Gherardi Svi Città di Castello corsara a Milano in gara-due

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 22, 2012 02:11

Gherardi Svi Città di Castello corsara a Milano in gara-due

Giombini Leondino (attacco)

un attacco della Gherardi Svi Città di Castello con l'opposto Leondino Giombini

La Gherardi Svi Città di Castello espugna il taraflex del Centro Pavesi e si porta sul 2-0 nella serie contro Che Banca! Ora per i biancorossi c’è la gara interna di mercoledì prossimo per chiudere i conti. Le due squadre scendono in campo coi sestetti annunciati: negli umbri rientra Noda Blanco in sestetto mentre nei milanesi l’opposto è Baroti con l’ex Di Manno che va in panchina. In tribuna ci sono una cinquantina di tifosi di Città di Castello con bandiere, striscioni e tamburi. Il primo servizio è dell’ex Vedovotto, il primo punto di Piano (0-1). Risponde Robbiati e Baroti sigla il 2-1. Noda Blanco in pipe pareggia sul 3-3 col suo primo attacco vincente dopo l’infortunio. Il diagonale di Baroti porta Che Banca! sul 6-4, Giombini accorcia le distanze, ancora Robbiati per il 5-7. Il mani out di Vedovotto manda le due squadre al primo time out tecnico sul 6-8. La parità è regalata da una palla out di Raphael (8-8), il doppio vantaggio biancorosso da altri due errori, questa volta di Baroti (9-11). Coach Fumagalli ferma allora il gioco ma al rientro un ace di Giombini e uno slash di Visentin allargano ancora il gap (9-13). Il turno in battuta dell’opposto marchigiano dà l’impronta a questa fase del set, è ancora ‘Giombo’ a sparare dalla seconda linea la palla del 10-16, dopo una spettacolare difesa di Lehtonen prima e Visentin poi. Dopo un altro ace, questa volta di Lehtonen, la panchina di casa chiama ancora il time out (11-18). Due punti di Baroti riavvicinano i locali (13-18), Noda Blanco è impalcabile per il mani out del 13-19. L’opposto ungherese riporta ancora sotto Che Banca (16-19), ci pensa Giombini a portare a quota venti (contro 16) i ragazzi di Radici. Un muro di Mattera e un errore di Lehtonen riducono a una sola lunghezza il vantaggio tifernate (20-21). Capitan Rosalba, però, non ci sta ed inchioda la seconda linea di Baroti (20-23), Giombini piazza un altro ace (20-24). Il set lo chiude un pallonetto di prima intenzione di Visentin (21-25). Si riparte nel secondo set con Noda Blanco al servizio e col punto di Beretta (1-0). C’è parità tra le due squadre fino all’ace di Baroti (5-3), che è il più pericoloso dell’attacco milanese. Noda Blanco pareggia con un servizio vincente (7-7), il punto dell’8-7 è di Raphael. Va avanti di tre punti Che Banca (11-8) con Raphael e il muro su Rosalba. Gli ospiti recuperano palla con Giombini e si avvicinano grazie all’errore di Baroti (13-10). Al secondo time out tecnico i ragazzi di Fumagalli mantengono il vantaggio di cinque punti acquisito col turno in battuta di Raphael (16-11). I tifernati tentano di rientrare con la palla messa a terra da Noda Blanco (19-15) ma non riescono più a forzare il servizio come nel primo set e vanno sotto (22-16). Raphael, micidiale in questa frazione, sigla l’ace del 24-16 poi l’errore in attacco dei tifernati porta il punteggio sull’1-1 (25-18). Città di Castello subito avanti nel terzo set (0-2) con Piano e l’errore di Vedovotto. Le schiacciate di Giombini e un paio di belle difese ben concretizzate mandano avanti i biancorossi al primo time out del terzo set (5-8). Un muro stratosferico di Lehtonen sulla seconda linea di Baroti e un’invasione sottorete di Beretta portano i tifernati sull’ 8-12, Noda Blanco spara poi una devastante pipe (8-13). La partita diventa una battaglia (14-10, muro di Lehtonen), Beretta risponde subito in primo tempo (14-11). Baroti sbaglia poi il servizio del 12-16 alla seconda sosta tecnica e al rientro un muro passivo e una difesa di Romiti vengono concretizzati da Noda Blanco (17-12). Andrea Radici chiama time out sul 17-14 dopo un ace di Vedovotto che sbaglia poi la battuta del 15-18. La battuta di Noda Blanco costringe all’errore in attacco Raphael (15-19 e time out Fumagalli) poi una difesa dello stesso spagnolo è trasformata nel 15-21 da Giombini. Per tentare di invertire la rotta ,coach Fumagalli toglie Baroti ed inserisce l’altro ex, Enzo Di Manno. Tuttavia Rosalba riapre il manuale del volley per la palla del 16-23 e Noda Blanco guadagna sei palle set: ne basta una perché è ancora il capitano a mettere il sigillo alla frazione. Rosalba apre il quarto set con una diagonale vincente, Giombini doppia a muro su Raphael (0-2) e schiaccia lo 0-3. Fumagalli ferma subito il gioco ma serve a poco perché Piano non fallisce l’attacco dell’1-4. Giombini spara un altro ace (2-6), Lehtonen non sbaglia la palla del 3-7 poi un ace fortunoso di Baroti dà fiato alle speranze milanesi. Noda Blanco trova il mani out del 5-8 poi Visentin è il più lesto a chiudere un contrasto a rete (5-9) e Giombini concretizza una difesa con la palla del 5-10. Quando Raphael mette out il punto del 6-12, coach Fumagalli chiama un altro time out discrezionale ma Noda Blanco allunga ancora il vantaggio biancorosso (6-13). Un errore di Raphael regala l’8-15 ai tifernati che sono avanti 9-16 alla seconda sosta tecnica e 11-19 dopo la botta dalla zona due di Giombini. Un sussulto milanese è firmato da Raphael (14-21) ma l’errore in battuta di Vedovotto è mortifero (14-22): Piano schiaccia il 16-23 poi Giombini conquista ben sette palle match. Raphael e Baroti ne annullano tre ed allora Andrea Radici chiama time out. Al rientro il brasiliano piazza un’altra battuta vincente e Baroti accorcia ancora (22-24), prima di fallire il servizio della vittoria biancorossa.
CHE BANCA MILANO – GHERARDI SVI CITTA’ DI CASTELLO = 1-3
(21-25, 25-18, 18-25, 22-25)
MILANO
: Baroti 18, Raphael 15, Vedovotto 13, Beretta 9, Robbiati 5, Mattera 3, Durante (L), Mercorio, Angelov, Di Manno. N.E. – Blasi, Cauteruccio (L2). All. Marco Fumagalli.
CITTA’ DI CASTELLO: Giombini 22, Rosalba 14, Noda Blanco 13, Piano 5, Lehtonen 5, Visentin 4, Romiti (L), Di Benedetto, Vigilante. N.E. – Dordei, Marini, Nardi. All. Andrea Radici.
Arbitri: Pozzato (Bz) e Carrara (Go).
Milano (b.v. 6, b.s. 17, muri 10, errori 12).
Città di Castello (b.v. 6, b.s. 16, muri 4, errori 7).
(fonte Città Di Castello Pallavolo)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 22, 2012 02:11