La Casa del Lampadario Ellera vola in serie C

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 30, 2012 00:01

La Casa del Lampadario Ellera vola in serie C

Casa del Lampadario Ellera (promozione)

il team della Casa del Lampadario Ellera con la maglietta celebrativa della vittoria della serie D femminile

Al termine di una stagione entusiasmante vissuta costantemente nelle posizioni di vertice del campionato di serie D femminile la Casa del Lampadario Ellera conquista il primo posto matematico in classifica e la conseguente promozione nella massima categoria regionale. Sabato sera davanti al caloroso pubblico amico la squadra del tandem tecnico Merenda-Barluzzi aveva il compito di assicurarsi l’ennesima vittoria, anche da soli due punti, per avere la certezza aritmetica dell’ottenimento del grande obiettivo stagionale; vittoria e promozione sono arrivate in modo netto ed eclatante con la consapevolezza delle grandi squadre e fra il tripudio e la gioia di tutti. La gara è stata breve ed il punteggio inclemente; il povero malcapitato Volley Ball Tiferno si è trovato davanti una formazione stracolma di motivazioni con la voglia di mettere entrambi i piedi in serie C. Nulla da rimproverare all’impegno delle atlete di Città di Castello ma la serata non avrebbe potuto prevedere altro epilogo e di questo tutti erano fortemente convinti tanto che, all’insaputa delle giocatrici e dello staff tecnico, la società aveva già organizzato una festa con copioso rinfresco per i tifosi accorsi a sostenere le ‘pandine gialle’. Il tre a zero finale è il quindicesimo in una stagione fatta di soli risultati utili (le uniche tre sconfitte patite, tutte al tie-break, hanno comunque portato punti nel carniere delle ellerine) e di un crescendo di consapevolezza e soddisfazioni raccolte nei palazzetti di tutta la regione; mai infatti la squadra del presidente ‘Bario’ Biancalana è stata piegata in modo netto da alcuna formazione ed il risultato raggiunto premia meritatamente la compagine che più di tutte ha saputo gestire le insidie di un campionato così difficile contro numerose concorrenti attrezzate ed agguerrite. Si potrebbe dire che l’esperienza in questi casi la fa da padrone e allora le due finali per la promozione perse negli ultimi due anni andrebbero considerate come il sofferto viatico per il successo, un successo che assume il sapore di una rivincita. Ma si può anche parlare di una società sana, gestita da gentiluomini, appassionati e competenti, amanti dei veri valori dello sport ed in grado di trasmetterli alle atlete prima ancora delle proprie ambizioni; gentiluomini, appunto, che hanno saputo mantenersi vicini senza essere invadenti, che hanno avuto la sensibilità di coinvolgere ‘vecchie’ atlete nel riuscito scopo di gestire al meglio i rapporti fra società e giocatrici, che hanno saputo spegnere i facili entusiasmi e insieme infondere tranquillità e passione nei momenti bui. E poi si deve raccontare di un allenatore, Francesco Merenda, che ha condotto da consumato nocchiero le proprie atlete fra le tipiche traversie di una lunga stagione; infortuni, assenze, dubbi e momenti di delusione sono stati trasformati in energia positiva e trasferiti in elementi tecnici e tattici di primo livello; lui fra tutti a dimostrare che si possono incassare due grandi delusioni senza mai perdere lo spirito vincente e la voglia di raggiungere l’ambito traguardo. Al suo fianco Elisa Barluzzi al primo incarico da vice-allenatore che con il mitico ‘braccio rotante’ ha messo spesso in crisi le più esperte tecniche di difesa delle ellerine; con loro un gruppo di ragazze speciali capitanate da Sara Caserta, simbolo del legame cementato fra atlete e società durante le ultime annate e assoluta punta di diamante in campo. I loro nomi sono Mariolina Ausiello, Elisa Bellucci, Caterina Bettucci, Lucia Cintia, Carla Fora, Elisa Macioni, Aurora Messineo, Carolina Molinari, Alice Ragnoni, Alessandra Serru, Laura Tanci e Federica Zucchetti, tutte allo stesso modo partecipi del trionfo e meritevoli dei ringraziamenti sinceri della società. Rimane ancora un piccolo tassello per completare lo storico mosaico: sabato sera a Todi c’è infatti l’ultimo impegno in campo per le ‘pandine gialle’ prima dell’obbligato turno di riposo, occasione per tutti i tifosi per venire a festeggiare la meritata vincitrice del campionato.
(fonte Polisportiva Ellera)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 30, 2012 00:01