Giammarco Bisogno sprona la Emma Villas Chiusi

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 16, 2012 10:00

Giammarco Bisogno sprona la Emma Villas Chiusi

Emma Villas Chiusi (team)

la formazione della Villas Chiusi di serie C maschile

Giammarco Bisogno, presidente della Emma Villas, tour operator leader nel mercato degli affitti turistici di ville e casali in Italia. Un’azienda che è sponsor ufficiale della squadra di volley chiusina e rappresenta un importante progetto di cui essere orgoglioso. «E’ sicuramente un importante progetto che nasce da esperienze avute con altre discipline sportive, da una forte passione per il volley e dalla grande amicizia con il tecnico Marchettini. Tutto è nato da una chiacchierata estiva con alcuni dirigenti e giocatori della Vitt, durante la quale fu manifestata l’intenzione di far crescere la prima squadra, oltre che il settore giovanile che resta comunque fondamentale per il futuro. Ne sono, ovviamente, molto orgoglioso. Vedere una realtà piccola come Chiusi giocare contro squadre di un certo calibro come la Grifo Volley Perugia e la Monini Spoleto è stato avvincente, ed è molto bello come queste manifestazioni coinvolgano la cittadinanza, diventando quindi anche un evento sociale». La stagione sta ormai volgendo al termine, e il traguardo tanto voluto dei play-off è arrivato, un traguardo che all’inizio di quest’avventura era atteso. «Avevamo creato i presupposti per un campionato da vivere ai vertici, inserendo in squadra elementi molto importanti con esperienze in campionati superiori. Speravamo fortemente di raggiungere le prime tre posizioni, seppur restando con i piedi bene a terra consapevoli che l’avventura era nuova e il raggiungimento degli obiettivi prefissati era del tutto impegnativo». Secondo lo sponsor i punti di forza della squadra sono molti. «I punti di forza della squadra sono stati, a mio parere, il carattere, la determinazione, la capacità di reazione ad ogni prestazione opaca o sconfitta, la capacità di sacrificio al momento opportuno. Sottolineerei anche l’ottima qualità individuale,tra le più significative della categoria». Guardando alla rosa della Emma Villas Chiusi e alle possibilità di coprire al meglio ogni ruolo una considerazione è naturale. «Credo che ci sia qualche tassello mancante, ma ai miglioramenti non c’è mai limite. Mi sento però di affermare che queste sono competenze che spettano alla società, e soprattutto all’allenatore. Probabilmente per la prossima stagione sarebbe interessante creare una rosa ancor più competitiva, ma ad oggi, constatati i risultati ottenuti, non stravolgerei molto». Negli ultimi tempi la sua partecipazione è stata maggiore con l’esordio in panchina dove l’emozione è maggiore che sugli spalti. «L’emozione è senza dubbio diversa. In panchina, essendo accanto a tutta la squadra, mi sento di controllare maggiormente sia istinto che stati d’animo, mentre quando sono seduto in tribuna mi sento sicuramente più tifoso e posso esternare di più quello che provo». Il gioco di squadra tra giocatori si associa metaforicamente al rapporto lavorativo tra collaboratori in un’azienda. Da alcuni personaggi sportivi famosi ha preso ispirazione per guidare la sua azienda. «Non raramente mi sono permesso di mostrare ai miei dipendenti e collaboratori alcuni video con varie ‘storie di squadra’ raccontate dal grande Velasco. E’ assolutamente un parallelismo perfetto, quello dell’attività di un’azienda con il gioco di squadra. Credo fermamente nel team. Nessuno è in grado di far vincere una squadra se non c’è un team unito, affiatato, e questo avviene sia nel lavoro che nello sport. Per raggiungere i risultati serve equilibrio tra società, allenatore e giocatori; è questa secondo me la ricetta vincente». Guardare al futuro significa anche sognare. «Ora pensiamo a giocarci i nostri play-off, sudati e meritati. Se riusciamo nell’impresa di accedere al campionato nazionale di serie B2 sono sicuro sarà una bellissima emozione. Altrimenti ci riproveremo il prossimo anno, con alle spalle una maggior esperienza e consapevolezza. La B2 è e resta un traguardo che Chiusi sicuramente si pone. Speriamo arrivi molto presto». In vista dell’esordio nella post season un messaggio alla squadra non può mancare. «Voglio lanciare un in bocca al lupo a quella che si è dimostrata una grande squadra, che ci ha regalato bellissime partite e grandi emozioni. Sono sicuro che i giocatori lotteranno fino all’ultimo punto, con grinta, tenacia, e senza avere rimpianti o recriminazioni. Vorrei ringraziare tutti i ragazzi, non solo i protagonisti ma anche quelli che hanno giocato meno, ma che sono stati comunque fondamentali. Ringrazio l’allenatore per la sua passione e per la sua energia, e la società che ci ha messo a disposizione la sua importante organizzazione».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 16, 2012 10:00