Emma Villas Chiusi frenata a Corciano, ora i play-off

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 14, 2012 20:45

Emma Villas Chiusi frenata a Corciano, ora i play-off

Polloni-Lione (muro)

Alberto Polloni e Riccardo Lione a muro muro

La Emma Villas Chiusi del presidente Barbanera (co-sponsor Istituto di Estetica Cristine), conquista dopo un campionato condotto sempre nelle prime posizioni l’accesso alle semifinale dei play off e dovrà vedersela contro la corrazzata Spoleto, accreditata alla vigilia con i favori del pronostico. Pronostico sino ad ora rispettato in quanto la classifica finale (Grifo Volley Perugia punti  68, Monini Spoleto punti 68, Emma Villas Chiusi punti 63) vede gli oleari appaiati al termine dalla regular season alla Grifo Volley capitanata da Taba e Romanò, prima  in classifica se pur a pari punti ma solo per una migliore differenza set (71-12 contro 72-16). Nel pomeriggio del sabato infatti Spoleto ha sconfitto Foligno rendendo ininfluente il risultato della partita che si è disputata contro la Wealth Planet Etruria Village Corciano, ottima sesta classificata ma ormai tagliata fuori dalla disputa dei play off. La partita, a tratti anche molto bella, con le due squadre non assillate dall’obbligo di risultato, è stata molto combattuta ed il punteggio finale lo dimostra esendosi conclusa al tie-break col minimo scarto. Il tecnico Massimo Marchettini, coadiuvato in panchina dal direttore tecnico Marco Monaci, decide,a risultato acquisito, di non schierare per tutta la partita il ‘capitano in campo’ Bartolucci (il più in forma della squadra in questo periodo) a scopo precauzionale, in quanto lo stesso nell’allenamento della sera precedente aveva accusato un risentimento muscolare agli adduttori. Al suo posto viene schierato Monni nel primo set e poi Polloni e nel tie-break l’universale Riccardo Lione.I ragazzi di Chiusi all’inizio della gara pagano il fisiologico rilassamento della matematica conquista del terzo posto con il risultato di  Spoleto-Foligno, sono sprecisi in ricezione con Benicchi e Bittoni e le alzate di Falluomini prima e Cateni nel finale non riescono a far giocare i centrali (Lione in primis) né a rimediare con delle alzate efficaci per gli attaccanti di palla alta. Dall’altra parte un Camardese sempre più in forma regala come al solito giocare da par suo e mette sia Menetti che Fongo nelle condizioni migliori per i loro potenti attacchi. Finisce così, malgrado Marchettini richiami anche in modo piuttosto deciso ad una maggiore concentrazione i suoi, 25 a 16 per una Etruria tirata a lucido. Nel secondo Polloni sostituisce Monni, migliora la ricezione Bittoni e Bastianini beneficiano di alzate più precise e mettono in terra palloni con buona continuità, vengono commessi meno errori in ogni fondamentale, per un 18 a 25 finale in favore del Chiusi. Il terzo vede le due squadre contendersi ogni punto con ogni tipo di giocata, Lione brilla tra i suoi con attacchi di posto-quattro e di posto-tre (sette punti per lui nel set), Bastianini viene poco sfruttato, Corciano gioca senza sbavature sbagliando pochissimo ed opera il break nel finale di set vincendolo per 25 a 19. Nel quarto le parti si invertono ancora, Marchettini sostituisce Falluomini con Cateni, Bastianini, Bittoni e Lione guidano la squadra alla vittoria del set per 16 a 25. All’inizio del tie-break, Marchettini e Monaci cambiano ancora, lasciano in regia Cateni, schierano Lione schiacciatore inserendo il ‘lungodegente’ Fabio Nofroni ma la mossa non sortisce gli effetti sperati, in quanto Lione un po’ affaticato nel finale di partita non fa la differenza come potrebbe, Bittoni sbaglia un po’ troppo in difesa e Bastianini viene poco servito, Camardese non smette di ‘inventare’, Fongo è quasi immarcabile ed impone la legge dell’ex (l’altro ex, il forte centrale Micheli, era fermo ai box per un infortunio) permettendo alla loro squadra di conquistre il tie-break con il punteggio di 15 a 13. Ma a Chiusi sì è festeggiato, l’accesso alla semifinale premia gli sforzi ed sacrificio di tutti, in primis degli atleti che pur con una rosa ridotta si sono allenati in modo ineccepibile, dello staff tecnico che quasi sempre ( il lunedì e mercoledì) ha dovuto anche rispolverare scarpette pantaloncini e maglietta ed allenarsi  con i ragazzi per arrivare almeno a dieci unità…, dello sponsor Giammarco Bisogno che ha saputo sostenere economicamente e trascinare emotivamente squadra ed ‘ambiente’, della Società che delegando molto all’allenatore Marchettini ed ai dirigenti Peruzzi, Falluomini, Brignoli e Meconcelli, ha reso possibile questo risultato sportivo. Ma ora la formazione toscana non ha intenzione di fermarsi qui, i giocatori tutti con i più rappresentativi in primis sono molto motivati, Marchettini è uno a cui piace vincere e ci proverà in tutti i modi possibili, se pur tutti sono consapevoli dell’ostacolo durissimo che attende il Chiusi in semifinale. Si comincia mercoledì sera alle ore 21 al Pala-Rota di Spoleto, mentre la gara di ritorno si giocherà sabato prossimo a Chiusi con inizio alle ore 18. Nella cittadina etrusca fervono i preparativi per un evento sportivo ‘storico’ , infatti nella sua lunghissima storia il volley a Chiusi non è mai arrivato a giocarsi gli spareggi per accedere ad un campionato nazionale (fatta eccezione per una C1 giocata nel lontano 84-85 dove Marchettini era un giovane under 18 facente parte della prima squadra…). Sarà un duello che sfugge  qualunque pronostico (in campionato il Chiusi ha vinto Spoleto 3-2 e nel ritorno lo Spoleto ha vinto a chiusi con lo stesso punteggio…) ma siamo sicuri che potremo assistere ad un livello di gioco e di agonismo degno di categoria superiore.
WEALTH PLANET ETRURIA VILLAGE CORCIANO – EMMA VILLAS CHIUSI = 3-2
(25-16  18-25  25-19  16-25  15-13)
CORCIANO: Fongo 25, Menetti 17, Zampolini 13, Santificetur 9, Costamagna 4, Camardese 2, Ciangottini (L), Zanchi, Ginocchini, Gubbiotti, Bovari. All. Puya Montazemi.
CHIUSI: Bastianini 22, Bittoni 19, Lione 15, Meconcelli 7, Polloni 3, Falluomini, Benicchi (L), Cateni G., Nofroni F., Monni, Peruzzi. N.E. – Bartolucci. All. Massimo Marchettini.
Arbitro: Armando Cammarano e Felice Mangino.
(fonte Vitt Chiusi)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 14, 2012 20:45