A Pechino Laura Giombini si ferma ancora alle qualificazioni

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 9, 2012 11:30

A Pechino Laura Giombini si ferma ancora alle qualificazioni

Giombini Laura (riceve)

una ricezione di Laura Giombini

Termina alle qualificazioni anche il quarto appuntamento della stagione mondiale di beach volley per la perugina Laura Giombini e per la compagna Viktoria Orsi Toth. Al Grand Slam di Beijing terza tappa consecutiva nel continente giallo, le giovani azzurre si sono dovute arrendere ancora una volta nel primo turno contro le messicane Candelas-Garcia che hanno vinto agevolmente in due set (21-12, 21-15). E sempre molto complicato il cammino della coppia italiana che nei primi tre tornei della stagione iridata non hanno raccolto molti punti e, con la testa di serie numero 29 del seeding si sono trovate di fronte con le numero 4 al primo round. Le talentuose specialiste della sabbia però dovranno farci l’abitudine perché per accedere al tabellone principale dei migliori 32 team ci sarà da lottare sempre con tandem molto forti. Ora ci sarà un mese di sosta e le atlete della nazionale faranno rientro in Italia per preparasi ai primi due eventi europei che nel mese di giugno vedranno all’opera le migliori della disciplina dal 6 all’11 a Mosca e dal 12 al 17 al Foro Italico di Roma.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 9, 2012 11:30
Write a comment

7 Comments

  1. MENCO Maggio 18, 13:31

    dai laura che quando torni andiamo a cena con tutto il gruppo!

  2. opinione Maggio 10, 13:15

    Si ho capito la soddisfazione…ma è come se facessero giocare un giocatore di serie C in A1 per la “soddisfazione” che proverebbe stando in campo…
    c’è modo e modo di competere, e se non si è in grado di competere per il World Tour si potrebbe avere maggiore credibilità nel partecipari a competizioni più abordabili su scala minore… Tanto far parte di una nazionale e fare il World Tour così…ha ben poco senso!
    Questa è la mia opinione, non vuole essere vangelo per nessuno sia chiaro!

  3. bhè Maggio 10, 13:12

    In teoria dovrebbero essere tra le quattro piu forti in Italia o sbaglio….. Siamo messi proprio male se non c’è di meglio…. prendono continuamente schiaffi a desrta e a sinistra

  4. lamapdina Maggio 10, 13:10

    non si spara a zero, era solo una riflessione..capisco la difficoltà, però uno gioca per vincere, non per partecipare.. e da quello che si legge,in genere c’è pure la difficoltà di entrare nel main draw! tra l’altro non credo che sia l’unica poco più che 20enne a partecipare.. ripeto, non era sparare a zero, ma fare un commento..

  5. fenomeni Maggio 10, 12:10

    scusate egregi espertoni, ma partecipare alle tappe del World Tour significa giocare con le migliori del mondo, non so se ci avete riflettuto.
    Certo che non è facile, e non saranno manco le migliori in Italia, ma sono convinto che la soddisfazione di giocare a questi livelli a poco più di venti anni possa essere impagabile.
    … a meno che avete avuto anche voi tante occasioni di giocare i tornei internazionali più importanti… e magari di vincerli pure.
    Io ci andrei molto cauto nello sparare a zero su tutti!

  6. Lampadina Maggio 10, 10:42

    Inizia a serpeggiare l’idea che forse sia scarsa per sto sport?? Ogni volta si raccattano figure non simpatiche!! Bah…

  7. Saggio Maggio 10, 01:03

    Non sarà ora che cambia sport ?!

View comments

Write a comment

<