Geriatria Volley porta allo scoperto il Messia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 19, 2012 16:00

Geriatria Volley porta allo scoperto il Messia

Geriatria Volley 2012-12

la formazione di Geriatria Volley al dodicesmo allenamento del 2012

Strepitosa prestazione di Geriatria Volley nel penultimo venerdì della stagione sportiva. La palestra Ema ha registrato una crescita dei contenuti tecnici ed ha vissuto momenti di grande commozione per l’eccezionale qualità espressa in campo. E’ bastato che uno dei dodici presenti al ritrovo dei veterani mostrasse il suo vero volto (accuratamente nascosto sino a ieri), per mettere tutti d’accordo e per confermare l’attendibilità della teoria che un solo elemento in campo può fare la differenza. Erano esattamente dodici i discepoli della pallavolo perugina che si sono ritrovati nel solenne appuntamento che vedeva ancora assente la loro guida spirituale Giri, ormai consapevole di aver dato tutto. Ma ad arrendersi all’evidenza che il volley non è cosa per loro sono stati anche altri che hanno accampato giustificazioni di ogni tipo pur di non essere presenti e fare le solite figuracce. C’è chi come Cerboni ha affermato di avere un impegno a cena, chi come Brunetti doveva finire di stirare, chi come Valocchia ha detto che doveva governare i pulcini, chi come Valiani ha confermato la presenza e poi non si è visto e chi come Bartoccini non si ricordava cosa aveva da fare. Ma tra loro c’è anche chi come Cavallucci ha paventato impedimenti generici e poi è stato scoperto allenarsi con una squadra femminile, forse per dimostrare a se stesso che in quel contesto riesce, forse, ad emergere. Ma in tutto questo miscuglio di scuse belle e buone sono arrivati rimpiazzi di valore superiore, su tutti degno di menzione il ritorno dello sciatalgico Rogari che con una cura basata sull’agopuntura e l’asportazione di un unghia ha clamorosamente trovato la soluzione ai suoi difetti in ricezione. Come annunciato alla vigilia la presenza di molti alzatori di ruolo, due all’esordio assoluto, ha imposto un cambiamento dei compiti assegnati negli ultimi mesi. Una variazione sul team che nessuno dei matusa aveva mai preso in esame, credendo di aver visto tutto. Tutti tranne uno, l’unico consapevole dei propri straordinari mezzi a disposizione. Incautamente le squadre sono state fatte da Tei e Roscini che hanno dimostrato tutta la loro ignoranza sull’argomento pallavolo effettuando delle scelte poco ortodosse. Solo la fortuna ha sorriso al ‘chiacchiera-chiacchiera’ team che ha pescato nel mucchio l’unico vero atleta in grado di azzittire tutti. Ma nessuno ci ha fatto caso sino a che i ‘diversamente-abili’ team si sono portati sul due a zero. E’ stato proprio in quel momento che gli over in vantaggio si sono sopravvalutati. Ma i chiacchieroni erano consapevoli dell’antico detto eugubino che dice: quando si gioca a carte chi va sul due a zero si alza dal tavolo ed abbandona perché sa che perderà. Ed è accaduto esattamente questo, spostato in regia collo-contratto Coletti i fedeli che erano in ritardo sul punteggio hanno cominciato ad ascoltare la parabola del loro messia e così la partita ha avuto l’esito più giusto. L’unica discrepanza rilevata rispetto alla citazione storica è che i disuguali non hanno creduto di cedere, né di alzare bandiera bianca, non hanno voluto firmare un trattato di pace e nemmeno un armistizio, e così sono stati giustamente scherniti. L’unico a riconoscere la superiorità altrui è stato il saggio Tei che prima ha abbandonato il campo di battaglia sul due pari, poi si è convintamente strappato i gradi da capitano dalla maglia depositandoli nella sacca dei palloni. Il gesto del passaggio del testimone è stato sicuramente tardivo ma ugualmente apprezzato. Venerdì prossimo sarà l’ultima cena. Al rito hanno preso parte: Alberto Aglietti, Andrea Capparrucci, Alberto Ciancamerla, Fabio Coletti, Andrea Madau Diaz, Cristian Nolte, Giorgio Orazi, Massimiliano Rogari, Nicola Roscini, Alberto Spagnolli, Francesco Tei, Paolo Zuccaccia.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 19, 2012 16:00