto gli uomini di coach Fiscella accelerano e vanno a raddoppiare. Alla ripresa i padroni di casa sfruttano il gioco estroso del regista Calzini che con repentini cambi di mano confonde gli avversari, a nulla valgono i colpi di cazzotto di Cavallucci (12-7). Il margine viene mantenuto sino al 20-15 ma poi l’ingresso dell’unico vero talento del palleggio rimette in sesto la frazione ed i geriatri sorpassano sul 22-23. E’ un rilassamento nel rush finale a determinare la parità. Nel terzo frangente Castiglione del Lago scava subito il solco con Volpi (7-3). Gli errori dei biancorossi non consentono di recuperare sino al secondo time-out tecnico, ma la partita perde ogni credibilità quando Carloncelli passa ad alzare e Calzini ad attaccare. Il gioco di banda del Perugia si sblocca e diventa più fluido riuscendo ad impattare sul 18-18. L’impresa da coraggio agli ospiti che allungano in maniera perentoria con Giri e siglano il nuovo vantaggio. Il quarto periodo mostra il volto peggiore di questo sport che parte con spaventose ‘ditate’ di Carloncelli a cui rispondono colpi di pugno di Fogu (9-9). L’inerzia non cambia per tutta la durata del set che pone in evidenza Vanni e Cavallucci, oltre ad un mucchio di svarioni di notevole fattura (21-21). Gli Old Lions conquistano due palle set e alla seconda occasione Volpi rimanda il verdetto. Al tie-break Geriatria Volley si porta al comando di un paio di lunghezze che incrementa dopo il cambio di campo (7-10). A quel punto, con la malefica rotazione in P1, arriva il passaggio a vuoto che non ti aspetti e la situazione si rovescia (12-10). Nel batti e ribatti finale dove le azioni scottano i felini del Trasimeno giocano il jolly a muro ed azzeccano la svolta magicamente. I giochi di prestigio affascinano Perugia e nel post gara Fabio Coletti si esibisce al pub del Pito dove nessun trucco viene svelato…. né capito.
OLD LIONS WEST COAST CASTIGLIONE DEL LAGO – CUS PERUGIA GERIATRIA VOLLEY = 3-2
(21-25, 25-23, 20-25, 25-23, 15-13)
CASTIGLIONE DEL LAGO
: Volpi 17, Vanni 11, Cappellacci 7, Lovari 7, Rossi 7, Calzini 3, Carloncelli 3, Nafissi. All. Damiano Pippi.
PERUGIA
: Cavallucci 16, Spagnolli 14, Valocchia 7, Fogu 6, Cerboni 5, Tei 2, Rogari (L), Giri 5, Coletti 4, Capparrucci 2, Aglietti 2. All. Franco Fiscella.
Arbitro: Armando Cammarano.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 28, 2012 16:30
  • giorgio

    finalmente per Gnolli uno score degno della sua fama…