Carattere Spoleto, riequilibrata la serie con Perugia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 31, 2012 10:31

Carattere Spoleto, riequilibrata la serie con Perugia

Trombettoni Daniele (muro)

il muro di Daniele Trombettoni sull'attacco di Marco Taba

Ci vorrà lo spareggio per decidere chi merita di andare in serie B2 maschile. E’ l’epilogo più giusto di un campionato molto equilibrato che ha evidenziato in questa gara-due delle differenze minime di valori in campo. Si guardino i risultati finali dei parziali per rendersene conto. Chi ha vinto, la Monini Spoleto, ha dovuto sempre dimostrare una tenuta mentale migliore della rivale, la Grifo Volley Perugia, che non ha dato vita facile. In un palasport riempito all’inverosimile e con la presenza di tanti sportivi provenienti da tutta l’Umbria, nonché da fuori regione, alla fine è stata la formazione più cinica a trionfare, quella che meglio ha saputo approfittare delle concessioni altrui. E sono stati proprio gli errori a decretare il risultato finale, con i padroni di casa che sono rientrati in partita grazie ai continui rilassamenti degli ospiti nei finali di set e con gli ospiti che non hanno capitalizzato un terzo frangente di gioco dove la squadra di casa ha eccezionalmente donato ben dieci punti. Ad ogni modo, come dei veri gladiatori, i nemici si sono combattuti nell’arena in uno scontro all’ultimo sangue. Al buon abbrivio di Taba risponde Trombettoni, ma poi Bondini mette giù palloni pesanti che costringono al time-out Mechini (7-11). La risposta arriva immediata da Segoni (sette palle a terra nel parziale d’apertura) che trascina al pareggio (16-16). Gli ospiti accennano qualche contestazione per palle dubbie poi Romanò tira fuori colpi dal cilindro e fa ripartire i grifoni che si portano a più tre, prima però di essere nuovamente ripresi. Lo strappo decisivo avviene dal 22-23 in avanti. Con Segoni al servizio la Monini accelera, prima un errore perugino, poi Costanzi che mette giù di prima intenzione e infine Corsetti che chiude in parallela e fissa il punteggio del vantaggio biancoverde. Al cambio di campo parte meglio Perugia, Corsetti è confermato in zona-due ed è proprio lui a rovesciare la situazione (10-8). Gli oleari si distendono e vanno sul più quattro ma poi qualche errore permette alla Grifo Volley di rimontare con Romanò che piazza due attacchi e ribalta (14-15). Padella becca il muro dell’allungo e Bondini consolida (17-21). Qui Perugia si concede un lusso che rischia di vanificare il lavoro svolto, con tre regali consecutivi tutto torna in asse (23-23). Bondini (cinque sigilli personali) si procura un set-ball e un attacco fuori di Trombettoni consegna la parità. Nel terzo periodo comincia sbagliando la squadra locale che manda avanti di tre i rivali e poi si mette a difendere tutto consentendo a Trombettoni di mettere la freccia (7-5). La ricezione ospite non è perfetta e Alejandro Romanò è l’unico a risolvere le questioni delicate ma la differenza permane sino a che un altro break aumenta il gap (15-11). Marta viene gettato nella mischia e fornisce nuova linfa, il turno in battuta di Taba propizia la rimonta e Romanò concretizza il rovesciamento (16-18). Subito dopo un’altra decisione arbitrale contestata fa innervosire i perugini che vorrebbero scappare a +3, invece Spoleto aggancia (19-19). La rabbia fa ripartire i grifoni che poi però si ammosciano e tornano sotto in un batter di ciglia 24-23. Allo sprint i ribaltamenti sono tanti, la Monini annulla tre palle set e poi sfrutta nuovi regali per procurarsene una che Trombettoni trasforma con un muro. Sul due ad uno per gli spoletini è ancora il tandem Segoni-Trombettoni a fare la voce grossa (6-3). La regia di Schiavolini accusa qualche passaggio a vuoto e allora ci pensano due muri di Marta a rimediare. L’ultimo entrato piazza il primo ace della gara e segna il 7-8, Bondini il secondo (9-10). Spoleto non molla di un centimetro e una svista del refertista gli attribuisce un punto in più che significa 13-13. Le nuove proteste ospiti servono a poco perché gli arbitri non cambiano decisione. Sull’azione successiva però sono i locali a reclamare e Mechini si becca un cartellino giallo (13-15). Sulla prosecuzione Taba crea i presupposti da fondo campo per scavare il solco con il muro biancorosso che prende le misure e porta sul 14-20. Il gioco è piacevole e le difese si esaltano regalando un bello spettacolo, Corsetti riduce il margine e poi va al servizio dove lavora in maniera eccellente. Più che il merito dei locali sono però ancora i regali ospiti ad essere determinanti, due errori di Bondini impattano sul 24-24. Nel momento cruciale Segoni pesca l’ace, il primo ed unico della Monini in questa partita, poi Daniele Trombettoni (il migliore in campo di gara-due) trova il colpo risolutivo che fa esplodere il Pala-Rota. Tutto da rifare quindi, sarà la terza sfida a decretare la squadra vincitrice, appuntamento a sabato al palazzetto di San marco alle ore 18,30 per un nuovo spettacolo dove le emozioni non finiscono mai.
MONINI SPOLETO – GRIFO VOLLEY PERUGIA = 3-1
(25-23, 23-25, 29-27, 26-24)
SPOLETO: Segoni 23, Trombettoni 19, Battistelli 13, Sirci 3, Costanzi 3, Grechi 2, Quaglia (L1), Corsetti 12, Re. N.E. – Ingenito, Di Titta, Pericoli. All. Fabio Mechini e Paolo Restani.
PERUGIA: Bondini 19, Romanò 17, Taba 10, Padella 7, Merli 5, Schiavolini 3, Cipolletti (L), Marta 5. N.E. – Sordini, Fazzi, Burelli, Panichi. All. Paolo De Paolis e Simone Ragnini.
Arbitri: Giorgio Fiorucci e Roberta Fois.
MONINI (b.s. 11, v. 1, muri 9, errori 18).
GRIFO (b.s. 5, v. 2, muri 10, errori 18).
httpv://www.youtube.com/watch?v=Bs4ZevfjI4A
httpv://www.youtube.com/watch?v=UQ9F4T12Qc8

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 31, 2012 10:31