Romano Giannini: «Sono motivato ed ho voglia di fare bene»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley luglio 10, 2012 18:30

Romano Giannini: «Sono motivato ed ho voglia di fare bene»

Giannini Romano

Romano Giannini

Sono giorni di intenso lavoro per la Sir Safety Perugia. E non solo per la prima squadra che si appresta al suo primo campionato di serie A1 maschile. La società bianconera sta infatti organizzando tutto il discorso riguardante il settore giovanile che da alcune stagioni è diventato elemento imprescindibile della Sir. Sotto questo aspetto la nomina a responsabile tecnico di Romano Giannini è un segnale importante per impostare un tipo di lavoro mirato a far crescere un vivaio già numericamente importante per diventare un punto di riferimento a livello regionale e non solo. Il tecnico delle giovani leve bianconere, appena ritornato dal Trofeo delle Regioni dove ha guidato la selezione umbra, ci spiega le linee guida del nuovo corso bianconero nell’attività giovanile: «I programmi della Sir sotto la voce del settore giovanile sono ovviamente molto importanti perché con la prima squadra in serie A1 la programmazione del vivaio diventa fondamentale dal punto di vista tecnico. L’obiettivo che ci siamo prefissi con il presidente Sirci in primis è quello per i ragazzi della costruzione tecnica e della disciplina di gioco di buon livello. Poi naturalmente abbiamo lo scopo di individuare qualche atleta che nel giro di 2-3 anni potrebbe andare a far parte della rosa della prima squadra. Creare futuri giocatori per la serie A è un impegno prioritario». Giannini passa in rassegna quello che sarà il tipo di lavoro da impostare. «Abbiamo dei numeri che per l’Umbria sono importanti. Conosco ancora poco parecchi dei ragazzi che allenerò insieme al mio gruppo di tecnici. Certamente saremo presenti in tutti i campionati giovanili sia di lega che federali. Attualmente, visto il periodo in cui siamo, stiamo programmando i vari gruppi, dividendo il lavoro. Ho la consapevolezza che il lavoro da fare sarà tanto, ma anche il pensiero che sulla base dei numeri di cui parlavo prima, potrò lavorare su molti giocatori di buon livello. Il 20 agosto inizieremo la stagione ed i primi 15 giorni mi saranno utili per sviluppare al meglio i vari gruppi. Ad oggi ne ho alcuni ben chiari in mente, ma devo delineare i roster precisi per ogni singola categoria». Come ha anticipato lo stesso Giannini, ci sarà un team di tecnici a gestire l’intero movimento giovanile bianconero. «Insieme a me ci saranno Marco Taba (ex giocatore dei block-devils in serie B1, ndr) ed Andrea Piacentini. In più stiamo valutando l’idea di inserire un altro assistente tecnico che ci darà una mano in palestra. Come gestione tecnica, ovviamente come responsabile avrò la supervisione su tutto. Poi nello specifico, la prima squadra giovanile, che farà l’under 19 federale e la serie C, la allenerò direttamente io, al pari di un gruppo giovanile a Bastia, che probabilmente sarà l’under 15 e che dovrebbe fare anche il campionato di prima divisione provinciale. Marco Taba sarà il tecnico dell’under 17, con la quale disputerà un altro campionato di categoria, probabilmente la serie D, ed avrà anche sotto le sue direttive un altro gruppo giovanile, con ogni probabilità una under 14 o una under 13. Andrea Piacentini sarà il mio assistente della prima squadra in under 19 ed in serie C e guiderà un gruppo giovanile ancora da decidere. Questa è l’idea di base, poi è ovvio che se i numeri dei nostri giovani cresceranno ulteriormente, e me lo auguro, faremo anche altre valutazioni». Insomma, tanta carne al fuoco per Giannini che sprigiona un entusiasmo coinvolgente in vista di questa nuova avventura. «Per molti versi, a livello personale, potrebbe sembrare un ritornare indietro dopo essere stato in A2 (ad Isernia, ndr) l’anno scorso, ma per mio modo di essere allenatore e per la passione fuori dalle righe che metto in questa attività non c’è categoria che tenga. Sono eccitatissimo e non vedo l’ora di cominciare. La Sir è una situazione che ho lasciato alcuni anni fa anche con un pizzico di amaro in bocca perché ho conosciuto una società che mi ha permesso di crescere come allenatore e che mi ha fatto capire che mio modo di allenare è buono per questa realtà. Perciò sono felicissimo di essere di nuovo qui, carico di motivazioni e voglia di fare bene e aspetto solo agosto per tuffarmi a capo fitto in questa elettrizzante avventura».
(fonte Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley luglio 10, 2012 18:30