La Gherardi Svi Città di Castello cede in casa a Molfetta

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 6, 2012 23:48

La Gherardi Svi Città di Castello cede in casa a Molfetta

Giombini-Piano (muro)

Leondino Giombini e Matteo Piano a muro

Onore ai ragazzi di Andrea Radici che hanno lottato su ogni pallone, provando sempre ad invertire la situazione, aiutati da un pubblico semplicemente strepitoso ed encomiabile, mai domo. E’ vero che le assenze non devono essere un alibi ma quelle di Noda Blanco e Lehtonen erano veramente troppo difficili da fronteggiare per la Gherardi Svi Città di Castello contro una Pallavolo Molfetta in grande salute e guidata da un Uchikov in forma smagliante, capace di mettere a terra 34 punti col 59%. Ora per i tifernati, sotto due a zero nella serie di semifinale dei play-off di serie A2 maschile, si fa difficile ma la speranza è quella di riuscire a giocare una gran gara in terra pugliese. Si comincia con i sestetti annunciati: nei tifernati sono Di Benedetto e Vigilante a sostituire Lehtonen e Noda Blanco. Il primo punto è di Giglioli in primo tempo sulla battuta di Di Benedetto, Uchikov si presenta con un muro su Vigilante (0-2), Piano conquista il primo punto biancorosso. Al Nabhan commette fallo di seconda linea per il 2-4 e poi spara out la pipe (3-4), Rosalba non fallisce la diagonale del 4-5, rispondono Botti e Uchikov (4-7). L’ace di Mattioli manda le due squadre al primo time out tecnico sul 4-8 per Molfetta. Andrea Radici ferma ancora il gioco sul 4-9 dopo un altro punto di Uchikov, Giombini toglie il servizio al pericoloso Mattioli sul 5-10 e mette a segno l’ace del 6-10. Città di Castello soffre in ricezione e Molfetta va sul 7-14 grazie alla battuta tattica di Bacci e Uchikov è un’iradiddio (8-16). Il bulgaro sbaglia la prima palla sull’11-17 prima che Al Nabhan incorra nel muro di Piano (12-17 e time-out di Lorizio). Il “Pala Ioan” incita in modo continuo i ragazzi di Radici e lo stesso fanno gli sportivissimi tifosi molfettesi, accolti da uno striscione di benvenuto. Sul 12-19 Andrea Radici dà un po’ di respiro a Cristian Vigilante ed inserisce Dordei ma la battuta ospite è ancora decisiva con l’ace di Botti (14-22). Rosalba lotta da gran campione e mura il pallonetto di Uchikov (15-22) che mette a terra la palla del 15-24 tra le proteste di tutto il palazzetto. Il set è chiuso da una battuta out di Di Benedetto. Molfetta va sul 2-3 in avvio di secondo set ancora grazie ad una palla contestata su attacco di Rosalba, poi un muro di Botti lancia i ragazzi di Lorizio (3-6). Città di Castello prova a scuotersi con Piano (5-7) ma Uchikov non fallisce il 5-8. E’ ancora Piano a spingere il recupero tifernate (8-8), ora la gara è più equilibrata anche perché Molfetta sbaglia qualcosa in più. L’errore di Al Nabhan costringe coach Lorizio al time out sul 10-9, quello di Rosalba su una palla difficilissima porta al controsorpasso (10-11). Giombini spara in campo il 12-11 dopo un’azione lunghissima, Mattioli pizzica le mani del muro tifernate per il 13-14, Uchikov raddoppia dalla zona uno (13-15). Ci sono sempre due punti da recuperare per la GHERARDI SVI al secondo time out tecnico (14-16), Rosalba si incarica di portare in parità i suoi (17-17) con una palla delle sue. Giglioli trova il muro del 18-20 ed allora Andrea Radici ferma il gioco ma lo sprint di Uchikov è ancora difficile da contrastare (18-22). Sul 19-24 ci sono 5 palle set per i pugliesi, la prima è annullata da Giombini, la seconda trasformata da Botti. In avvio di terzo set Andrea Radici schiera in sestetto Dordei al posto di Vigilante: è subito 2-0 con il muro di Piano e l’attacco di Rosalba. Mantiene il vantaggio la squadra biancorossa che è raggiunta sul 6-6 ancora da una bordata del bulgaro. Al primo time out tecnico, però, è avanti la squadra di casa di misura (8-7), va avanti Molfetta (10-11) con una palla ancora contestata. La battuta di Uchikov regala due lunghezze di vantaggio agli ospiti (11-13), un punto di Dordei fa esplodere il “Pala Ioan” (14-13). Al Nabhan mette a segno una gran parallela (14-15), ci pensa Giombini a rimettere a posto le cose (17-17). Una difesa di Mattioli e un’alzata in bagher di Cortina consentono a Uchikov di schiacciare il 17-18 (time out Radici).  L’ace di Marini, appena entrato, riagguanta la parità (20-20). Il signor Cappello ha una giornataccia davvero e non fischia almeno tre incredibili accompagnate agli ospiti, il muro di Piano porta Città di Castello sul 23-22. Mattioli sbaglia la battuta (24-23), Al Nabhan spara out, anche qui col dubbio della toccata. Si riparte nel quarto set con Molfetta che va subito sullo 0-3 con la Gherardi Svi che pareggia subito, riuscendo anche a fermare a muro Uchikov (3-3). E’ una vera e propria battaglia, Di Benedetto mura la pipe di Al Nabhan (7-6), Giombini chiude un’azione spettacolare con la palla dell’8-6. Un altro muro sul bulgaro, firmato da Piano, lancia Città di Castello sul 10-7, Uchikov riavvicina gli ospiti (10-9) e poi firma il pari (11-11). Ancora Uchikov per il 13-15 poi il 14-16 è frutto di un’incomprensione tifernate. Nella metà campo ospite schiaccia praticamente solo Uchikov, sul 15-18 c’è il time out di Andrea Radici. Piano suona la carica a muro sul giocatore (18-19) del Bahrein, Uchikov passa di nuovo per il 18-21 e il 19-22. Rosalba non vuole mollare e spara il 21-22, Al Nabhan evita il muro biancorosso (21-23), il capitano gioca il mani out del 22-23. In rete la battuta di Giombini (22-24) e due palle match per i ragazzi di Lorizio: Giglioli mette fuori il servizio (23-24), Uchikov mette la parola fine alla gara. E’ proprio vero che chi ha giocato a Città di Castello non si dimentica: oggi erano presenti in tribuna Martin Nemec, Andrea Rossi e Salvatore Rossini che sono subito andati a salutare amici e tifosi i quali hanno tributato loro uno scrosciante applauso.
GHERARDI SVI CITTA’ DI CASTELLO – PALLAVOLO MOLFETTA = 1-3
(16-25, 20-25, 25-23, 23-25)
CITTA’ DI CASTELLO: Giombini 20, Rosalba 14, Piano 9, Di Benedetto 5, Vigilante 2, Visentin, Romiti (L), Dordei 2, Marini 1. N.E. – Nardi, Sartoretti, Lensi. All. Andrea Radici.
MOLFETTA: Uchikov 34, Al Nabhan 11, Giglioli 9, Botti 9, Mattioli 8, Bacci 1, Cortina (L), Bisci, Illuzzi. N.E. – Del Vecchio, La Forgia. All. Giuseppe Lorizio.
Arbitri: Gianluca Cappello di Sortino (Sr) e Umberto Ravallese di Ragusa.
Città di Castello (b.v. 2, b.s. 14, muri 10, errori 8).
Molfetta (b.v. 4, b.s. 17, muri 10, errori 13).
(fonte Città di Castello Pallavolo)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 6, 2012 23:48