Giuseppe Lomurno replica alle critiche sulla under 18

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 5, 2012 12:13

Giuseppe Lomurno replica alle critiche sulla under 18

Sir Safety Perugia (Lomurno-coppa)

il presidente Giuseppe Lomurno consegna la coppa under 18 maschile alla Sir Safety Perugia

Le ultime vicende relative ai campionati giovanili hanno scatenato qualche critica verso la Fipav Umbria che è stata presa di mira da alcuni esponenti dell’ambiente pallavolistico, il massimo organo regionale sportivo è stato apostrofato in maniera molto dura ed in mancanza di un comunicato ufficiale a Pianeta Volley pare giusto un diritto di replica. Sulla questione della finale regionale under 18 maschile, che ha alzato un polverone enorme e tante perplessità, interviene il presidente Giuseppe Lomurno che cerca di fare chiarezza: «Come prima cosa vorrei sottolineare che l’indizione del campionato è stata fatta dal comitato provinciale, il comitato regionale che io presiedo dunque non ha nessuna colpa, se non quella di non aver controllato le iscrizioni. Nessuno però vietava alla Sir Safety Perugia di partecipare a questo campionato e nessuno poteva negare loro di disputare la finale. Quello che invece non è possibile è che la squadra di un club di serie A participi alla fase nazionale attraverso la fase regionale, per accedervi deve superare il campionato di Lega. Naturalmente se avesse vinto la Clt Terni non ci sarebbero stati tutti questi problemi. Un errore c’è stato ma non danneggia nessuno, in questo contesto Perugia mantiene il titolo di campione regionale ma non accede alla fase nazionale». Io credo che chi fa ora tanto l’esperto di volley poteva farsi sentire prima, ad esempio tutti quelli che hanno partecipato a questo torneo dove stavano fino a ieri, non vorrei pensare che ci sia malafede da parte di qualcuno». In merito alle critiche apparse dopo la pubblicazione dell’articolo sulla sezione dei commenti il numero uno regionale si dichiara amareggiato. «Sono stato anche attaccato sul piano personale ma vorrei sottolineare che il ruolo del presidente è quello istituzionale e dunque portare immagine alla pallavolo significa anche lavorare sulla comunicazione e promuovere il movimento, andando sui giornali ed in televisione. Se c’è un problema è normale che la responsabilità ricada sul presidente ma in questo caso non mi sento di prendermi delle colpe perché il torneo è stato da noi portato avanti secondo le nostre competenze. Il mio comitato organizza numerosi campionati ed altrettante manifestazioni e se capita un errore non muore nessuno. Io comunque sono a disposizione per ogni chiarimento che i nostri tesserati vogliano avere». Adesso però le squadre torneranno in campo per giocare e la formula utilizzata ha creato altre polemiche. «Per supplire a quello che è successo, che ribadisco è un errore del comitato provinciale, abbiamo cercato di usare il buon senso ed abbiamo stabilito di far giocare una semifinale tra la terza e la quarta della classifica ed una finale tra la vincente e Terni (che era seconda), ci pare la cosa più giusta perché hanno disputato lo scontro diretto con la squadra di Perugia e possono recriminare di aver diritto a disputare la finale. E’ stata una decisione di saggezza. La fase di competenza è regionale ma recependo le direttive del provinciale, bisognava forse porre maggior attenzione e mettere una postilla ad ulteriore chiarimento nell’indizione per dire che se vinceva una squadra di un club di serie A non avrebbe potuto partecipare alla fase nazionale. Ad ogni modo chi partecipa deve conoscere sempre l’indizione e non solo quando gli conviene». A chiusura di queste dichiarazioni vale anche la pena di ricordare, per non perdere di vista i veri valori dello sport, che i primi ad essere stati danneggiati sono i ragazzi della Sir Safety che pensavano di poter vivere una fase successiva andando a rappresentare i colori dell’Umbria (tra l’altro organizzando nel prossimo fine settimana in casa il concentramento), avendola meritata sul campo, e invece non potranno farlo. Il calendario prevede dunque oggi la disputa della semifinale al Pala-Itis di Terni (ore 21) tra Panfix Narni ed Etruria Corciano, rispettivamente terza e quarta della classifica generale. La vincente affronterà nella finale valida per il passaggio alla fase interregionale la Clt Terni domenica 6 maggio sempre al Pala-Itis (ore 18). In questo momento sono tutti arrabbiati: la società sportiva di Perugia che pensava di aver guadagnato la fase interregionale, quella di Terni, di Narni e soprattutto quella di Corciano  (logisticamente la più disagiata) che devono tornare in campo per giocare in tempi stretti a causa delle imminenti fasi interregionali (19-20 maggio).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 5, 2012 12:13