La Ediltermica Narni passeggia sul Serramanna

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 15, 2012 10:44

La Ediltermica Narni passeggia sul Serramanna

Marini Elisa (attacco)

un attacco della opposta Elisa Marini

Un turno di attesa, quello di sabato nel girone G del campionato di serie B2 femminile: la Ediltermica Narni si è sbarazzata agevolmente in tre set della Nuova Serramanna e, quasi contemporaneamente, Olbia ha fatto altrettanto con il Fondi. La classifica vede sempre al comando le biancorossoblu narnesi con cinque punti sulle sarde che, al prossimo appuntamento, saranno in trasferta a Roma. Meno arrendevole ancora pare però l’avversario della Ediltermica che sarà in trasferta ad Anguillara per sfidare la terza forza del campionato. Non sarà un turno tranquillo come quello appena trascorso non solo perché l’Anguillara non è Serramanna ma anche perché con i suoi 50 punti in classifica è scontato che le laziali vogliano tentare il sorpasso su Olbia che di punti ne ha 53 e che sarà l’avversario di turno nella penultima giornata di campionato. Insomma, come già nel girone di andata, anche adesso Anguillara si staglia sulla strada delle narnesi. Ma allora fu proprio la gara con le laziali che lanciò le narnesi e, se è vero che la storia è fatta di eventi che si ripetono… staremo a vedere. Intanto è stata archiviata una partita che per le prime della classe è stata sì e no un buon allenamento. Troppo diversi i valori in campo perché le narnesi potessero temere uno scivolone. Sin dal primo set la gara è stata controllata agevolmente da capitan Quondam e compagne e per le sarde è stato possibile soltanto arrivare a 16 punti. Si sono viste le solite bocche da fuoco (Marini su tutte, ma anche Borelli, Palomba, Favoriti e la stessa Quondam), molto apprezzate il libero Andreani e la palleggiatrice Campana. E in una partita così era scontato che avesse spazio anche la panchina. Poco, per la verità, per tutte.
EDILTERMICA NARNI – NUOVA SERRAMANNA = 3-0
(25-16, 25-13, 25-14)
NARNI: Marini 16, Borelli 11, Favoriti 9, Palomba 8, Quondam 6, Campana 5, Andreani (L1), Rosa 2, Romanelli 1, Testarella, Minutella, Troiani, Valenti (L2). All. Mario Campana.
SERRAMANNA: Pereira 10, Speziga 4, Caddeo 3, Castorella 3, Mura 2, Deidda, Atzori, Bettas, Gariazzo. All. Alessandro Camedda.
Arbitri: Laura De Siati e Pierfrancesco Pascasio.
(fonte Pallavolo Narni)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 15, 2012 10:44
  • Verita’

    finalmente troviamo un punto di accordo, non ho mai detto che dovessero giocare titolari, ma che dovevano giocare di piu’. E questo non e’ stato fatto, sfido chiunque a dire il contrario.In molte occasioni potevano giocare tranquillamente, senza compromettere il risultato (anzi secondo me potevano anche migliorarlo). Cmq basta polemiche, il Narni ha vinto, onore al Narni.

  • atnavon

    allora mi dici chi avrebbe dovuto giocare? io credo che solo rosa e minutella siano pronte a questa categoria… da tifoso e sportivo concordo con te sul valorizzare le giovani ma non significa giocare titolari essere valorizzate.
    E’ vero Quondam e Marini non sono più delle bambine e allora? dovrebbero lasciare spazio alle giovani e non giocare più… la panchina non sarebbe giusta nemmeno per loro, e credo che non sia questione di età giocare o meno!!! sicuramente alcune partite qualcuno avrebbe potuto avere più spazio non lo metto in dubbio….

    l’obbiettivo del campionato a quanto ho capito era quello di vincere per rilanciare la squadra dopo due retrocessioni… poi quando giochi con la prima in classifica ci sta che stai in panchina… forse allora se questo non stimola tutti senza che venga vista come un’offensa è meglio andare in una società dove non è tanto la classifica che conta ma la crescita delle giovani che vengono messe in campo solo per fare esperienza e non risultato come fa il club italia per esempio oppure fare un campionato di serie D o C….acquistare esperienza e riproporsi poi in B!!!

    cmq vorrei solo fare i complimenti a tutte le ragazze!!! tutte!!!

  • Verita’

    atnavon, mi dispiace, ma non sono proprio d’ accordo con te.
    -Per quello che riguarda i settori giovanili del Narni staremo ad aspettare i risultati del futuro, ma non credo ci sia nulla di buono, chi la fa la giovanile, Vitelli? Dai su.
    -L’eta’ media della b2 di Narni e’ bassa? Non credo, con Quondam e Marini, sono altre le squadre che possono dire di avere un eta’ media bassa. Sicuramente non sono pensionabili, ma non sono neanche giovani. Anno di conferma per chi? Per chi ha gia’ vinto lo stesso campionato tre anni fa,quando avevano meno esperienza e piu’ difficolta’? Ma per favore.
    Il prossimo anno le piu’ piccole avranno piu’ spazio? Se fanno la serie C, forse..Ma io se fossi in loro non rimarrei, soprattutto se non cambia allenatore.

  • atnavon

    -concordo sul ragionamento delle giovanili, è palese che da qualche anno il vivaio manca ma ti assicuro che almeno a narni ce la stanno mettendo tutta per ripartire proprio dalle più piccole…certo i risultati si vedranno alla lunga!
    – Barbolini è arrivata a narni piccolissima e ammettendo che scorra in lei il sangue del talento di certo non era già forte…credo che Scaccia e Allegrini siano stati fondamentali nella sua formazione
    – le 25enni in questione Andreani Campana Favoriti hanno esordito a 17 anni circa in serie B… ora le vogliamo già mandare in pensione? non credo proprio…l’età media di questa squadra è molto bassa ed è da apprezzare… per molte di loro questo è stato un anno di conferma! sono sicura che il prossimo anno le più piccole grazie anche all’esperienza acquisita avranno più spazio!!!

  • Nemino

    atnavon capisco che sei tifoso del narni, ma non sparare cacchiate.
    -A 25 anni non sei piu’ giovane, e da un bel pezzo pure.
    Misa’ che sei rimasto un po’ indietro nei tempi. Sei giovane quando ancora hai dei campionati giovanili da giocare, e non ho mai sentito di un under 25.
    -La Barbolini cresciuta nel vivaio Narnese? Mi sfugge qualcosina..forse intendi che e’ venuta a giocare qui da giovanissima, ma gia’ forte…
    -Le societa’ che selezionano i giovani non sono nella provincia di Terni, ma nel Perugino, e qui mi sembra che Ternana e Pallavolo Narni nel giovanile non abbiano risultati, anzi. Societa’ molto piu’ piccole come Bosico, Arrone, Orvieto ottengono risultati migliori nel giovanile da anni, segno del pessimo lavoro che si svolge nelle due piu’ grandi societa’ femminili del ternano con le piccoline.

  • atnavon

    e poi rileggendo qullo che ha scritto 🙁 perchè la panchina nn sarebbe dovuta arrivare a fine anno? si sono comportate da professioniste come giusto sia per una squadra di b2 che punta a vincere il campionato… come si sono comportate da professioniste le sette titolari come le chiami te!!!! non ho capito le giovani che tanto hanno bisogno di crescere se ne dovevano andare perdendo la possibilità di vincere un campionato, allenarsi con un gruppo che gioca in serie B2 primo in classifica, avere la possiilità di disputare partite di B2? per fare cosa?
    ma non importa perchè evidentemente chi parla non è uno sportivo!!!!

  • atnavon

    oltre a testarella tra le giovani del vivaio ci sono anche campana e andreani (classe ’87 ) che hanno esordito in prima squadra circa dieci anni fa!! Ricordo anche che la stessa Barbolini è cresciuta nel vivaio narnese!!!! E nella ternana le gemelle scarpa e l’ alzatrice petrelli (classe 86) arrivano dalle giovanili della medesima squadra!!!! non capisco a 25 anni non si è più giovani???????
    Probabilmente la voglia di fare sport seriamente oggi non ce l’hanno molte persone e anche questo è da tenere in conto.
    Vedo poche giovani con la voglia di sacrificarsi per una passione che evidentemente tanta passione non è, ma troppi genitori pronti ad aprire bocca… lo sport può essere una grande scuola di vita… allora diamo ai nostri figli la possibilità di affrontare questa scuola autonomamente senza intervenire ogni volta che vediamo qualcosa a noi non va bene? tutti vorrebbero vedere i propri figli sempre in campo ma non è lamentandoci che li aiutiamo a capire ed accettare che non è sempre possibile… non sta scritto da nessuna parte che tutti debbano giocare… certo non parlo delle giovanili… dove cmq le squadre che puntano al settore giovanile come dite voi spesso creano dei gruppi selezionati dove solo le migliori atlete vengono valorizzate!!!
    quindi secondo me il ruolo dei genitori è quello di far capire ai propri figli che se vogliono fare sport ad un certo livello devono impegnarsi al massimo in palestra, in campo e in panchina amando quello che stanno facendo con la certezza che in uno sport come la pallavolo l’impegno e la metodicità sono elementi necessari per diventare delle atlete a prescindere dalla categoria!!!!

    io sono la prima a dire di puntare sui giovani…lo devono fare non solo le società ma anche i genitori!!!!

  • osservatore esterno

    L’importante è PUNTARE nel settore giovanile e, basta vedere le due più importanti società della provincia PALLAVOLO NARNI e TERNANA per rendersi conto di quello che state dicendo. Risultati sportivi del settore giovanile “0”, giocatrici in campo del settore giovanile in campo nella prima squadra “0”, seconde squadre con giovani in campo “lasciamo stare”

  • :(

    Povero e piccolo osservatore!!!!!

  • osservatore

    soddisfazzioni,osservazzioni….mai visto così violentato l’italiano.
    Chiacchiere a zero, chi ha qualcosa da dire lo dica in faccia e non si nasconda dietro in nick.
    Giuliano Petracchini

  • allenatore

    vorrei una sola risposta: chi sono le atlete provenienti dal settore giovanile del narni?

    no palomba no favoriti no rosa no minutella, ecc ecc ecc
    voi avete testarella………punto……..

  • ALESSIA

    non capisco il motivo per cui quando un genitore dice la sa va bene…. e quando noi diamo il nostro pensiero dobbiamo essere contestate!!!!!
    Io ho detto solo la mia e sono molto rispettosa verso i genitori che fanno sacrifici e che aspettano anche 2 ore fuori dalle palestre la sera alle 10 dopo gli allenamenti, non credo di aver offeso nessuno ho detto solo la mia … e questo può starvi bene o no come voi avete detto, ho dato il mio parere.
    Sono contentissima della squadra e delle compagne e di tutta la dirigenza, lasciateci godere questo momento e se offeso qualcuno scusate non era mia intenzione farlo. Basta questa polemica non fa bene a nessuno!!! ne alle “titolari” ne alla “panchina”. Credete che tutte queste contestazioni indirette nei confronti di chi invece gioca siano giuste?????

  • :(

    E’ certo che i genitori incoraggiano i propri figli/e a dare il masssimo in palestra!!!! come lo fanno nella vita, tutti i giorni!!!! altrimenti scusami… la panchina non esisteva già piu’??? non pensi?? chi ti dà questa convinzione che un genitore non debba dire la sua??? ma che modo è!!

    Sicuramente a parlare è una titolare!!! ti chiedo: ti è piaciuto quando chiuso il set a 8, ti sei girata verso le tue compagne in panchina e, magari hai scorto un minimo di delusione nei loro occhi 🙁 (è umano sai!!) penso piuttosto che te ne sei fregata!!! mentre la panchina, sempre MOTIVATA e STIMOLATA dai loro GENITORI, a differenza, si sono alzate e, ti hanno fatto i complimenti e hanno esultato con sincerità con te e tutta la squadra, dimenticandosi di aver fatto la panchina, e, comportandosi da vera atleta, sai questo atteggiamento è dovuto dall’insegnamento dei GENITORI 🙂 per ciò a loro faccio i miei complimenti 🙂 ti chiedo cortesemente, non li criticare, siete arrivate a fine campionato avendo ancora, tutta la panchina!!!!!!!!!!

    Gli ESTERNI come dici 🙁 sono i genitori di quei figli che scaldano con il didietro la panchina e, scusami se avrebbero il piacere, di vederle scendere in campo anche se per poco 🙂 sono genitori come i TUOI sai!! 🙂 me li immaggino che soddisfazione che provavano quando entravi in campo!! quella è mia figlia!! sapessi quanto è brava!!!! bla bla bla!!
    Dal genitore io, non ho letto una critica, ma una OSSERVAZIONE 🙂

    Vi faccio i (miei)complimenti di cuore, per il bellissimo campionato e per le grandi soddisfazioni che avete dato a tutta la società, bravissimissime.

    Chi vi saluta è un genitore.

  • pro-genitori

    Cara Alessia dovresti essere più rispettosa con i genitori e ricordarti che grazie a loro ancora ti diverti ” penso ” e tante altre iniziano a divertirsi, ben vengano i genitori che portano i figli al volley e se fanno un commento ogni tanto “sbagliato o no che sia” si può anche accettare visto che i sacrifici il più delle volte sono loro a farli, saluti.

  • tigre

    Come dice jack penso che l’unica cosa che vada detta adesso sia un semplice brave ragazze, brave xche giorno dopo giorno sudate e continuate a lavorare per raggiungere un obiettivo! Io penso che la polemica non ha mai un senso tanto meno quando non é costruttiva come ora!!
    Personalmente penso che un genitore debba solo incoraggiare il proprio figlio/a a dare sempre il massimo, in palestra come anche nella vita! Gli allenatori con i loro pregi e i loro difetti studiano per fare questo mestiere, sbagliano anche, ma questo non giustifica esterni, come un genitore, a dare giudizi sul lavoro e sull’operato di altri senza avere le conoscenze per farlo. Poi ripeto, tutti possono sbagliare, siamo umani, come lo é un’allenatore, come lo é una giocatrice, come lo siamo tutti!
    Io non ho figli, ma se fossi genitore a mio figlio direi di non risparmiarsi mai, di dare sempre il massimo, di non accontentarsi, di non accontentarsi del facile e di lavorare per ottenere ciò che é più difficile! Qst é quello che i miei genitori hanno fatto con me, e ora dopo anni di sacrifici, di gioie e di dolori e di gavetta sono qui e con le mie compagne e amiche sto lottando x conquistarmi qst campionato!! Forza ragazze siamo un gruppo di 13 ottime giocatrici.. diamoci dentro!!

  • diamo i numeri ?

    10 su 13 provenienti dal settore giovanile ?
    Quondam
    Campana
    Andreani
    Testarella
    Troiani
    Valenti

    e chi sarebbero le altre 4 ?

  • Trisavolo

    Genitori in tribuna e zitti, pensate di fare il bene dei figli imboccandoli così? Figli viziati a casa a giocare con le bambole e/o chattare su internet. La pallavolo è per altre persone. Per tutto il resto c’è il calcio.

  • Jack

    gli sforzi del passato non sono solo da parte degli allenatori, ma anche delle atlete del passato, quelle atlete che hanno fatto panchina, gavetta e spesso si sono sentite messe da parte per questo. provate a mettervi anche un pò nei nostri panni, non è bello sentirsi dire certe cose. se gioco male sono la prima a dire di meritarmi un cambio, ma non posso essere criticata (perchè indirettamente è quello che state facendo) perchè mi merito di giocare o gioco troppo , non esiste…. non credo sia una colpa il fatto che quest’anno l’allenatore abbia avuto un’annata “semplice” dal punto di vista della squadra, e gli infortuni dello scorso anno li tiro fuori io, perchè è un dato di fatto che ci sono stati periodi in cui la squadra è rimasta in 6\7 persone. probabilmente avrebbero giocato ugualmente tutte le ragazze o forse no, ma non c’è dubbio che gli allenatori siano diversi ed ognuno abbia un suo metodo o un suo obbiettivo. siamo in vetta alla classifica di questo girone, lasciateci godere di questo momento e di quello che verrà nelle prossime 2\3 partite!

  • Il bisnonno

    No caro nonno, non hai capito. Non ho detto assolutamente che Narni non sa crescere le giovani, stai attento. Ho detto che quest’ anno non lo fa. In b1, anche l’ anno scorso, le riserve che hanno adesso in b2 giocavano di piu’. Cos’e’, prima erano pronte e adesso no? Ti rispondo io, e’ che il coach dell’ anno scorso era molto differente da quello di quest’ anno (e non venirmi a tirare fuori la storia degli infortuni).
    Per te che parli di numeri, apparte ricordarti che sono ragazze, vorrei farti capire che della squadra di quest’ anno,5 su 7 (poiche’ 7 sono le titolari e non 6) sono di Narni e hanno gia’ vinto la b2 e partecipato alla b1. Le altre due hanno gia’ fatto la b1 e vengono da fuori. Inserimento giovani 0. Utilizzo panchina 0. Quest’anno non ci stanno lavorando, godono di grandi sforzi fatti in passato. Da allenatori del passato.

  • :(

    Esatto!!!! vedete che bisnonno ha capito perfettamente, senza aggirare l’ostacolo 🙂 senza dare meriti a vanvera, chiudere un set 20 ad 8 beh…. è proprio da insicuri non far entra la panchina 🙁 sa che gioia per quelle atlete dove magari in quel momento pensano!! (spero mi faccia giocare OGGI!!) beh!!! c’è la signora Quondam 🙁 e non provate a far criche gente!!!! altrimenti ci pensa lei a tapparvi la bocca e, ,magari a sturarvi le orecchie 🙂 li, vi dovrete mangiare la panchina a secchi!!!! e per anni!!!!.

    Lasci perdere ciò che farebbe un mio forse figlio/a, lei signora Quondam, questo non puo capirlo, prima li faccia i figli 🙂 magari un suo futuro figlio magari, entrerà in qualche squadra dove magari, farà secchi di panchina 🙁 lei mi vuole far credere che starà li buona buona???? rifletta prima!!!! io gia le rispondo, beh!! se dice SI, mi dispiace,non le credo.

    Le giovani crescono affrontandolo il campo, con le loro paure, le loro insicurezze ed inesperienze, poi, le atlete titolari piu’ grandi e forti vengono prese dalle giovani come esempi.

    Tengo a precisare che io non metto in dubbio che lei non sia forte, ANZI!!! 🙂 è, che le si è esposta personalmente, penso che una professionista non debba perdere tempo a rispondere ops…. bacchettare le osservazzioni mosse da un genitore poco soddisfatto (e per giusta causa), poi sempre lei signora Quondam dice.. ognuno è libero di esprimere il proprio giudizio???? non mi sembra molto coerente!!! HA provato a metterle contro la figlia a sto benedetto genitore, rispondendole, io le avrei tappato la bocca se fossi suo/ figlia/o !! come?? poi la libertà di esprimersi, dove lei tanto decantava, dove è andata a finire???

    Ecco perchè le ho anche scritto.. parla bene e razzola male.

    🙂 non si arrabbi e si goda questo bel campionato che vi HA dato vere soddisfazzioni, nessuno morde si fidi.

  • IL NONNO

    Numeri….10 atlete su 13 provengono dal settore giovanile……5 “titolari” su 6 sono del settore giovanile.tutte e ripeto tutte le 5 ragazze “titolari” hanno fatto anni di panchina prima di iniziare a giocare, e portare narni alla b1 prima volta nella storia della societa’.(e se non fosse stato per i moltissimi infortuni subiti probabilmente ci sarebbero rimaste in b1)
    dire che a narni non sanno come crescere le ragazze e’ dire la fesseria piu’grande che si puo’…..lo dicono i numeri.
    per quanto riguarda le ragazze “giovani”….devono giocare quando sono pronte ma sopratutto devono avere al fianco compagne dalle quali imparare….perche si impara dalla “qualita” e non dalla “mediocrita”.
    Quindi far crescere una giocatrice (giovane) non significa farla giocare ma metterla nelle condizioni di crescere per poi(se lo merita) farla giocare.
    Concludo nel ripetere che bisognerebbe conoscere per esprimere un giudizio, per evitare di perseverare nelle fesserie e poi spacciarle per opinione.
    p.s. per “genitore” io spero che non sia realmente tale, anche perche uno che non riesce a scrivere una cosa senza mettere le “faccette” mi fa pensare che abbia problemi piu’ urgenti della pallavolo.

  • Il bisnonno

    Massima stima per tutte le ragazze del Narni,prime assolute del campionato, ma grazie a esperienze acquisite negli anni precedenti, assolutamente non frutto di quest’ anno. Non dite cavolate, le giovani crescono quando giocano. E la panchina di Narni potrebbe crescere molto di piu’, visto che di possibilita’ ne ha avute tante, ma mai sfruttate. Poi, come dice alessia, sicuramente la panchina va fatta e a lungo pure, ma sta nella bravura dell’ allenatore saper dare stimoli alle giocatrici, specie se il campionato lo permette (e questo mi sembra proprio il caso). Benissimo che l’ allenatore non voglia farle giocare (per insicurezza dell’ allenatore? perche’ non sono pronte? non lo so, ma queste non giocano neanche quando si sta 20 a 8)ma non azzardatevi a far uscire articoli con la crescita della panchina, non vi si addice. E credo che per narni sia molto meglio far crescere qualche atleta del vivaio piuttosto che vincere un campionato di b2, ma questa e’ opinione mia, ovviamente.

  • per ale e nonno

    Perchè non va in serie A?? non la prendono!!! op. paura di fare panchina?? quando dice fino hai 50, dimostra che, alle giovani è la classica che: (col cavolo che ti cedo il posto!!! quindi mi ripeto 🙂 dopo tutto, parla bene e razzola male :)hihihi fino hai 50 sa che ridere!!!! 😉

    Per finto nonno, il narni è primo e, quindi fuori discussione l’ammirazzione sulle atlete, anche io dico brave 🙂 è certo che le giovani siano partecipi, è la loro squadra, sono 1me, per quanto riguarda la crescita delle giovani, guardando le partite (anche) in televisione e di categorie superiori, signor nonno ci sono atlete titolari molto ma molto giovani, quindi non guardi solo la sua squadra, vada anche oltre.

    😉

  • IL NONNO

    VORREI POTER FAR FINTA DI NIENTE….ma quando le fesserie sono troppo grandi non ci riesco, soprattutto quando si parla di sport,argomento di cui ho troppo rispetto e a cui devo tanto.
    Innanzitutto non si può non partire dalla sincera ammirazione nei confronti di quelle ragazze dell’ Ediltermica che in questa stagione hanno avuto poco spazio, ma nonostante tutto sono state partecipi e comunque protagonite di questa splendida stagione .
    Non a caso “protagoniste” perchè la prima regola dello sport di gruppo è che si è squadra nella vittoria e nella sconfitta. Ma la cosa veramente strampalata delle sue affermazioni è la sua idea di crescita delle giovani. Proprio in queste sue affermazioni capisco che lo sport probabilmente lo abbia guardato soltanto alla TV. Nella crescita delle giocatrici sono fondamentali alcune componenti: avere a fianco compagne di squadra brave , tecnici preparati e soprattutto avere il tempo per poter crescere serenamente, percorso che hanno fatto tutte le giocatrici del narni che dal 2005 hanno vinto 3 campionati di B2. Ecco perchè quello che lei chiama MORDERE non sono altro che anni di gavetta e duri allenamenti passati alle spalle di altre “titolari” da cui a loro volta hanno imparato la pallavolo. Un’ altra cosa prima di chiudere, il fatto che difendano la propria squadra è sintomo di un amore viscerale verso le loro compagne e la loro maglia.
    E’ vero che ognuno ha diritto di poter esporre la propria opinione ma è anche vero che se si vuol risultare credibili bisogna avere un minimo di conoscenza dell’argomento di cui si parla sopratutto se si ha la presunzione di giudicare l’operato e il comportamento degli altri.

  • ale

    innanzitutto ha dato la vita è un modo di dire anche per sottolineare tutto il tempo passato nella pallavolo. seconda cosa sono sui 33 anni e spero che a narni invece che altre Quondam magari escano delle Aguero o Gioli e se voglio giocare fino a 50 anni da titolare è perché me lo merito non perché pago.. terzo quando mi alleno con le compagne cerco di dare consigli per quanto posso e se le più giovani fanno bene sono molto contenta. quarto sono già 2 anni che alleno e spero di continuare a lungo. quinto anche io ho detto che ognuno è libero di esprimere il proprio giudizio quindi ho semplicemente risposto. ultimo lei può dare ragione a chi vuole e per lei potrà essere anche una causa sballata ma non lo è per me. P.s. ha dato si scrive con la H

  • per pianeta volley

    Sondaggione!!! sei disposta/o a far crescere un/a giovane, sapendo poi che un giorno ti toglierà il posto???

  • :(

    Mi scusi,signora Quondam, penso sia esagerato scrivere (a dato la vita) ma che significa!!!! è morto??? NO!!!! quindi: frase sbagliata! esagerata! la signora Quondam parla bene è sulla 35cinquina, le chiedo!! si sta impegnando ad aiutare una sua futura Quoindam per diventare brava come lei! op. col cavolo!! si guarda bene alle spalle per potere giocare altri anni da titolare!!!! e, sti cavoli chi viene dopo!!!! forse il genitore voleva intendere questo, dato che, da come leggo, non ha fatto nomi riguardo i cambi, visto che si riferiva ad una partita vinta troppo facile come punteggio di set, le giovani sa signora Quondam!! è cosi che crescono, giocando le partite facili.
    Per quanto riguarda il fatto che lei ha bloccato (immediatamente) dei genitori in passato, capisco perchè scrivono e, non lo affrontano personalmente, se lei morde 🙂 lui che fa!! miagola!!! un ateta non si dovrebbe permettere a mio avviso, deve fare l’atleta, per il resto c’è dietro una società, NO!!! non pensi mai di fare un giorno l’allenatrice!!!! due giorni e scapperebbero via tutti 🙂 sempre riferendomi a quello che ha scritto lei, poi mi scusi, ognuno è libero di dire quello che vuole e, se un genitore ha voluto dire qualcosa, ma si faccia i fatti suoi!!!!!!!!!!!! faccia l’atleta e, non il difensore delle cause sballate, io do ragione al genitore 😉

  • Sig heil

    X. Genitore. Vista l’ aria vagamente assolutistica di tutte le risposte forse ti conviene davvero cambiare aria. Certo e’ che se non dai spazio alla panchina con questi parziali quando lo vuoi/puoi fare! E non c’e, bisogno ne’ di essere geni ne’ di firmarsi. E’ semplicemente oggettivo. Dopodiche’ se ci fosse bisogno davvero della panchina …come e quanto renderebbe se non giuoca mai? Comunque con rispetto per tutti.

  • Jack

    è giusto quello che scrive Alessia, ma in ogni caso “genitore” non ha senso aver scritto quelle cose , se c’era qualcosa da chiedere o chiarire cn l’allenatore era il caso di chiedere e di chiarire CON l’allenatore e non commentando un articolo pubblicamente…è lecito avere dubbi o domande da fare sull’operato , ma non ha senso il modo in cui si sono esposti…stando alla mia esperienza avrei dovuto smettere di giocare molti anni fa, non nego che ci sono andata vicina ma riflettendo e mandando giù anche bocconi amari sono qui a provare a vincere questo NOSTRO campionato , nonchè la mia 3′ B2, inoltre questi malcontenti pubblici non fanno assolutamente bene alla squadra, che dovrebbe godersi questo momento , non pensare di criticare un operato per quanto giusto o sbagliato per alcuni possa essere….andiamo a prenderci questa promozione !

  • ALESSIA

    Credo che questo fantomatico genitore debba mettere anche il suo nome e cognome, – se ne ha il coraggio ovviamente – visto che le accuse che vengono rivolte al nostro allenatore sono abbastanza pesanti. O forse questa persona è di così grande esperienza che allenando la serie A è in grado di poter giudicare gli allenatori che da anni prima come giocatori e poi come allenatori hanno dato anche la vita per questo sport?
    Sono Alessia Quondam capitano della pallavolo narni – IO MI FIRMO VISTO CHE SONO RESPONSABILE SIA DELLE MIE AZIONI CHE DELLE MIE PAROLE – gioco probabilmente da troppi anni e mai e poi mai un mio genitore si è permesso di giudicare l’operato di chi mi allenava , e se lo hanno fatto sono stati da me immediatamente bloccati…..e di panchina ne ho mangiata a secchi per anni!!! Penso che ognuno è libero di dire quello che vuole proprio come lei ha fatto, ma se io fossi stata sua figlia o suo figlio non le avrei fatto aprire bocca!!!!!

  • :(

    Si è vero, si vince, perchè sono in dodici a faticare agli allenamenti, praticamente la panchina vi serve per far crescere le titolari e, la panchina chi ve la fa crescere?????? forse il campo!!!!! quando!!!! quando cambiano societààààààààà

  • FIGLIO

    …per il bene (sportivo) dei figli, i genitori dovrebbero stare zitti e non comportarsi come tifosi!! La pallavolo è uno sport di squadra, si vince e si perde insieme. si vince in 12 e si perde in 12. Queste sono le regole, se non si accettano c’è sempre il tennis, il ping pong, la pesca, la play station…..

  • Genitore

    In altre societa’, la maggior parte della panchina avrebbe smesso di giocare.
    Fortunatamente a Narni c’e’ un grande gruppo, che compensa all’ inesperienza dell’ allenatore nella gestione delle atlete. Assolutamente scandaloso continuare a vedere risultati con cosi’ alto scarto e ragazze giovani non impiegate restare a scaldare la panchina. Evidentemente all’ allenatore non frega nulla del futuro della societa’, o forse e’ solo sintomo di insicurezza.
    Se poi vuole cavarsela facendole giocare ormai a campionato vinto, credo che non sia quella la strada migliore per farle crescere.