Stefano Rinchi: «San Giustino guarda al futuro»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 30, 2012 14:30

Stefano Rinchi: «San Giustino guarda al futuro»

Rinchi Stefano

Stefano Rinchi

La Energy Resources San Giustino sarà ancora ai nastri di partenza del prossimo campionato di A1 maschile. La società sta attraversando delle difficoltà, ma a sgombrare il campo dai rischi della scomparsa ci pensa il general manager Stefano Rinchi: «Non possiamo nascondere l’esistenza di difficoltà, ma stiamo lavorando tutti insieme per superarli. Di cose se ne sono dette molte ultimamente, ma abbiamo scelto di non correre dietro ad ogni illazione, preferendo farlo magari scegliere un basso profilo per evitare inutili polemiche. Nessuno all’interno della società ha mai ventilato l’ipotesi di non ripartire e come pure mi sento di escludere che la nostra squadra possa ripartire da un posto diverso da San Giustino, perché non c’è ragione di pensare ad una soluzione diversa». Ovviamente è ancora tutto fermo sotto il profilo più strettamente tecnico. «In questa situazione è ancora presto per dire chi sarà l’allenatore e quali saranno i giocatori che fanno parte dell’organico – ha aggiunto Rinchi – ma a quello penseremo ovviamente più avanti». La squadra potrebbe ripartire sotto una nuova denominazione sia per quanto riguarda il nome dello sponsor ed anche come forma societaria, visto che nelle scorse settimane era emersa la notizia della messa in liquidazione della Umbria Volley risalente alla fine dello scorso mese di aprile, nel massimo silenzio. Nessuno, infatti, ha mai parlato di questa improvvisa situazione. Di certo, in prima linea ci sarà ancora Andrea Sartoretti, che si occuperà della parte tecnica, dopo esser stato per tutta la scorsa stagione in prima fila. Impegnandosi in questa fase per ricucire la situazione. Le basi per poter ripartire non mancano, visto che nell’ultima parte dello scorso campionato il sestetto di Jan Henk Held ha dato la conferma di avere comunque delle buone potenzialità su cui poter costruire la nuova squadra puntando ad un budget limitato, anche in considerazione del fatto che la crisi economica che si sta avvertendo a livello globale porterà inevitabilmente anche nella pallavolo ad un abbassamento generale dei tetti di spesa.
(fonte La Nazione)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 30, 2012 14:30