Il Magione dalle sette vite batte Nocera Umbra e torna in serie C

Pianeta Volley
By Pianeta Volley giugno 3, 2012 13:46

Il Magione dalle sette vite batte Nocera Umbra e torna in serie C

Avis Magione (promozione)

foto di gruppo per la Avis Magione vincitrice dei play-off di serie D femminile

Nel giorno della festa della Repubblica una Avis Magione dal carattere volubile riesce a prendere il toro per le corna e domarlo. Le padrone di casa soffrono, sciupano, ma alla fine riescono nell’impresa. Le ragazze dell’allenatrice Tamburi hanno ragione, in gara-tre della finale play-off di serie D femminile di una Friservice Nocera Umbra che riesce a mettere tredici palloni in più a terra (95-108) ma non nei tre set dove la battaglia è stata condotta corpo a corpo. Al termine di un incontro molto emozionante e vibrante, sono le giocatrici di casa a fare festa in campo. In apertura partono meglio le ospiti che sfruttano Urbani per portarsi al comando (5-8). Le atlete locali non demordono e tutto torna in equilibrio con una ace di Castellini che vale il 13-13. Magione torna a soffrire ma poi ha la forza di rientrare ancora una volta in corsa (18-18). Si lotta spalla a spalla per un po’ e il set resta in bilico sino al 20-20, momento in cui le padrone di casa operano lo strappo che porta a +3 ma poi c’è il ritorno delle nocerine che rende incerto il finale (24-23). Ad essere decisivo è l’affondo di Laura Travaglini. Dopo il cambio di campo è la Friservice a fare l’andatura acquisendo un vantaggio di alcune lunghezze che non perderà più. Gli errori delle locali fanno subito la differenza (8-13). Deborah Travaglini infligge dure punizioni al centro ed allarga la forbice (8-18). Barrionuevo fissa la parità alla terza occasione. Nella terza frazione parte forte Nocera Umbra che spinge sul pedale del gas con Moriconi ed Urbani sugli scudi ed un servizio che provoca tre ace (2-10). Tamburi getta nella mischia Cammarano per sistemare la ricezione ed uno scatto d’orgoglio di Laura Travaglini provoca un lieve riduzione del gap (6-11). L’ulteriore pezza ce la mettono gli errori ospiti e poi Bertinelli che sale in battuta e ci resta per un break di otto a zero che sancisce il sorpasso (17-16). Le ospiti vanno in bambola mentre l’adrenalina sale a mille tra le magliette nere con Favilli orologio svizzero in seconda linea ed Orsini scatenata a rete (20-16). Cardinali è in trance agonistica (sette palle a terra nella frazione) e salta su ogni pallone, anche senza rincorsa, ma la palla la mette giù lo stesso. Fusaro entra e piazza l’ace che vale il 23-19. Un guizzo d’orgoglio di Urbani accorcia, Gaudenzi riapre ma sul 24-23 l’errore di Urbani chiude i conti tra le animate proteste della tifoseria ospite che chiede il quarto tocco.

Orsini Elisa (attacco)

l'attacco di Elisa Orsini

Si riprende con la tensione a livelli di esasperazione e le due tifoserie che si fanno omaggio di improperi. Inizialmente la lotta è equilibrata ma sul 4-4 Monia Cesaretti fa prendere il largo alle rossoblu che sfruttano tre punti suoi, un attacco e due ace, oltre a ben sei regali avversari per scavare un cratere (6-13). La ripartenza è opera di Elisa Orsini che fa risalire le quotazioni ma poi tornano tre sbagli consecutivi che determinano il nuovo scollamento (13-21). Stavolta sono le padrone di casa a cadere in balia delle onde e le sostituzioni servono unicamente a far rifiatare alcune titolari. Barrionuevo scardina il muro e rimanda il verdetto al tie-break. E’ dunque il quinto set ad assegnare la promozione. Si parte con un duello virile sotto rete, in zona tre Cardinali risponde a Travaglini (4-2). La marcia in più è sempre Favilli che in difesa continua ad essere presente dappertutto mentre il muro nocerino commette due ingenuità sugli errori in attacco delle locali e anziché approfittare si complica la vita (7-3). Si continua a lottare dopo l’inversione dei campi che avviene sull’8-5, Gaudenzi mette fine alla ‘maledizione’ del muro mettendone uno a terra che vale l’8-7. La sensazione è che sarà un arrivo in volata invece la Friservice si disunisce e torna ad affondare per proprie colpe (13-8). L’Avis ha tempo di tirare il fiato prima di tornare a conficcare la lama nel cuore di un’agonizzante Nocera Umbra. E’ Cardinali a mettere la firma sul punto che vale la serie C. Quando cade l’ultima palla in terra un fiume in piena si riversa in campo a celebrare un successo che riporta Magione nella massima categoria regionale, proprio nel venticinquesimo anno dalla sua fondazione. Succede di tutto, gavettoni, coriandoli, balli e canti. Il team manager Taborchi nell’euforia scivola e si frattura un polso ma la gioia di questo risultato non gli fa sentire dolore. E’ festa grande al palazzetto di via Libertà anche per un campionato figlio di un Dio minore che finisce con due grandi protagoniste, con una vincitrice, ma senza una premiazione sul campo.
AVIS MAGIONE – FRISERVICE NOCERA UMBRA = 3-2
(25-23, 14-25, 25-23, 16-25, 15-12)
MAGIONE
: Orsini 15, Travaglini L. 13, Cardinali 12, Castellini 7, Nucciarelli 5, Bertinelli , Favilli (L1), Baldoni 2, Fusaro 1, Valeri, Cammarano. N.E. – Pettirossi, Lustri (L2). All. Silvia Tamburi.
NOCERA UMBRA
: Urbani 11, Travaglini D. 10, Barrionuevo A. 10, Gaudenzi Er. 8, Cesaretti 8, Moriconi 7, Brancaleone (L1). N.E. – Cacciamani, Armillei, Gaudenzi El., Barrionuevo F., Barrionuevo L. (L2). All. Oriano Ornielli.
Arbitri: Azzurra Marani e Chiara Santucci.
AVIS (b.s. 10, v. 5, muri 9, errori 27).
FRISERVICE (b.s. 7, v. 9, muri 5, errori 22).
httpv://www.youtube.com/watch?v=1ploegmWreQ
httpv://www.youtube.com/watch?v=v5Tv6d_9X54
httpv://www.youtube.com/watch?v=oPdLDMXP1q8
httpv://www.youtube.com/watch?v=f8jRg2h9jtA
httpv://www.youtube.com/watch?v=WXoajvAqFVE
httpv://www.youtube.com/watch?v=PEO_RR5kqiU

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley giugno 3, 2012 13:46