Coach Pierluigi Pepponi saluta il Narni Volley

Pianeta Volley
By Pianeta Volley giugno 27, 2012 12:00
Pepponi Pierluigi

Pierluigi Pepponi

Sono state due stagioni dalle emozioni fortissime. Positive e negative. Ma dalle quali ho imparato moltissime cose. Con il Narni Volley ho vissuto due stagioni che per me sarà difficile dimenticare. Sapendo che nella prossima stagione sarò altrove, con altri ragazzi, mi rendo conto di quanto forte fosse il legame con quelle ragazze che due anni fa chiamavo scapestrate o peggio ancora. Proprio adesso che ho lasciato Narni mi rendo conto quanto sia entrato dentro di me il freddo invernale della piccola palestra dell’istituto di ragioneria e quanto invece il calore del forte legame, prima di amicizia e poi professionale, tra me e il presidente di quella società. Di questo legame, in realtà, sapevo. Ed è proprio per questo che la prossima stagione sarò altrove. Ma attenti, non è contraddittorio andarsene quando si è molto legati ad una persona. Io so, infatti, che questo è un momento di decisioni importanti nella storia della pallavolo narnese e so anche che la mia sola presenza avrebbe in qualche modo condizionato le decisioni del mio presidente. Forse a qualcuno sembrerà eccessivo ma non lo è. Lo si capisce se si interpreta la pallavolo dilettantistica come un’occasione per conoscersi, sperimentarsi, migliorarsi sia fisicamente che socialmente. E così capisci che ci sono vittorie come la nostra in prima divisione dalle quali credi di aver imparato a fare i miracoli e che ci sono stagioni come la nostra in serie D femminile dalle quali scopri che i miracoli non esistono. E ne esci più consapevole dei tuoi mezzi e più ricco umanamente perché la delusione dei risultati è mitigata dal fascino dei rapporti umani. Narni mi ha dato molto, nel bene e nel male. Mi ha fatto crescere e a Narni sento di dovere qualcosa. Queste parole, che sono parole di ringraziamento che voglio rendere pubbliche, sono doverose. L’augurio che faccio a me e alla Pallavolo Narni è che le nostre strade possano, in futuro, tornare ad incontrarsi. Un saluto ed un ringraziamento speciale a Cristina Bussetti e Nicolò Di Mattia.
(lettera firmata Pierluigi Pepponi)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley giugno 27, 2012 12:00