Perugia-Spoleto, via ai fuochi d’artificio per la promozione

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 26, 2012 09:30

Perugia-Spoleto, via ai fuochi d’artificio per la promozione

Marta Gianmarco

Gianmarco Marta

Costanzi Riccardo

Riccardo Costanzi

Il fischio d’inizio per l’appuntamento con la storia è sabato pomeriggio alle ore 18,30 al palazzetto di San Marco. Una finale quella della serie C maschile che mette di fronte le due squadre migliori del campionato e che si preannuncia di grande livello. Cresce di ora in ora l’attesa degli amanti delle schiacciate, le due fazioni di tifoserie si sfideranno rumorose come al solito sugli spalti di una palestra che rischia di non poter contenere un numero elevato di spettatori. La formazione locale targata Grifo Volley Perugia ha registrato un cammino straordinario durante il girone all’italiana ed ha dimostrato di saper lottare con personalità e carattere ma, soprattutto, ha dimostrato di avere il giusto approccio con tutte le squadre, solo così si spiega il miglior quoziente set che le è valso la prima posizione nel testa a testa della classifica. Dalla parte opposta a contrastarla ci sarà una Monini Spoleto che giunge all’appuntamento con la consapevolezza di aver giocato una grande semifinale ed aver eliminato la forte Chiusi. Le due leader che hanno dominato la stagione regolare hanno in testa un identico obiettivo da perseguire: la promozione. Per farlo devono vincere due partite. Tante le similitudini che hanno le due contendenti, stessa classifica, stesso numero di vittorie, stesso bilancio negli scontri diretti. Spulciando il calendario si può anche vedere come le due rivali siano incappate nella loro prima sconfitta dell’anno proprio con la squadra che si troveranno di fronte in questo epilogo di stagione. Inoltre, bisogna anche sottolineare come le due formazioni siano state quelle rimaste più a lungo imbattute, tredici giornate di vittorie consecutive di Perugia nel girone d’andata e tredici di Spoleto nel girone di ritorno. E forse sta tutta qui la differenza con i grifoni che hanno progressivamente perso smalto e gli oleari che invece hanno acquistato brillantezza nel gioco. Mix di gioventù ed esperienza per le due rivali sotto rete, altro elemento comune che tende ad avere il medesimo obiettivo, far crescere e valorizzare i propri talenti. Ma se i giovani perugini quali Padella (1991), Marta (1993) e Merli (1993) sono al loro primo appuntamento di questo tipo, così come lo stesso Schiavolini (1986), i giovani spoletini Costanzi (1993) e Segoni (1993) sono già alla loro seconda esperienza, avendo disputato la finale dello scorso anno. Tutti gli altri sono uomini dal curriculum interminabile anche nelle categorie superiori con Romanò e Taba (Perugia) nonché Grechi e Quaglia (Spoleto) che vantano esperienze anche in serie A. La Grifo Volley ha riposato per due settimane ma le manca il clima partita, la Monini potrebbe avere un po’ di affaticamento in più derivante dalle tre gare disputate in semifinale ma sono quelle che le hanno dato grande consapevolezza nei suoi mezzi. Che la contesa abbia inizio, i sostenitori annunciati sugli spalti sono tanti e chi arriverà tardi dovrà gustarsi lo spettacolo in piedi. Probabile sestetto Perugia: Schiavolini ad alzare, Bondini opposto, Padella e Marta (Merli) in zona-tre, Romanò e Taba schiacciatori, Cipolletti libero. Possibili titolari Spoleto: Costanzi a palleggiare in diagonale con Grechi, Battistelli e Sirci centrali, Segoni e Trombettoni in posto-quattro, Quaglia libero.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 26, 2012 09:30