Arbitriadi 2012, a trionfare è soprattutto la solidarietà

Pianeta Volley
By Pianeta Volley giugno 10, 2012 19:05

Arbitriadi 2012, a trionfare è soprattutto la solidarietà

Sintini Giacomo (Perugia)

Giacomo Sintini con alcuni arbitri umbri

E’ andata in archivio con un successo strepitoso la manifestazione delle Arbitriadi 2012 di pallavolo. Nella tre giorni organizzata dallo staff perugino si sono incontrati quasi trecento fischietti, capitanati da tutti i massimi responsabili del settore arbitri italiano. Al di là degli aspetti tecnici ed agonistici, si è trattato di un autentico momento di aggregazione e socializzazione, atteso ogni anno dall’intera classe dei giudici di gare che trova in questo appuntamento l’unica occasione di ritrovo possibile per una categoria che vanta circa cinquemila tesserati in attività a tutti i livelli. La XXXIII edizione si è conclusa nel segno della solidarietà. Dopo tre giorni di agonismo e divertimento, la serata finale ha ceduto il passo ai valori più sani che animano il mondo del volley. Non poteva essere altrimenti, vista la presenza al torneo, nell’insolita veste di arbitro, di un personaggio del calibro di Giacomo Sintini, tornato alla vita e al volley giocato dopo aver sconfitto il cancro. Accolto da un applauso di cinque minuti e dalla standing ovation dei commensali, il popolare ‘Jack’ ha dato il via alla serata con parole toccanti: «Sono felice di essere qui. Esattamente un anno fa mi sono ammalato. Ho attraversato momenti difficili, con la paura di non poter tornare in campo. Ho avuto paura di morire. Poi ho iniziato a lottare con tutto me stesso, sostenuto anche dall’amore che questo nostro mondo ha saputo darmi. Ho passato dieci mesi fra cure lunghe e faticose. Ora sto bene e il contratto siglato con la Trentino Volley per la prossima stagione è il coronamento di un sogno. Tornerò a giocare, ma con un atteggiamento diverso. Cuore e testa non sono quelli di prima. Oggi sono migliori, grazie anche a tutti voi». E la grande famiglia della pallavolo ha fatto ancora una volta la sua parte, con una vera e propria gara di solidarietà i cui proventi sono stati consegnati direttamente all’associazione fondata dal campione ravennate (ma residente a Perugia) per sostenere la ricerca contro questa malattia. Nella stupenda cena di gala che ha calato definitivamente il sipario sul prestigioso evento la sensibilità dei presenti non si è lasciata desiderare e nella pesca benefica che metteva in palio alcuni premi stuzzicanti sono stati raccolti oltre un migliaio di euro. Ma il colpo di genio è stato escogitato da Fabrizio Saltalippi, arbitro perugino dotato di brevetto internazionale e conduttore d’eccezione nell’estrazione dei numeri fortunati, che ha elaborato su due piedi un asta al rialzo per tutti i premi che alcuni generosi vincitori hanno deciso di non ritirare. Si è così intavolata una vera e propria riffa che ha intrattenuto simpaticamente i presenti regalando dei momenti divertenti spinti dalla volontà di fare della beneficenza. L’abilità del banditore d’asta, unita alla sensibilità dei concorrenti ha così permesso un ulteriore raccolta di circa cinquecento euro ai quali poi si sono aggiunte altre donazioni spontanee che hanno fatto raggiungere la cifra di 2’050 euro e reso felice un commosso Sintini che si è prestato ad essere immortalato in tante foto ricordo con tutti. Tante le dichiarazioni della serata finale come quella di Giorgio Giusfredi (consigliere nazionale Fipav, referente settore Ufficiali di Gara): «Questa è la serata del nostro e del vostro orgoglio. Orgogliosi di appartenere al mondo del volley che esprime valori unici e può contare su grandi uomini come Giacomo Sintini. Lui è un esempio per tutti». Il consigliere nazionale ha anche ringraziato e salutato gli arbitri della Grecia presenti al torneo. Poi è toccato a Domenico De Luca, coordinatore nazionale degli ufficiali di gara Fipav, che ha voluto ringraziare il comitato organizzatore del torneo e i partecipanti, dando l’appuntamento all’edizione del prossimo anno. A fare in qualche modo gli onori di casa è stato Benito Montesi (responsabile settore tecnico nazionale ufficiali di gara) che dopo aver ringraziato Giacomo Sintini e il veterano Claudio Nardi per aver arbitrato la finale maschile, ha sottolineato i grandi valori che la pallavolo è capace di esprimere. «Questa è la nostra famiglia e anche fra gli arbitri c’è chi, come il piemontese Marco Braico, ha sconfitto la leucemia e ora è in prima linea per sostenere chi soffre. Questo vuol dire che siamo in grado di seminare valori morali, accanto alla grande passione che ci unisce. Un grazie doveroso per la riuscita di questa Arbitriade va al comitato organizzatore messo in campo dalla Fipav Perugia e coordinato con bravura e grande disponibilità da Daniele Pecetti». Infine è toccato a Giampaolo Colangeli (presidente del comitato Fipav di Perugia) chiudere gli interventi sottolineando lo spirito che ha animato l’evento e il grande lavoro messo in campo dallo staff organizzativo: «Grazie di cuore a tutti, spero possiate tornare presto nella nostra regione. Vi accoglieremo sempre a braccia aperte».

Sintini Giacomo (arbitro)

Giacomo Sintini sul seggiolone arbitrale

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley giugno 10, 2012 19:05