Simone Cruciani, un umbro che spinge Olbia alle finali under 18

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 26, 2012 13:00

Simone Cruciani, un umbro che spinge Olbia alle finali under 18

Cruciani Simone (coach)

Simone Cruciani

C’è un po’ di Umbria nella conquista delle finali nazionali under 18 maschili della squadra di Olbia. Il club gallurese ha raggiunto un risultato storico, sia per la società, mai arrivata ad una fase nazionale in questa categoria, sia per la regione. nello staff degli isolani c’è infatti l’allenatore spoletino Simone Crucianiche afferma: «Ho iniziato la mia carriera nella Marconi Spoleto ed ora sono da tre stagioni ad Olbia dove quest’anno ho ricoperto il ruolo di secondo allenatore e scoutman in serie B1 maschile per il secondo anno consecutivo, in più ero primo allenatore della squadra under 16 e della prima divisione sempre maschile. La soddisfazione di entrare fra le migliori d’Italia è grande perché l’unica prima d’ora ad approdare alle finali nazionali era stata Sant’Antioco, ma ciò accadde sedici anni fa quando il club era in serie A ed aveva una sorta di junior league, quindi una cosa diversa. Abbiamo battuto in una finale regionale a tre le squadre di Cagliari e Sant’Antioco. Abbiamo battuto alle interregionali Chieri e La Spezia. Il gruppo è composto da quattro atleti che facevano parte della rosa della serie B1, tre atleti della rosa della serie B2, e gli altri la serie D. I ragazzi quindi si sono allenati poco insieme durante l’anno, assiduamente solo dalla preparazione delle finali regionali in poi. Io in questo gruppo ho il ruolo di secondo e scoutman, dietro all’allenatore Garbellini e al responsabile tecnico Fortunati. Il segreto di questo gruppo è sicuramente la programmazione, si lavora insieme da ormai tre anni, chi più chi meno tutti le persone citate ci hanno lavorato personalmente. E’ la vittoria di un sistema che parte dal presidente, ai dirigenti, ai giocatori, agli allenatori, al grande supporto dei genitori che ci hanno seguito a Chieri e ci seguiranno ancora, tifando e colorando i palazzetti». Le finali si svolgeranno dal 7 al 10 giugno a Trieste ma Simone intanto si racconta. «Ho 25 anni e sono arrivato in Sardegna grazie al responsabile tecnico del settore giovanile. Cercavano uno scoutman per la prima squadra e un allenatore per il giovanile. Oltre a ciò nella prima stagione ho svolto anche il ruolo di assistente in serie B1, occasione che ha permesso di farmi conoscere e che ha consentito poi di essere confermato anche nel ruolo di secondo per i due anni successivi. Il mio contratto scade quest’anno, sicuramente a breve ci incontreremo col presidente Marcetti per vedere se si potrà continuare nel rapporto lavorativo. Mi trovo molto bene a Olbia, sono arrivato giovanissimo e la società mi ha permesso di crescere e migliorare, mi ha dato molta fiducia in queste tre stagioni. Un ritorno in Umbria per il futuro non è certo da scartare, la nostra regione ha la pallavolo nel sangue. Certo nel territorio non sono molto conosciuto, essendo partito molto giovane da Spoleto, ma sto lavorando per arrivare il più in alto possibile. Chi fa questo mestiere sa che il futuro non è mai certo, fare programmi è praticamente impossibile. La cosa certa è che continuerò a coltivare il mio sogno, il sogno di continuare a vivere una vita così».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 26, 2012 13:00