Sir Safety Perugia, il mercato procede spedito

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 23, 2012 15:00

Sir Safety Perugia, il mercato procede spedito

Sirci Gino (mezzobusto)

Gino Sirci

E’ un mercato lampo quello portato avanti sinora dalla Sir Safety Perugia che sta letteralmente bruciando le tappe per allestire il roster che si presenterà al via della prossima stagione, la sua prima nel campionato di serie A1 maschile. Le operazioni nella massima categoria procedono a rilento ma la società sportiva bianconera è di gran lunga la più attiva del mercato ed ha già piazzato sei tasselli nel suo mosaico. La chiusura delle trattative è infatti in calendario per il 17, 18 e 19 luglio, giorni in cui tradizionalmente si ufficializzano gli ultimi colpi e poi vengono presentati gli organici delle formazioni protagoniste nella serie A. Entro quelle date tutto lascia supporre che gli umbri avranno sistemato da tempo le proprie pedine. Alle conferme del tecnico Slobodan Kovac, dello schiacciatore Goran Vujevic, del centrale Daniele Tomassetti, del regista Nicola Daldello e dell’opposto Vincenzo Tamburo, i block-devils hanno fatto seguire l’ingaggio del martello australiano Thomas Edgar e, ultimo in ordine cronologico, il centrale italiano Andrea Semenzato che si va dunque ad aggiungere alla lista di giocatori che il prossimo anno saranno protagonisti al Pala-Evangelisti. Continuano nel frattempo i sondaggi e le trattative dei perugini ed il presidente Gino Sirci appare soddisfatto: «In questo momento siamo all’inizio perché i club si stanno muovendo con cautela, dunque non è che ci mancano le possibilità di scelta, stiamo mettendo le mani sui pezzi di nostro interesse. L’operazione che intendiamo fare è di avere gente motivata e giovani con voglia come quelli che avevamo già con noi e non escludiamo di poter ufficializzare qualche altra conferma». In cima alla lista degli elementi che meriterebbero un rinnovo c’è il libero Andrea Cesarini, giocatore il cui cartellino è di proprietà Roma e proprio per questo in posizione incerta. Il club della capitale vive un momento molto complesso con una situazione economica delicata e con promesse provenienti dal mondo politico che aspettano di trovare delle conferme. Una fase di stallo in cui le decisioni sono costantemente rimandate per la dirigenza romana che non ha più nemmeno un punto di riferimento dopo che il direttore generale Sacripanti si è dimesso nel mese di marzo. Anche il futuro del centrale umbro Francesco Corsini dipende dagli eventi che riguardano Roma, ma in questo caso il club perugino ha già deciso di non confermarlo per non rischiare su più fronti.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 23, 2012 15:00