La Gherardi Svi Città di Castello vince e blinda il quarto posto

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 1, 2012 21:56

La Gherardi Svi Città di Castello vince e blinda il quarto posto

Castello-Isernia

un azione del match tra Città di Castello ed Isernia

La Gherardi Svi Città di Castello batte tre ad uno la Cicchetti Isernia e conquista matematicamente almeno il quarto posto, grazie alla sconfitta di Segrate contro Genova. Prima dell’inizio della gara i tifosi hanno premiato Jukka Lehtonen e Segio Noda Blanco, vincitori del concorso ‘Vota il Campione’. Le due squadre scendono in campo con i sestetti annunciati: tra i locali non c’è Noda Blanco, al suo posto Vigilante. Prima palla giocata da Isernia che ottiene il punto dell’1-0, pareggia Giombini da posto due. Si va a braccetto tra le due squadre fino al 5-3 (muro di Lehtonen su Di Franco e slash di Vigilante), è ancora il marchigiano a pizzicare le mani del muro per il 6-3. Recupera una lunghezza Isernia con Saitta a muro (6-5) ma alla prima sosta tecnica i tifernati conducono di due punti grazie al primo tempo vincente di Piano (8-6). La Cicchetti sbaglia tre servizi di fila con Fiore, Sesto e Cardona ma si mantiene ugualmente a contatto coi tifernati (12-10), che vanno a segno dalla zona uno con l’ace di Lehtonen (14-11). Saitta cerca di forzare il gioco al centro per non perdere di vista i biancorossi che alla seconda interruzione tecnica hanno tre punti di vantaggio (16-13). Mengozzi trova il punto del 16-15 e la Cicchetti poi pareggia i conti con Cardona (17-17) e sorpassa con Saitta (18-20). Andrea Radici chiama time out ma Cardona trova due battute strepitose (18-22). Giombini toglie la battuta all’italo-cubano (19-22) poi una topica di Zavater e Gini, palla nettamente out sul servizio di Mengozzi giudicata dentro, regala quattro palle set ai molisani. Il primo set lo chiude Di Franco. Si riparte con Giombini che mette a terra il primo pallone del set (1-0), pareggia Cardona (1-1). Rosalba mura l’italo-cubano (3-1), Lehtonen lo imita e Fant chiama subito time out (4-1). Al rientro lo slash del capitano e il muro di Giombini allargano il gap (6-1), Sesto sbaglia il contatto con la palla e Lehtonen non fallisce la veloce dell’8-2. Rosalba tira forte sulla mani del muro ospite la palla del 10-3, poi Isernia non sfrutta in importante contrattacco che avrebbe significato l’11-7 ed invece la Gherardi Svi va sul 12-6. La Cicchetti riesce comunque a non far scappare i biancorossi con Cardona (13-9), ci pensa Rosalba con una parallela da manuale a ricacciare indietro gli ospiti (14-10). Un ace di Giombini manda le squadre al secondo time out tecnico sul 16-10, Fant ferma il gioco sul 18-12 dopo una splendida parallela di Vigilante. Cardona spara out la palla del 19-12 e successivamente Giombini non sbaglia il 20-13, anche Piano si mette in evidenza con la veloce del 21-14. Finale di set tutto biancorosso: muro passivo di Piano su Cardona e contrattacco vincente ancora del capitano per il 22-14, ace e pipe di Vigilante per il 24-15, muro vincente di Rosalba (25-15). Il terzo set si apre con Giombini e Fiore che siglano il momentaneo 1-1. C’è equilibrio in questa prima fase poi la Gherardi Svi va sul 5-4 grazie ad un errore in attacco di Fiore, ma Isernia è ancora attaccata (7-7) e passa in vantaggio col muro di Di Franco (9-10). Il controsorpasso dei biancorossi è firmato da Lehtonen a muro su Cardona (12-11) poi Giombini trova il mani out del 14-12 e coach Fant chiama time out. Al rientro due grandi muri di Matteo Piano mettono Isernia a quattro punti (16-12), ci pensa Visentin a schiacciare il punto del 18-12.  Entrano Cayir come opposto e Simone in regia per la Cicchetti che recupera una lunghezza (19-14) poi si inchina ai muri biancorossi (21-14). Entra Di Benedetto che mette subito a terra la palla del 22-14, poi anche Dordei per Vigilante e Sartoretti per Giombini. Non arriva però il primo punto del giovane tifernate: è ancora una volta il capitano a firmare la palla del 2-1. Ancora parità nei primi frangenti di quarto set (3-3), poi Fiore mette a segno la palla del 3-5. Questi due punti vengono mantenuti dalla Cicchetti anche alla prima sosta tecnica da Cardona (6-8) e da Di Franco (6-9). Giombini e Vigilante non ci stanno (8-9): è ancora un imprendibile ‘Giombo’ a firmare la parità (9-9). Un’altra topica di Zavater (invasione aerea inesistente a Lehtonen che non aveva nemmeno toccato il pallone) rimanda avanti i ragazzi di Fant (11-12) che sono riagguantati e rimessi dietro proprio dal finlandese (14-13). Sesto sbaglia poi la veloce (15-13), Visentin mura Fiore ed è 16-13 al secondo time out tecnico. I punti di vantaggio diventano quattro per merito di Vigilante (19-15) rimangono anche sul 21-17 grazie all’ennesima parallela da manuale del capitano. La Cicchetti prova a rimanere nella partita con Di Franco (21-18) ma sul 23-19 Fant è costretto al time out tecnico. Saitta scaglia l’ace del 23-21 poi sbaglia regalando tre palle match ai biancorossi: Sesto annulla a muro la prima, Fiore sbaglia la battuta ed è 3-1 per la Gherardi Svi. Finisce con i tifosi tifernati che intonano il coro “Bovolenta Olè”, un omaggio al grande campione recentemente scomparso.
GHERARDI SVI CITTÀ DI CASTELLO – CICCHETTI ISERNIA = 3-1
(20-25, 25-15, 25-15, 25-22)
CITTÀ DI CASTELLO: Giombini 20, Rosalba 13, Vigilante 13, Lehtonen 11, Piano 8, Visentin 2, Romiti (L), Di Benedetto 1, Nardi. N.E. – Dordei, Sartoretti, Marini. All. Andrea Radici.
ISERNIA: Mengozzi 16, Cardona 12, Fiore 10, Sesto 10, Di Franco 10, Saitta 6, Spampinato (L), Cayir 2, Simone, Poikela. N.E. – Torre, De Caria, Della Corte. All. Roberto Fant.
Arbitri: Marco Zavater di Roma e Fabio Gini di Cagliari.
Città di Castello (b.v. 4, b.s. 5, muri 13, errori 6).
Isernia (b.v. 3, b.s. 15, muri 9, errori 11).
(fonte Città di Castello Pallavolo)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 1, 2012 21:56