Clamoroso, la finale under 18 maschile si rigioca

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 4, 2012 08:30

Fipav Umbria (logo)E’ proprio il caso di dire: clamoroso epilogo per il campionato under 18 maschile! Non è il risultato ad essere incredibile, bensì quello che è avvenuto a distanza di neppure due giorni. Nella gara di finale svolta il 1° maggio avevano festeggiato per la vittoria sul campo i rappresentanti della Sir Safety Perugia, anche perché il successo era stato più che sofferto ed ottenuto solo al tie-break sulla Clt Terni. Ma dopo meno di 48 ore i bianconeri del presidente Sirci sono passati dalla gioia per la vittoria allo stupore per l’annullamento di questo risultato. Gli uffici centrali della Fipav nazionale hanno controllato la documentazione inviata dal comitato regionale e si sono accorti di una irregolarità che era sfuggita a tutti in Umbria. La società perugina non poteva concorrere per il titolo regionale, poiché le squadre giovanili dei club di serie A possono partecipare alle fasi organizzate dai vari comitati periferici ma non possono concorrere per il titolo. Il loro accesso alla fase nazionale può avvenire esclusivamente attraverso il campionato di Lega. Una nota rilevata nelle pieghe dell’indizione (circa cinque righe), comunicata ieri pomeriggio attraverso un messaggio di posta elettronica, una ‘semplice’ mail che ha scatenato il caos. Nessuno infatti tra dirigenti federali e di club si era accorto che l’iscrizione della Sir Safety aveva queste limitazioni ed i piccoli block-devils quella finale non avrebbero dovuto giocarla. La gara è dunque stata invalidata. Tutto da rifare per l’assegnazione del titolo della categoria. In fretta e furia si è dunque ridisegnato il calendario che ovviamente non è stato semplice da studiare. Il tempo stringe e le alternative non erano poi troppe. Il programma dovrebbe prevedere una semifinale tra Panfix Narni e Etruria Corciano, rispettivamente terza e quarta della classifica generale, da disputare domani, sabato 5 maggio, al Pala-Itis di Terni (ore 21). La squadra vincente affronterà nella finale valida per il titolo la Clt Terni domenica 6 maggio sempre al Pala-Itis (ore 18). E’ facile pensare che questa soluzione non accontenterà nessuno, men che meno la squadra che era scesa in campo ed aveva vinto, anche perché il club perugino si era fatto carico di organizzare la fase interregionale in casa. Un brutto colpo per Perugia ma anche per il movimento regionale della pallavolo presieduto da Lomurno che non ne esce bene da questa vicenda. In un torneo che per la verità sta perdendo appeal di anno in anno a causa del sempre minore numero di iscrizioni (solo otto le partecipanti in questa edizione), riuscire a combinare questo pasticcio è quasi un record. In mezzo a tutta questa confusione adesso ci sarà anche da riprendere le coppe e le medaglie, anche se pare che la Fipav Umbria stia pensando ad una soluzione intermedia che sia la più ‘morbida’ possibile.
La replica del presidente Lomurno.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 4, 2012 08:30
Write a comment

32 Comments

  1. Pianeta Volley Author Maggio 7, 17:17

    no, il suo commento era stato scritto sotto un altro articolo

  2. franco Maggio 7, 17:06

    mi avete censurato?

  3. Alessandro Maggio 5, 21:36

    Ma la CLT Terni non dice nulla sul titolo regionale assegnato ad una squadra che non doveva nemmeno esserci ?

  4. sconcertante! Maggio 5, 15:27

    ma ci rendiamo conto di quello che si stà dicendo? come si può dare il titolo di campione regionale ad una squadra che non poteva giocare la finale? é ridicolo! spero vivamente che c’ho non accada, non per i ragazzi del bastia che hanno lottato in campo, ma per i dirigenti che non hanno rispettato le regole, non si può sorvolare su tutto!

  5. povero terni... Maggio 5, 12:31

    Sei un tifiso capocchione di san giustino vero?
    La Palla e’ rotonda

  6. bravi Maggio 5, 11:17

    fino a prova contraria la palla e’ rotonda e non vincesempre il piu forte,se te fossi uno sportivo/a lo sapresti,ma evidentemente…. inoltre la colpa e’della federazione!!! perche non hanno visto subito l irregolarita?? e poi ora tutti dicon di sapere.. ma allora perche nessuno ha denunciato questo fatto? sapete solo parlare e sfogare le vostre repressioni su una squadrae una dirigenza che ha vinto meritatamente il campionato e in finale ha dato una grande prova di forza.. ma con voi sono solo parole buttate al vento..

  7. complimentoni! Maggio 5, 09:42

    Poveri ragazzi 8 mesi di allenamento buttati al cesso….. ecco quello che è successo!!!! Ad ogni modo un grande in bocca al lupo ai ragazzi del clt. che sono stati davvero bravi a fronteggiare la vera squadra campione regionale dell umbria…!

  8. x bravi Maggio 5, 08:46

    ma cosa dici? se le regole fossero state rispettate il bastia non ci sarebbe stato in campo! Se invece anche san giustino avesse fatto come voi nella finale non ci sarebbe stata storia o volete discutere anche su questo? quindi cari dirigenti del bastia o pseudo tali è meglio che tacete. Se la federazione dirà che siete campioni regionali ma farà andare un’altra squadra alle fasi nazionali, così come si è sentito vociferare ieri (la cosiddetta soluzione morbida) è uno scandalo ancor peggio di questo. Ora è bene che il signor Lomurno esca con un comunicato ufficiale assumendosi le sue responsabilità e non scaricandole su altri come al solito

  9. bravi Maggio 4, 22:03

    tutti sapientoni ora eh? sul campo si è visto chi meritava o no..

  10. Brunella (da Montalcino) Maggio 4, 17:00

    Non so chi sei Banner, ma… Vuoi sposarmi?

  11. Da Spoleto Maggio 4, 15:26

    Ora speriamo che la SIR esca con delle scuse ufficiali e che rettifichi il bellissimo articolo trionfale che aveva pubblicato sul sito della Lega Volley (http://www.legavolley.it/NewsLeggi.asp?tipo=3&ID=40268).

    Stesso discorso vale per il comitato regionale che per una volta potrebbe chiedere scusa per tutte le incompetenze dimostrate !!! E’ pieno di esempi di fasi Play Off pazzeschi, pensati da gente incompetente oppure solo per fare cassa e vetrina per il presidente.

  12. banner Maggio 4, 15:02

    Per me è tutto una congiura! ma vi pare possibile che una società con il settore giovanile fra i più forti in italia (fonte Bastia Volley) eviti il campinato giovanile più rappresentativo in Italia per vincere facile? E vi pare possibile che se sapevano non fossero corsi ai ripari? dai, smettetela, con l’esperienza che hanno i dirigenti.. d’altronde lo dice la parola stessa, LA STORIA SONO LORO.
    li hanno iscritti a loro insaputa, oggigiorno funziona così.

  13. deluso Maggio 4, 13:28

    …che vergogna…spero solamente che vada a casa, è buono solo a farsi fare le fotografie fateci caso è presente sempre ad ogni tipo di inaugurazione solo per farsi della pubblicità, cose mai viste, poi per quanto riguarda la pallavolo lui non sa neanche le regole…ma in mano a chi stiamo?????
    adesso voglio vedere se ci mette la faccia!!!!
    …per non parlare di quello che è successo a corciano?!?!?!?!?

  14. x fiamma Maggio 4, 13:26

    e allora l’informazione che vi avevano dato a settembre era giusta! Perchè non avete fatto così iscrivendo un’altra squadra? forse perchè vi siete incasinati con i diversi codici societari? In umbria ci sono tante società che hanno una miriade di squadre con più codici anche nei campionati giovanili (san giustino, marsciano, san mariano, grifo volley, castello) ma nessuno si incasina così!

  15. LAPALISSE Maggio 4, 13:18

    Rimango veramente allibito; la norma che regola la partecipazione alla Junior League è di diversi anni fa. Nessuno sapeva niente ? Andate a raccontarlo ad altri. Oltre di dirigenti Fipav che non sanno fare il proprio lavoro (le normative di partecipazione ai campionati dovrebbero essere pane quotidiano) mi sento di dire che anche la dirigenza di una società di serie A dovrebbe essere più ferrata. Era ovvio che non volendo partecipare al campionato di Lega U18 si doveva iscrivere la squadra con altro codice a quello provinciale/regionale. Un bell’esempio di competenza !!!!!!

  16. tifoso Maggio 4, 13:17

    sa come sarà contento il dirigente del CLT! occhialino…! solo così vince! e poi giocando sul quel tipo di palestra del CLT.

  17. fiamma Maggio 4, 13:05

    Elisabetta,ti rispondo perchè il tuo ragionamento è giusto e pacato, ma non è come pensi,a settembre ci è stato detto,al momento dell’iscrizione,che avremmo potuto giocare purchè la squadra non fosse quella che faceva il campionato di lega,quindi un altro codice societario ed altri ragazzi.Nessuna giustificazione,ci siamo fidati della commissione gare provinciale che ci ha fatto fare le semifinali e quella regionale che ci ha ammesso alle finali, solo a Roma si sono accorti,ripeto nessuna giustificazione per il dirigente locale, il quale prenderà le sue responsabilità a breve.

  18. Elisabetta Maggio 4, 12:34

    Mi dispiace veramente tanto per i ragazzi di Bastia, che non meritano di perdere un titolo conquistato sul campo, per colpa di persone che avrebbero dovuto conoscere i regolamenti e comportarsi di conseguenza.
    Comunque, dato che che i campionati giovanili per le società dovrebbero essere un mezzo di crescita e non un fine, la SIR avrebbe dovuto iscrivere questi ragazzi al campionato di U18 di lega, che, a prescindere dai risultati, è una importante occasione di confronto con i migliori settori giovanili d’Italia.
    Prendendo maldestramente questa scorciatoia invece, la società, complice la federazione Regionale, ha rimediato solo una figuraccia. Ripeto, peccato per i ragazzi.

  19. PAOLO Maggio 4, 12:30

    L’ignoranza in questi casi non è ammessa ne giustificabile!!! tanti troppi casini al comitato regionale… TUTTI A CASAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

  20. mauro Maggio 4, 12:17

    come sempre sostenuto incompetenza generale dei dirigenti ,presidente settore giovanile,si perchè abbiamo anche il presidente dei giovani non ci facciamo mancare nulla .PERò non ci capiscono na mazza

  21. Bastia Maggio 4, 12:13

    Bastia non si merita questi dirigenti e L’UMBRIA NON SI MERITA QUESTO COMITATO REGIONALE

  22. fiamma Maggio 4, 12:06

    non voglio creare polemiche, ma ad EX ARBITRO Terni dico che prima di fare certe affermazioni dovrebbe contare fino a 10,lo saluto come se lo conoscessi da sempre ma la gente che apre bocca e gli dà fiato farebbe bene, se non è documentato, a starsene zitto,questo è l’ultimo commento che faccio su queste pagine scrivete ciò che volete non risponderò a nessuno,buon giorno a tutti

  23. fiamma Maggio 4, 11:59

    non è una giustificazione ,ma il regolamento dice che non si può giocare con lo stesso codice societario di una squadra di serie “A”,quindi per rispondere a Giulio l’U16 ha giocato con un codice diveso appartenente ad una società che non si chiama SIR VOLLEY,ad Alfonso dico,senza offesa, che se lui sapeva ed è stato zitto è come se fosse stato complice di questa brutta cosa,infine per il dirigente SIR che ha curato l’iscrizione nessuna giustificazione, la COGP e la COGR che cosa hanno controllato in 8 mesi?

  24. nocomment Maggio 4, 11:54

    troppo facile insultarli…è come sparare sulla croce rossa!!…per fortuna che ci sono le elezioni!!!Speriamo che si rifletta sui pasticci fatti….per esempio…l’indizione dei campionati regionali penso ha pochi precedenti nella pallavolo nazionale!!!Ci vorrebbe qualcuno piu vicino alla pallavolo e meno alla politica!!!

  25. EX ARBITRO terni Maggio 4, 11:44

    VERGOGNA, ma come si fa ad non accorgersi di questo increbilie errore? Forse questa societa’ cosi’ “importante” e’ protetta??? Dirigenti incompetenti troppo impegnati ad essere belli a tutti i costi….scendete dal piedistallo e tornate sulla terra….. VERGOGNA!!!!!

  26. giulio Maggio 4, 11:35

    Lo stesso dicasi anche per l’UNDER 16? (entrambe le finaliste giovanili di serie A!)

  27. alfonso Maggio 4, 11:32

    io lo sapevo da mesi. e meno male che faccio l’allenatore e non il dirigente! l’unico male della pallavolo saranno sempre i dirigenti.

  28. MASSIMO Maggio 4, 11:22

    purtroppo abbiamo il governo che ci meritiamo. ANDATE TUTTI …… FORSE QUALCUNO SI DOVRà DIMETTERE.COSA ne pensa il nostro caro presidente LOMURNO.

  29. Cambiamento Maggio 4, 09:43

    Comitato regionale inqualificabile!!!!
    Ci sarà da vergognarsi in giro per l’italia quando verrà fuori questa notizia.
    A casa !!!

  30. Salcicce Maggio 4, 09:36

    La soluzione morbida é tipo che se vadano?? Quello la è bravo solo a farsi fare le foto con i coriandoli.. Nemmeno a presenziare le finali giovanili va.. Che schifo.. Ti prego, vattene.. Dopo sta figura, ennesima, almeno quel briciolo di onore rimasto salvalo..

  31. Morbido!! Maggio 4, 09:10

    Morbido di cosa!! Se non e’ possibile poco da recriminare. I dirigentoni potevano sicuramente ovviare .
    Risultato– fipav Umbria+ classe dirigente= grosse risate…

  32. a casa Maggio 4, 08:53

    direi che sia ora che questa gente vada a casa, un comitato di persone che di pallavolo non ne sa nulla ! la prima colpa comunque è dei dirigenti di bastia, tutti sapevano di questa cosa e tutti hanno pensato che era il solito modo di accontentare gli amici. Come mai l’altra squadra che ha l’under 18 dui lega non ha partecipato? forse perchè ha dirigenti un po’ più accorti e navigati?

View comments

Write a comment

<