Slobodan Kovac guarda alla prossima stagione di Perugia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley luglio 6, 2012 15:45
Kovac Slobodan

Slobodan Kovac

In attesa della tre giorni del volley mercato, che si terrà a Bologna dal 17 al 19 luglio, giorni nei quali verranno ufficializzati i tesseramenti dei giocatori, la Sir Safety Perugia si gode l’attesa estiva in vista dell’inizio della prima storica stagione della società del presidente Sirci nella massima serie. Così è per l’entuorage bianconero e per i giocatori, così è per lo staff a disposizione di Kovac, confermato in blocco dopo l’ottimo lavoro svolto l’anno passato. Ci saranno dunque ancora Carmine Fontana nel ruolo di vice allenatore, Carlo Sati nelle vesti di preparatore atletico, la coppia formata da Gianluca Carloncelli e Francesco Monopoli a curare la parte degli scout e dei numeri, i massaggiatori Emilio Giusti e Federico Sportellini, il fisioterapista Armando Sciacca ed i dottori Daniele Checcarelli e Giuseppe Sabatino. Un gruppo di professionisti esemplari per capacità lavorative e disponibilità che ha saputo, ognuno nel suo ruolo, essere da supporto imprescindibile per la squadra. Proprio l’allenatore bianconero Slobodan Kovac, a roster ultimato, può finalmente tracciare un bilancio della campagna acquisti condotta dal presidente Sirci e dal diesse Rizzuto: «Sono estremamente soddisfatto. Abbiamo creato un gruppo interessante, non posso dire un mix tra giovani ed esperti perché poi in realtà, tolto Vujevic che conosciamo bene, tutti gli altri hanno, credo, tante cose da dimostrare. Penso anche a Semenzato, che è certamente un giocatore importante e con tanti anni di serie A1 alle spalle, ma che sicuramente avrà grandi ambizioni e grandi motivazioni per questa stagione perché Perugia può essere per lui un momento di rilancio. In generale credo che possiamo essere una squadra ambiziosa, certamente diversa da quella dello scorso anno perché la massima categoria è un’altra cosa e c’era naturalmente bisogno di cambiare qualcosa. Sono sinceramente dispiaciuto per i ragazzi che non sono più con noi. Sono stati tutti fantastici, li ringrazio davvero per quello che hanno fatto e auguro loro grandi cose per il futuro. Ma è altrettanto vedo che dovevamo modificare l’organico per la massima serie. Direi che abbiamo costruito una squadra molto fisica e molto alta. Ora con il lavoro in palestra dobbiamo mettere tutto questo potenziale in campo. Devo ringraziare la società che ha esaudito tutte le mie richieste. Ho avuto sempre un contatto diretto con il presidente Sirci e con Rizzuto e sono arrivati quei giocatori che secondo noi possono fare e farci fare un salto di qualità e che al tempo stesso possono dare molto anche alla società». Kovac, in questo periodo nella sua casa in Serbia a ricaricare le pile, prova a fare le carte alla prossima stagione. «Vedo che ancora ci sono tanti giocatori buoni in giro per cui sono certo che ogni squadra sarà molto tosta e costruita bene perché la scelta c’è. Per questo motivo penso ad un campionato molto competitivo, di conseguenza molto difficile e con le nostre avversarie tutte di un elevato livello tecnico». Nella mente ha sicuramente ben chiaro il ruolo che può recitare Perugia. Ma Kovac ha una sua idea della pallavolo e non la cambia. «La Sir dovrà avere la mia mentalità che è quella di scendere in campo per cercare di vincere tutte le partite, anche se so benissimo che alle volte sarà estremamente difficile. La pallavolo non si fa a parole, quello che conta è il campo e lì vanno dimostrate le proprie qualità. Ci ritroveremo subito dopo ferragosto proprio per iniziare a lavorare e capire dove e come migliorare. Credo fermamente nel lavoro quotidiano e tutti i miei giocatori dovranno sudare per avere il loro posto in campo. Abbiamo la possibilità di avere molte scelte e soluzioni tattiche in tutti i ruoli e sono convinto che la concorrenza ci farà solo bene. Naturalmente in allenamento ci saranno delle valutazioni da fare, ma tutti devono avere un obiettivo importante nella loro testa e tutti sono certo che avranno la possibilità di dimostrare il loro valore».
(fonte Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley luglio 6, 2012 15:45